Noodles e Max crescono nella povertà e nello squallore degli slums newyorkesi: ancora adolescenti, fanno già parte di una gang di teppisti specializzata in scippi, furti e spaccio di droga. In pochi anni si trasformano in pericolosi criminali, uomini che vivono in un mondo fatto di odio, eccessi e violenza. Harry Grey racconta questo mondo dall'interno, senza risparmiare i dettagli più duri: ne emerge un quadro crudo, spietato, che non lascia scampo. Qui presentato nella sua edizione integrale, "The Hoods" è una pietra miliare del genere. "In un solo capitolo di questo grande libro" si disse alla sua uscita "sono racchiuse più informazioni sulla vita criminale degli anni trenta che in tutti i rapporti della polizia mai pubblicati."

Ecco questo è il clasico romanzo che pur essendo ben scritto a mio parere è inferiore all'omonimo film di Sergio Leone.
La trama è praticamente la stessa anche se i tempi cinematografici hanno spostato alcuni eventi. La colonna sonora sicuramente contribuisce non poco a rendere l'atmosfera. Totalmente diverso è il finale.