Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

1984

Pagina 1 di 14 1234567891011 ... UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 204
Like Tree11Likes

Discussione: Orwell, George - 1984

  1. #1
    b
    Data registrazione
    Sep 2007
    Località
    Padova
    Messaggi
    2176

    Predefinito Orwell, George - 1984

    1984. Il mondo è diviso in tre immensi superstati in perenne guerra fra loro: Oceani, Eurasia ed Estasia. In Oceania, la cui capitale è Londra, la società è governata secondo i principi del Socing, il Socialismo Inglese, dal Grande Fratello, che tutto vede e tutto sa. I suoi occhi sono le telecamere che spiano di continuo nelle case, il suo braccio la psicopolizia che interviene al minimo sospetto. Tutto è permesso, non c'è legge scritta. Niente, apparentemente, è proibito. Tranne pensare, se non secondo i dettami del Socing. Tranne amare, se non con il fine esclusivo di riprodursi. Tranne divertirsi, se non con i programmi televisivi di propaganda. Tranne vivere, se non secondo gli usi e costumi imposti dall'infallibile e onnisciente Grande Fratello, che nessuno ha mai visto di persona. Ovunque grandi manifesti che lo ritraggono, con i suoi grossi baffi neri, ovunque slogan politici da lui ideati: "La guerra è pace"; La libertà è schiavitù"; L'ignoranza è forza". Da loro rifugio, in uno scenario desolante da Medioevo postnucleare, il protagonista, Winston Smith, l'"ultimo uomo in Europa" (questo il titolo che avrebbe preferito l'autore) e Julia, la sua compagna, lottano disperatamente per conservare un granello di umanità"

    Io adoro i quarti di copertina dei libri, e trovo che nulla sappia descriverli meglio. Questo libro è il mio assoluto in preferito, un libro che davvero mi ha preso mente e corpo, e che rileggerei all'infinito. La trama è assolutamente fantastica, e Orwell scrive benissimo. Lo consiglio veramente anche per capire da dove nasce il termine "Grande Fratello" . Una piccola curiosità: il titolo scelto fu 1984 poichè il libro fu scritto nel 1948, e quindi l'autore decise di invertire le ultime due cifre, pensando ad un futuro molto lontano.

    Voto 10/10!

    Ecco qui l'immagine del Grande Fratello a cui si riferisce il libro: http://www.internetactu.net/wp-conte...oster_nazi.jpg
    Ultima modifica di elisa; 03-02-2009 alle 03:16 PM. Motivo: correzione caratteri

  2. #2
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    15800
    Inserimenti nel blog
    9

    Predefinito

    Da leggere, il 1984 è passato da 23 anni e non è più fantascienza...

  3. #3
    Sideshow
    Data registrazione
    Jul 2007
    Località
    Padova
    Messaggi
    3167

    Predefinito

    l'ho letto in lingua originale!!! davvero bellissimo!

  4. #4
    Junior Member
    Data registrazione
    Sep 2007
    Località
    Treviso
    Messaggi
    15

    Predefinito

    Libro davvero stupendo, divorato.

  5. #5
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2007
    Località
    la ridente cittadina
    Messaggi
    441

    Predefinito

    è uno tra i miei libri preferiti!ha cambiato il mio modo di vedere le cose e penso che sia una delle cose piu belle che possa fare un libro.
    Ultima modifica di ioamodavidesegre; 07-13-2008 alle 05:36 PM.

  6. #6
    Member
    Data registrazione
    Nov 2007
    Località
    Vibo Valentia
    Messaggi
    54

    Predefinito

    1984 è anche tra i miei libri preferiti. L'obiettivo preso di mira da Orwell (anche con La fattoria degli animali) era chiaramente il comunismo, ma il romanzo oggi rappresenta una denuncia contro ogni forma di regime liberticida e di prevaricazione nei confronti dell'individuo. Fosse vivo, forse Orwell se la prenderebbe coi media...

  7. #7
    b
    Data registrazione
    Sep 2007
    Località
    Padova
    Messaggi
    2176

    Predefinito

    In 1984 l'obiettivo era principalmente il nazismo, il comunismo solo ne "La fattoria degli animali"...

  8. #8
    Member
    Data registrazione
    Nov 2007
    Località
    Vibo Valentia
    Messaggi
    54

    Predefinito

    Caro Poirot, fermo restando che Orwell ce l'aveva molto probabilmente contro entrambe le ideologie (tanto è vero che l'immagine del Grande Fratello pare fondere i volti di Stalin e Hitler), e più in generale contro il totalitarismo, io credo che:

    - anzitutto la data di pubblicazione del romanzo, successiva all'epilogo della II guerra Mondiale, faccia pensare che il problema serio che si poneva nella nuova scena internazionale caratterizzata dalla contrapposizione fra blocchi (tematica presente in 1984) fosse il consolidamento del blocco sovieto, laddove invece il regime nazista era stato ormai liquidato:

    - il modello del Socing pare ricalcato su ideali di egualitarismo e collettivizzazione molto più prossimi alla ideologia comunista;

    - anche la decadenza morale, l'impostazione materialistica della vita, la cronica penuria delle risorse, la divisione classista della società, la ferrea censura, il controllo della cultura e finanche della lingua presenti nello scenario orwelliano richiamano più da vicino la critica alla Russia sovietica, che costituiva allora il nuovo reale pericolo.

    Con questo, senza pretesa di convincere nessuno, voglio dire che secondo me Orwell vide sicuramente anche nell'esperienza nazi-fascista un modello negativo di riferimento, ma nel momento in cui scrisse il romanzo, ossia nel '48, probabilmente ebbe come bersaglio polemico il modello sovietico, soprattutto considerando il prestigio che l'Urss aveva conseguito all'indomani della IIGM.

    Saluti
    Ultima modifica di elisa; 06-15-2009 alle 03:38 PM. Motivo: edit caratteri

  9. #9
    Senior Member
    Data registrazione
    Oct 2007
    Località
    milano
    Messaggi
    1120

    Predefinito

    uno dei grandi libri del 900,assieme alla fattoria degli animali...x fare una battuta ricordo che sul finire dell'83 qualcuno cercava x l'anno successivo l'agenda di un certo orwell!vero che l'ignoranza nn ha limiti!

  10. #10
    Member
    Data registrazione
    Nov 2007
    Località
    Vibo Valentia
    Messaggi
    54

    Predefinito

    Ieri notte (pensate un po') mi è venuta in mente questa riflessione sul romanzo di Orwell: forse 1984 è considerato più come una pamphlet contro le dittature che come un capolavoro della letteratura. Che ne dite?
    Sul perchè di questa considerazione del libro di Blair io mi sono dato una prima risposta. Cercherò di spiegarmi. L'Autore, nell'ultima sezione del romanzo, vuole narrare il tradimento e le torture di Smith, descrivendo con dovizia l'applicazione pratica delle tecniche di lavaggio del cervello e di "bispensiero" già ben riferite nella prima parte. Entrando, come direbbe un giurista più che un letterato, nel "merito" della trama, ho notato questo: se la vicenda del protagonista si fosse conclusa così come era iniziata, cioè con la protesta interiore di Smith, il suo rifiuto del regime, l'adesione a sentimenti e valori "umani", e soprattutto l'inquietudine di considerarsi un eversivo e il timore costante di essere scoperto: in sintesi, se la vicenda di Smith fosse rimasta fino alla fine una vicenda "interiore", dell'uomo solo di fronte alla società massificatrice, probabilmente Orwell avrebbe potuto essere avvicinato agli scrittori esistenzialisti (tipo il Camus de Lo Straniero) e la sua opera avrebbe avuto una maggiore considerazione anche come riflessione sull'individuo, oltre che sulla società di regime. La parte finale denota qualche intento realistico di troppo, quello di entrare dentro la camera della tortura e descrivere la lenta ma inesorabile riconversione forzata del protagonista. Ebbene secondo me proprio quest' ultima parte, benchè avvincente, è la meno riuscita del libro, da un punto di vista strettamente letterario.

    Certo, pretendere di ridiscutere la trama di un grande romanzo è troppo, e mi scuso per l'ardire. E poi, Orwell, da buon giornalista inglese, non poteva che essere legato al pragma, cioè alla narrazione di fatti, senza limitarsi alle vicende interiori del potagonista, che da sole non avrebbero dato completezza alla vicenda. Perciò, tenuto conto anche delle necessità storiche che premevano sull'estro creativo dello scrittore e del fatto che il ricordo degli orrori della guerra era ancora molto vivo, alla fine lo scopo di denuncia non poteva non prevalere sulla mera riflessione filosofica.

    In ogni caso, 1984 rimane un grande libro sempre attuale, che consiglio a tutti di leggere.
    Ultima modifica di elisa; 06-15-2009 alle 03:39 PM. Motivo: edit caratteri

  11. #11
    b
    Data registrazione
    Nov 2007
    Località
    Catania
    Messaggi
    2832

    Predefinito

    Uno dei libri che preferisco. 1984 xchè non si poteva parlare di 48, l'ora dell'odio (che attualmente è solo + subdola e che purtroppo non ha + un tempo limitato), the Big Brother, Victory Cigarettes, Victory Gin, il modo in cui abbrevia i ministeri "minitruth" che evidenzia appunto una "miniverità" e poi una minigiustizia e così via. L'ho letto anch'io nella lingua originale e ho notato quanto fosse appropriato l'utilizzo dei suoi termine, tutto rimanda a qualcos'altro. Stupendo.
    Secondo me, l'unico caso in cui il film rende giustizia al romanzo.
    Ultima modifica di elisa; 06-15-2009 alle 03:39 PM. Motivo: edit caratteri

  12. #12
    Junior Member
    Data registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    4

    Predefinito

    L'ho letto da ragazzina, ne rimasi scossa. L'ho riletto 6 mesi fa, e l'effetto è stato lo stesso. Dovrei avventurarmi nella lettura in lingua originale. Chi non lo ha letto lo metta in lista!


  13. #13
    Junior Member
    Data registrazione
    Nov 2007
    Località
    MILANO
    Messaggi
    4

    Predefinito

    "1984" è stato il libro che in assoluto mi è piaciuto di più. L'ho letto per curiosità proprio quando c'è stata la prima trasmissione del "Grande Fratello" che ho seguito nonostante io detesti il voyerismo che si nasconde dietro la visione di questi format demenziali, ma all'epoca è stato una novità nel mondo della televisione anche se, in un certo senso è stata sfruttata eccessivamente, infatti in televisione non si vede nient'altro..
    Ho letto anche "La fattoria degli animali", meno intenso di 1984 ma altrettanto significativo del concetto di negatività della libertà, soprattutto di pensiero.
    Un altro grande libro, che consiglio di leggere a chi già non l'ha fatto, essendo un classico, è Farenheit 451, di Ray Bradbury, bellissimo anche il film, oltretutto..
    Ultima modifica di elisa; 06-15-2009 alle 03:40 PM. Motivo: edit caratteri

  14. #14
    Senior Member
    Data registrazione
    Dec 2007
    Località
    milano
    Messaggi
    115

    Predefinito

    Bellissimo e drammaticamente attuale.

  15. #15
    scrittore
    Data registrazione
    Dec 2007
    Località
    Bologna
    Messaggi
    1349
    Inserimenti nel blog
    1

    Predefinito

    forse 1984 è considerato più come una pamphlet contro le dittature che come un capolavoro della letteratura. Che ne dite?
    Sono d'accordo. A me 1984 è piaciuto, ma non moltissimo. troppo evidente l'intenzione dell'autore di "educare" i lettori, che va a scapito della riuscita del libro come opera letteraria. In genere i romanzi ideologici non mi piacciono mai (infatti non leggo i Wu ming, a parte Q che è bello).

    Di questo mi è piaciuto più il film del libro. Comunque concordo sul fatto che si tratta di una lettura imprescindibile.

Pagina 1 di 14 1234567891011 ... UltimoUltimo

Discussioni simili

  1. George, Elizabeth - Prima di ucciderla
    Da libraia978 nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 8
    Ultimo messaggio: 04-10-2013, 04:20 PM
  2. Orwell, George - La fattoria degli animali
    Da Poirot nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 77
    Ultimo messaggio: 01-07-2013, 01:22 AM
  3. George, Elizabeth Susan
    Da Minnie nel forum Autori
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 12-10-2009, 06:49 PM
  4. George, Elizabeth - E liberaci dal padre
    Da libraia978 nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 09-16-2008, 05:09 PM
  5. George, Elizabeth - La miglior vendetta
    Da libraia978 nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 03-27-2008, 09:30 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •