Biografia
Cresciuto a Chiavari, si è trasferito a Bologna nel 1975 per frequentare il DAMS. All'inizio degli anni '80 è vissuto per lunghi periodi sia a Parigi che a Barcellona. In seguito viaggia molto in America latina e soprattutto in Messico dove ha abitato per lunghi periodi.

Ha pubblicato finora numerosi libri di narrativa e saggistica. Dotato di una forma narrativa diretta e stringente, pone in risalto personaggi storici non vincitori, sommersi e nascosti dalla Storia ufficiale. Come posto in evidenza dallo stesso Autore nell´Opera "In ogni caso nessun rimorso", la Storia viene scritta sempre dai vincitori ed i suoi protagonisti perdono, come conseguenza delle loro azioni tutto: battaglie, lavoro, amici, ideali, la loro stessa vita, tranne la dignità, ma con l'aggiuntiva sfortuna di vivere in un'epoca in cui la dignità stessa era l'ultima delle qualità necessarie per passare alla Storia.

Particolarmente intensa è anche la sua attività come traduttore.

Riconoscimenti
Nel settembre 2007 l’Associazione Culturale Amistade di Olbia ha assegnato il Premio Anima Istrantza allo scrittore Pino Cacucci per gli alti meriti conseguiti come scrittore e come traduttore di molti valenti romanzieri latino-americani.
La giuria del premio di traduzione letteraria al salone della letteratura ispanoamericana di Gijón presieduta da Luis Sepulveda ha deciso di attribuire l'edizione 2008 del Premio a Pino Cacucci.
Nel 1999 ha vinto il Premio Giorgio Scerbanenco del Noir in Festival di Courmayer con il Libro "Demasiado Corazon"
Nel 2001 ha vinto il Premio Speciale Fiesole con il libro "Ribelli!".
Nel 2003 ha vinto il Premio per la traduzione dallo spagnolo all'italiano,dell’Instituto Cervantes di Roma
Nel 2006 ha vinto il Premio Letterario Fenice-Europa con il libro "Nahui".
Nel 2010 ha vinto il Premio “EMILIO SALGARI - VALPOLICELLA” di letteratura avventurosa con il libro "Le balene lo sanno".
Nel 2010 ha vinto il Premio “Premio per la letteratura di viaggio l’albatros - Città di Palestrina 2010” con il libro "Le balene lo sanno".

Curiosità
Paco Ignacio Taibo II di cui Cacucci è amico e traduttore, gli ha dedicato un affettuoso omaggio trasformandolo nel personaggio del suo romanzo Ma tu lo sai che è impossibile.
Pino Cacucci nel sito www.feltrinellieditore.it, ha un suo Blog dal nome: Blog per viandanti, Sfoghi, riflessioni notturne sui misfatti quotidiani, considerazioni poco pacate di un inguaribile bastiancontrario.
Il podcast di Pino Cacucci : http://www.feltrinellieditore.it/Pod..._autore=155756
Luis Sepulveda di cui Cacucci è amico, lo chiama affettuosamente Vejo Pendejo, soprannome affettuoso. Camminando.Incontri di un viandante, ed. Feltrinelli, 1996

Romanzi
Outland rock (Transeuropa, 1988. Ristampato da Mondadori nel 1991. ripubblicato da Feltrinelli nel 2007)
Puerto Escondido (Interno Giallo, 1990. Ripubblicato da Mondadori)
Tina (Interno Giallo, 1991. Ripubblicato prima da TEA e poi da Feltrinelli)
San Isidro Futbòl (Granata Press, 1991. Ripubblicato da Feltrinelli nel 1996)
Punti di fuga (Mondadori, 1992. Ristampato da Feltrinelli nel 2000)
La polvere del Messico (Mondadori, 1992. Ripubblicato da Feltrinelli nel 1996 e, ancora da Feltrinelli, in edizione ampliata nel 2004)
Forfora (Granata Press, 1993). Ripubblicato in edizione ampliata con il titolo Forfora e altre sventure (Feltrinelli, 1997)
In ogni caso nessun rimorso (Longanesi, 1994. Poi ripubblicato prima da TEA e poi da Feltrinelli nel 2001)
Camminando. Incontri di un viandante (Feltrinelli, 1996)
Demasiado corazón (Feltrinelli, 1999. Premio Giorgio Scerbanenco del Noir in Festival di Courmayeur)
Ribelli! (Feltrinelli, 2001)Premio Speciale Fiesole
Gracias México (Feltrinelli, 2001)
Mastruzzi indaga (Feltrinelli, 2002)
Oltretorrente (Feltrinelli, 2003)
Tobacco (con Gloria Corica e Otto Gabos (Bande Dessinée, 2005)
Nahui (2005) (Premiato all'edizione 2006 del Premio Letterario Fenice-Europa)
Un po' per amore e un po' per rabbia (Feltrinelli, 2008)
Le balene lo sanno (Feltrinelli, 2009)
Sotto il cielo del Messico (Feltrinelli 2009)
¡Viva la vida! (Feltrinelli 2010)
La giustizia siamo noi (Rizzoli 2010)

Racconti
Pino Cacucci, Bologna, 11 marzo '77, in Paola Staccioli. In ordine pubblico. Roma, 2002. pp. 93-104.

Traduzioni
Francisco Coloane, Una vita alla fine del mondo, Los pasos del hombre, traduzione di Pino Cacucci, Guanda, 2001
Paco Ignacio Taibo II, Subcomandante Marcos, Morti scomodi, traduzione di Pino Cacucci, Marco Tropea Editore, 2005
Gabriel Trujillo Munoz, Il Banchetto dei corvi, traduzione di Pino Cacucci, Feltrinelli, 2006

Filmografia (soggetto - sceneggiatura)
Il commissario Corso, serie TV di 9 episodi, regia di Gianni Lepre e Alberto Sironi (1987)
Puerto Escondido, regia di Gabriele Salvatores (1992)
Viva San Isidro!, regia di Alessandro Cappelletti (1995)
Nirvana, regia di Gabriele Salvatores (1997)
Inoltre compare nel documentario Fuori fuoco - Cinema, ribelli e rivoluzionari, regia di Federico Greco e Mazzino Montinari (2005), e nel documentario Quando l'Anarchia verrà - per la storia siamo noi regia di Giangiacomo De Stefano e Mauro Bartoli (2010)

La TV francese gli ha dedicato una puntata della sua trasmissione Un livre un jour andata in onda il 6 dicembre 2001 e intitolata "Pino Cacucci: Demasiado corazon".