Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Mostra risultati da 1 a 10 di 10

Discussione: Sostituzioni all'interno della band=peggioramento?

  1. #1
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2009
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    2849
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito Sostituzioni all'interno della band=peggioramento?

    E' proprio vero che una band musicale, all'abbandono di uno o più componenti della stessa, non riesce più a produrre dei dischi paragonabili, in bellezza, in qualità, in spessore, a quelli di prima, quando anche fosse riuscita a trovare un sostituto o dei sostituti degni di nota? L'argomento mi pare interessante. Che ne pensate? Sarebbe bello se le considerazioni fossero integrate con degli esempi concreti.

  2. #2
    Reef Member
    Data registrazione
    Feb 2009
    Località
    Fondi... ma non troppo
    Messaggi
    4248
    Inserimenti nel blog
    19
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Apart Vedi messaggio
    E' proprio vero che una band musicale, all'abbandono di uno o più componenti della stessa, non riesce più a produrre dei dischi paragonabili, in bellezza, in qualità, in spessore, a quelli di prima, quando anche fosse riuscita a trovare un sostituto o dei sostituti degni di nota? L'argomento mi pare interessante. Che ne pensate? Sarebbe bello se le considerazioni fossero integrate con degli esempi concreti.

    Verissimo!! Vuoi mettere Phil Collins al posto di Peter Gabriel!! Non c'è paragone!!
    Vuoi mettere i Take That senza Robbie Williams? Vuoi mettere i Queen senza Freddie Mercury? I Matia Bazar senza Antonella Ruggero? E i Timoria senza Renga?
    Diciamo che non c'è una motivazione vera e propria, ci sono solo dei dati di fatto, è sempre stato così, di esempi contrari non ne trovo.

  3. #3
    Moderator
    Data registrazione
    May 2008
    Località
    Como
    Messaggi
    2583
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito

    Si se pensiamo alla "Grande" musica come quella che ci ha elencato Dory....però non è sempre così...
    io penso alla musica italiana e ai miei cantanti quotidiani....tra cui c'è il nome di Cremonini..la Band originale non era un gran che come produzioni, rispetto ad adesso che si è prodotta uno stile particolare ed originale

  4. #4
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2009
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    2849
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Eppure al binomio che ho posto come argomento di discussione qualche eccezione mi viene in mente: i Pink Floyd, ad esempio. E' vero: con Syd Barret il gruppo ha prodotto un disco eccezionale, "The piper at the gates of dawn", più, se così si può dire, una buona parte di "A saucerful of secrets". Con l'ingresso di David Gilmour, al suo posto, il gruppo, però, non è stato da meno.

  5. #5
    Reef Member
    Data registrazione
    Feb 2009
    Località
    Fondi... ma non troppo
    Messaggi
    4248
    Inserimenti nel blog
    19
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Lauretta Vedi messaggio
    Si se pensiamo alla "Grande" musica come quella che ci ha elencato Dory....però non è sempre così...
    io penso alla musica italiana e ai miei cantanti quotidiani....tra cui c'è il nome di Cremonini..la Band originale non era un gran che come produzioni, rispetto ad adesso che si è prodotta uno stile particolare ed originale
    Scusami Lauretta, ma la band originale di Cremonini era Cremonini!
    Cioè nel senso che gli altri che facevano? Il rasta di Cremonini era un po' il biondo degli 883, la stessa cosa sarebbe Giuliano con i Negramaro... hai mai visto la sua imitazione a Scorie l'anno scorso...Giuliano e il PROGGIETTO Negramaro... da morire dal ridere!!!

    http://www.youtube.com/watch?v=dUCjBoyfwjQ

  6. #6
    Member SuperNova
    Data registrazione
    Oct 2009
    Località
    Terni...
    Messaggi
    3343
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    138
    Thanks Thanks Received 
    145
    Thanked in
    64 Posts

    Predefinito

    per me una sostituzione di un membro all'interno di una band è sempre l'inizio della fine....

  7. #7
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2009
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    2849
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Evy Vedi messaggio
    per me una sostituzione di un membro all'interno di una band è sempre l'inizio della fine....
    Si, forse è vero. Forse i Pink Floyd rappresentano un'eccezionalità. Sono curioso però di sapere se ne esistono altre di eccezionalità, per poi metterle in evidenza qui.

  8. #8
    Senior Member
    Data registrazione
    Sep 2009
    Località
    Pistoia
    Messaggi
    601
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Ce ne sarebbero tante di eccezioni oltre a quella già accennata dei Pink Floyd, basta cercarle anche un po' lontano (ma nemmeno troppo) dalla cosiddetta mainstream.

    Mi vengono in mente i Dream Theater, un gruppo piuttosto famoso, che dopo i primi anni di anonimato hanno cambiato il cantante diventando una band di grande successo; poi, dopo due grandi album, se n'è andato il tastierista Kevin Moore, fondamentale nella composizione, sostituito prima, brevemente, da Derek Sherinian e poi definitivamente da Jordan Rudess, entrambi grandi virtuosi; e le dinamiche del gruppo si sono adattate, è cambiato lo stile ma non, in sostanza, la qualità.

    Un altro gruppo con una storia simile sono gli Opeth (li consiglio caldamente, sono estremamente emozionanti e comunicativi spaziando fra vari generi ma ai primi ascolti possono risultare molto ostici se non si è mai avuto a che fare con metal e affini); nella loro storia quasi ventennale hanno cambiato line-up spesse volte, mantenendosi su una qualità sempre costante.
    In quest'ultimo caso, però, va detto che tutte le creazioni del gruppo dipendono dal cantante e chitarrista, Mikael Akerfeldt; il caso dei Dream Theater è più significativo perchè si tratta di un gruppo che da sempre compone e si muove come un'entità unica.

    Non vedo quindi una regola tassativa: in certi casi le alchimie si perdono insieme con le motivazioni personali, in altri casi si va avanti come e meglio di prima. Bisogna tener presente, secondo me, che i gruppi sono delle "associazioni" spesso fragili per natura, nel senso che nascono in base a precise idee personali che inizialmente convergono e poi, col tempo, cambiano; e trovo bello e giusto che sia così.

  9. #9
    Senior Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    La Spezia
    Messaggi
    5738
    Thanks Thanks Given 
    1118
    Thanks Thanks Received 
    379
    Thanked in
    229 Posts

    Predefinito

    I paleolitici Pooh,quando hanno sostituito Fogli con Red Canzian,non sono certo peggiorati,anche i Nomadi hanno avuto tanti cambi,e sono sempre validi.

  10. #10
    Junior Member
    Data registrazione
    Jan 2016
    Località
    Catania
    Messaggi
    17
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito

    Tutto dipende dalla natura dei musicisti coinvolti,se la band appartiene a grosse o piccole produzione eccetera.
    Sta di fatto che ogni musicista è diverso dall'altro,una band cambia sicuramente in quanto un ingrediente viene sostituito da un altro,di diverso spessore e differenti abilita artistiche.
    A meno che non consideriamo i turnisti,che lavorano per molti artisti anche contemporaneamente,la sostituzione di un musicista è sicuramente una spaccatura e viene a mancare quindi l originaria natura del progetto.
    Ultimamente ho visto PFM dal vivo,grande chitarrista a seguito(non ricordo il nome),ma si sentiva la mancanza di Mussida,storico componente della band.
    Altro esempio in ambito INDIE la sostituzione in seguito ad abbandono volontario di Jimmy Chamberlein,grande batterista degli Smashing Pumpkins

Discussioni simili

  1. Westerfeld, Scott - I Diari della Mezzanotte. I Cacciatori della Notte
    Da SaraMichelle nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 12-11-2009, 03:54 PM
  2. II Musicforum - Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band (Beatles)
    Da zaratia nel forum Musicando parlando discutendone
    Risposte: 31
    Ultimo messaggio: 06-23-2009, 12:40 PM
  3. Risposte: 21
    Ultimo messaggio: 04-21-2009, 09:36 AM
  4. Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 11-14-2007, 07:36 AM
  5. Studio della sessualità attraverso l'analisi della scrittura
    Da stupi.dotta nel forum Salotto letterario
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 07-16-2007, 09:46 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •