Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

L'ombra del bastone

Mostra risultati da 1 a 12 di 12

Discussione: Corona, Mauro - L'ombra del bastone

  1. #1
    Senior Member
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Palermo
    Messaggi
    2599
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito Corona, Mauro - L'ombra del bastone

    L'OMBRA DEL BASTONE
    Un grosso Quanderno Nero, di quelli usati per tenere i conti del latte dacagliare, giunge tra le mani di Mauro Corona. Porta in calce la data 1920 ed è firmato Severino Corona detto Zino.
    Il quaderno è consunto, le pagine appiccicate l'una all'altra, ma lentamente, con la punta del temperino infilata tra foglio e foglio, Mauro Corona riesce ad aprirlo e a decifrarlo.
    Ciò che nel quaderno è scritto, in calligrafia appena leggibile, è la confessione di un uomo, Zino, che il destino o la vendetta della strega Melissa, ha spinto, contro la sua volontà, sulla via della perdizione. Nella solitudine, tra le pietre e la neve, i branchi di capre e i campi di fieno sui campi dei monti che sovrastano il Vajont, la voglia di sesso è il demone scatenante che fa nascere storie di violenza e di morte. Così è la voglia sfrenata, fino alla follia e all'istigazione al delitto, che prende di Zino la moglie di Raggio, il più caro amico di Zino. Maledizione di Melissa, la strega della caverna assassinata e gettata in foiba dai falciatori; colpa della brama di vivere dove vivere non si può se non secondo le immutabili leggi di una natura atavica e selvaggia che non concede nulla se non a prezzo di fatica e dolore.
    Mauro Corona ci dà finalmente il romanzo atteso, la cronaca non più della sua vita, ma la storia di Raggio e di Zino, di Maddalena Mora e di Neve, la bambina di ghiaccio, di tutti coloro che lassù, sui suoi monti, lo hanno preceduto. L'ombra del bastone è un "Malavoglia" friulano di lotta perduta contro il destino, così la voglia di femmina, folle di sesso e di dolore, è una "Lupa" che sa di fieno e latte cagliato.
    Mauro Corona, affascinato dalla storia del Quaderno Nero, ne conserva il linguaggio naturale, duro e carezzevole, talora stravolto, dove ferocia e pietà sono le due facce di quella stessa moneta gobba che è la vita distorta da una povertà atavica impastata di fatica, di sangue, di sesso, di stregoneria, di oscure potenze racchiuse da sempre nelle cose, negli alberi, nelle rocce, nelle esistenze di maschi e femmine bruciate da un fuoco inestinguibile o pietrificate dal gelo. La vita presa a morsi come una forma di pane duro. Saggezza e follie antiche come le montagne camminano insieme, orfane che mettono paura. La vita è un dono, la morte è la norma che si annuncia con quel bastone che riappre, fantasma in cerca di vendetta, appeso a un muro di osteria dopo aver attraversato, lordo di sangue, il ventre stesso della terra. Ma, luminosa, come un lucignolo nel buio assoluto, si affaccia la storia della piccola Neve , dove il male si trasforma in bene, la bambina che non sentiva il freddo e che si scioglierà come ghiaccio al sole: poche gocce d'acqua, conservate in una bottiglia posta ancora oggi sulla mensola del camino di Mauro Corona.

    nn so se alcuni di voi Veneti e amanti delle montagne lo conoscono ma quest'uomo è un grande, mi sono innamorata della sua personalità del suo modo di scrivere, rude forse ma che rende l'idea dell'ambiente di cui si parla...un libro che inizialmente nn mi faceva impazzire ma poi pensando e ripensando mi è piaciuto troppo e poi...beh l'autore è da conoscere....cercate su youtube l'intervista alle invasioni barbariche e capirete...
    Ultima modifica di elisa; 05-05-2009 alle 06:51 PM. Motivo: correzione carratteri

  2. #2

    Predefinito

    mauro corona è un grande personaggio. è un uomo indurito dalla vita, da un padre violento e dall'esperienza del vajont, vissuta in prima persona. però sotto la scorza è una persona molto sensibile e dolce!

  3. #3
    Altro Site Admin
    Data registrazione
    Mar 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    3568
    Inserimenti nel blog
    14
    Thanks Thanks Given 
    83
    Thanks Thanks Received 
    59
    Thanked in
    33 Posts

    Predefinito

    Mi hai rubato la recensione!!!
    Bellissimo libro, dopo tanti anni ho ritrovato un libro in grado di tenermi sveglio fino alle 3 di notte anzichè farmi venir sonno dopo 2 minuti.

    Adoro Mauro Corona. Ho avuto la fortuna di passare qualche ora nello stesso bar in cui di solito va (quello di fianco il suo laboratorio) ed era un po' alticcio... una persona favolosa, un alpinista fortissimo, uno scultore eccezionale ed uno scrittore diretto!

    L'ombra del bastone è secondo me uno dei suoi libri migliori. Dobbiam operò dire che questo è un romanzo "completo" e non una raccolta di storie come molti altri!

  4. #4
    Senior Member
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Palermo
    Messaggi
    2599
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    voglio vedere quel posto...vorrei conoscerlo...è magico...

    sono nata in sicilia ma mi fa impazzire il veneto... è grave???

  5. #5
    Member
    Data registrazione
    Jun 2007
    Località
    Rimini
    Messaggi
    55
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Conosco Mauro di persona perchè ho una cara cugina che abita proprio vicino al Vajont e mi ha portato nella sua bottega di scultore per incontrarlo, 4 anni fa.
    E' una persona speciale, semplice e duro, scanzonato e triste, dalla lingua graffiante, sfuggevole, dotato della una straordinaria capacità di farti rflettere sul tuo senso della vita, in modo concreto.
    Ho tutti suoi libri e conosco bene quei luoghi.
    "I ricordi sono gocce di resina che sgorgano dalle ferite della vita".
    Ora è uscito il suo ultimo libro: Cani, camosci, cuculi (e un corvo).
    Ultima modifica di elisa; 05-05-2009 alle 06:52 PM.

  6. #6
    scrittore
    Data registrazione
    Dec 2007
    Località
    Bologna
    Messaggi
    1348
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    L'ombra del bastone mi è piaciuto tantissimo. Corona scrive davvero in un modo aspro e dolce, i suoi libri sono pieni di sentimenti ma non per questo l'intreccio ne risente. Grande romanzo, bello stile e storia coinvolgente. Che si può chiedere di più?

  7. #7
    Viôt di viodi
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    Estremo Oriente
    Messaggi
    5727
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    186
    Thanks Thanks Received 
    80
    Thanked in
    51 Posts

    Predefinito

    Libro stupendo. Il primo libro di Corona che leggo, ma mi ha colpito. Non fatico a pensare che a quei tempi e in quei luoghi chiusi e isolati accadessero queste cose e non solo là. Mi è piaciuto molto anche il linguaggio usato, le ripetizioni, i termini dialettali, oserei dire perfetto!

  8. #8
    Fairy Member
    Data registrazione
    Sep 2007
    Località
    Brescia
    Messaggi
    464
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito

    Io di Corona avevo letto soltanto "Storia di Neve" e mi era piaciuto moltissimo. Poi, recentemente, ho avuto l'occasione di fare una gita in montagna e mi è tornata la voglia di immergermi di nuovo in quelle atmosfere, quindi sono andata in libreria e ho comprato "L'Ombra del Bastone"... è stata una scelta ardua, perché avrei voluto prenderli tutti... non vedo l'ora di iniziare a leggerlo!

  9. #9
    Fairy Member
    Data registrazione
    Sep 2007
    Località
    Brescia
    Messaggi
    464
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito

    Iniziato e anche già finito! Mi è piaciuto davvero molto; l'ho trovato un po' ripetitivo in alcuni punti, ma lo stile di Corona è davvero qualcosa di unico e il finale mi ha lasciato una sensazione piacevole nel cuore e nello stomaco... Consigliato, indubbiamente! Ora mi prendo un piccola pausa fatta di letture differenti, ma sono certa che presto tornerò in libreria a comprare qualche altro suo libro... sì sì!

  10. #10
    +Dreamer+ Member
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Padova
    Messaggi
    3704
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    La vita è come venire a dare 'n'occhiata a questo mondo, capire che non piace e tornare dove si era partiti. Questa è la vita, una visita alla terra e scappar via di nuovo, per non sentir il suo brutto odore, come si scappava quando qualcuno nella contrada puliva la latrina.

    Libro intessuto di tristezza, indurito dalla vita e plasmato nella tragicità, davvero, sembra non conoscere quiete, pace o felicità, è dramma nudo e crudo, dalla prima all'ultima pagina. Anche questa è la vita.
    Scritto in maniera diretta, senza fronzoli o abbellimenti vari, eppure nella sua semplicità e concretezza riesce ad essere inaspettatamente poetico, in maniera quasi disarmante, riesce a evocare immagini di una Montagna incontaminata e selvatica, Montagna affascinante che ruba il cuore, difficile da abbandonare, ma che ha le sue regole e non conosce pietà.
    n.b. l'ho trovato un pizzico ripetitivo nella seconda parte ma per il resto è una lettura scorrevolissima, si legge in poco tempo; se non fossi un'inguaribile astemia direi che è un libro che scivola giù, dritto allo stomaco, come un bicchiere di vino.

  11. #11
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2009
    Località
    Genova
    Messaggi
    1624
    Inserimenti nel blog
    19
    Thanks Thanks Given 
    47
    Thanks Thanks Received 
    84
    Thanked in
    41 Posts

    Predefinito

    Approdo alle opere di Mauro Corona, con questa prima lettura.
    Ho trovato il romanzo scorrevole, scritto con un linguaggio chiaro e semplice, ma non banale.
    Nel dettaglio l'uso di una lingua con termini dialettali e la forma di racconto/confessione mi sembrano ben riusciti.
    Da rilevare nella parte finale una certa tendenza a ripetere o rievocare alcuni passaggi.
    Il tutto però funzionale a rappresentare lo stato d'animo del protagonista, voce narrante della vicenda.

    Diciamo che ero partito titubante, ma nel complesso mi sembra di aver fatto una buona scelta.

  12. #12
    Senior Member
    Data registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    2113
    Thanks Thanks Given 
    208
    Thanks Thanks Received 
    219
    Thanked in
    129 Posts

    Predefinito

    Quinto o sesto libro di Corona che leggo.
    A parte I Fantasmi di Pietra, che ho trovato bellissimo, gli altri oscillano sempre nel mio giudizio: li trovo spesso eccessivi, anche se in questo caso la storia è credibile e ben costruita.
    Bello anche l'artificio di riportare un manoscritto, che gli permette di usare la lingua semplice e genuina di un ertano.

    Voto 3,5

Discussioni simili

  1. Corona, Mauro - I Fantasmi di pietra
    Da Candy Candy nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 11
    Ultimo messaggio: 06-28-2016, 10:17 AM
  2. Corona, Mauro - Aspro e dolce
    Da zaratia nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 03-13-2011, 09:48 PM
  3. Corona, Mauro - Vajont: quelli del dopo
    Da Poirot nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 07-24-2010, 09:58 AM
  4. Corona, Mauro
    Da Candy Candy nel forum Autori
    Risposte: 48
    Ultimo messaggio: 03-22-2010, 11:49 AM
  5. Raccasi, Mauro - I romanzi dei Celti
    Da enedhore nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 08-18-2008, 09:49 AM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •