Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

La venere in pelliccia

Mostra risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Masoch, Leopold von Sacher - La venere in pelliccia

  1. #1

    Predefinito Masoch, Leopold von Sacher - La venere in pelliccia

    La storia narra dell'ossesione erotica masochista del giovane Severin per la crudele Wanda; Severin subisce ogni sorta di umiliazioni per amore suo, la trama al di là di ciò non è molto varia e originale.
    Ci sono alcuni rilievi da fare:
    1) Dall'autore nasce il termine "masochismo" per sottolineare chi, come Severin, ama una donna facendosi comandare e umiliare da lei.
    2) Non è un romanzo pornografico, è molto meno volgare rispetto alle opere di De Sade
    3) L'autore ha vissuto la medesima attrazione verso le donne forti e di potere, infatti vi sono numerose lettere e documenti che parlano della sua ossessione per l'umiliazione di sè.
    4) In questo romanzo ciò che colpisce non è tanto l'aspetto morboso o trasgressivo, quanto l'assoluta ripetitività della sottomissione masochista illustrata da Masoch, che di solito viene normata da un "contratto" preciso e puntuale. Il masochista dipinto da Masoch è quindi soprattutto una persona che cerca sicurezze nell'astrattezza di un rapporto regolato fin nei minimi particolari (lo stesso Masoch scrisse una lettera minuziosissima a una sua amica "dominatrice" nella quale stabiliva le modalità del loro rapporto)
    5) Il romanzo è in buona sintesi la dimostrazione dell'impossibilità del rapporto masochista: Wanda (come la moglie di Masoch nella realtà) è totalmente disinteressata al rapporto previsto da Severin e lo tradisce tranquillamente con un uomo che a sua detta la capisce e rispetta, il Greco.
    6) Lo psicologo Krafft Ebing fu il primo a utilizzare Masoch come exemplum di un atteggiamento masochista, e a inserirlo tra le perversioni

    E' un romanzo interessante, che merita di essere letto per la sua originalità, anche se non è immancabile
    6/10

  2. #2

    Predefinito

    Su masoch il discorso è molto ambiguo e stratificato. Il consiglio che posso dare è la rilettura che darà in seguito Deleuze nel Freddo e il Crudele dove mette in mostra i diversi labirinti del desiderio, e i vari spazi significanti che operano in Masoch. Per prima cosa Deleuze arriva ad affermare la non specularità tra sadismo e masochismo, in quanto individua nel masochista un fantasma del sadico che non ha nulla a che fare con il sadico e viceversa.
    In più in Masoch c’è da considerare, come da tutta la tradizione cortese in poi, la componente dell’ostacolo che nel romanzo si concretizza nella figura del Greco. Più che di dolore o umiliazione c’è da dire che nella figura femminile di Masoch si concretizzi quel problema dell’irraggiungibilità che tratta molto bene Rougemont nell’Amore e l’occidente, altro testo critico essenziale per chi vuole incamminarsi in questo genere di letture. In questo saggio si mette in chiaro per bene che il desiderio non fa che nutrirsi costantemente di un ostacolo per poter ingigantirsi e ardere in maniera infinita, e quale migliore ostacolo che il contratto: ecco la funzione del contratto in Masoch, che poi il discorso è ancora molto più profondo. La funzione della distanza come feticcio, in quanto appunto sostituzione dell’oggetto, per conservare l’oggetto, non a caso in Masoch tutto parte da un quadro o da una statua.
    Credo sia una letteratura che al di là del suo lato sessuale, dei suoi gusti, condivisibili o no, apra la strada ad aspetti nuovi, soprattutto critici, non a caso la macchina del pensiero nel novecento si è interessato molto a questa letteratura “minore”.
    Spero di aver dato qualche spunto in più.

Discussioni simili

  1. Scerbanenco, Giorgio - Venere privata
    Da risus nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 11
    Ultimo messaggio: 10-15-2016, 12:16 PM
  2. Gray, John - Gli uomini vengono da Marte le donne da Venere
    Da Blueberry nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 08-22-2012, 11:00 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •