TRAMA:
Il sole della primavera illumina e scalda l’amore di Grace e Sam. Dopo tanti anni a guardarsi da lontano, lui nel bosco insieme al branco, lei ossessionata da quel branco, finalmente sono insieme, certi del loro amore e del fatto che niente e nessuno potrà mai separarli.
Ma la serenità sembra destinata a durare poco. Mercy Falls è ancora scossa dalla scomparsa di Olivia. L’arrivo di Cole, un nuovo ragazzo-lupo, aggiunge solo altro scompiglio. E qualcosa – o qualcuno – si intromette tra Grace e Sam. Lui è solo, senza guide né amici: saprà lottare per salvare il suo amore?


******

Il secondo libro di una trilogia (da quanto ho capito), Deeper non mi è piaciuto quanto Shiver, che mi aveva rapita subito, fin dalle prime pagine, e mi aveva emozionata tantissimo. Deeper inizialmente l’ho trovato noioso, poco coinvolgente. Per il primo terzo di libro mi ha lasciato alquanto indifferente. Non capisco perchè in questo libro la scrittrice racconta le vicende quasi con freddezza… quasi non glie ne importasse più di tanto… Poi, però, in seguito, quando ho iniziato a conoscere meglio Cole…beh me ne sono praticamente innamorata! E’ adorabile! Ho continuato a leggerlo solo per lui…
Infine, verso l’ultimo terzo di libro (anzi, facciamo l’ultimo quarto), anche la storia tra Sam e Grace ha ricominciato ad interessarmi… o per meglio dire: ha iniziato a darmi una qualsiasi forma di emozione che non fosse apatìa.
Il finale (reso migliore sempre grazie a Cole! ) era abbastanza prevedibile e comunque mi ha lasciato ugualmente con la voglia di un seguito, così com’era ovvio, e così com’era programmato dall’autrice.

Dal terzo mi aspetto qualcosa di molto meglio rispetto a Deeper… anche se, devo dire la verità, la storia tra Grace e Sam mi ha un po’ annoiato… troppo monotona…

Mah, speriamo bene!