E' una saga composta da nove libri (in italia per ora sono disponibili solo i primi 5), per un pubblico per lo più adulto, dove si narrano le avventure, diciamo così, di questa confraternita del pugnale nero.
Mi spiego meglio, ma prima urge una prefazione: la storia si svolge ai giorni nostri, dove i vampiri sono visti come una razza che vive perfettamente integrata con gli umani, ad insaputa di questi. Sono un po' diversi dai classici vampiri, anche se contengono tratti/ caratteristiche classiche: non possono esporsi alla luce del sole, vivono moltissimi anni (o meglio, secoli), devono nutrirsi di sangue (anche se qua c'è una differenza: solo di sangue di simili, ovvero di vampiri, e normalmente è una pratica piuttosto consenziente e intima, per così dire). Però questi vampiri nel primo loro quarto di secolo sono umani, e solamente poi si trasformano.
La razza dei vampiri si basa su una gerarchia sociale antica: in ordine d'importanza c'è la vergine scriba (una specie di divinità), il re e la regina, le vergini elette (delle vampire che vengon fin da piccole educate e sottoposte alla protezione della vergine scriba, che hanno il compito di procreare con la casta dei guerrieri, in modo di continuare il perpetuare della specie di vampiri forti e di lignaggio), i guerrieri, l'aristocrazia, i civili.

Detto ciò, passo alla confraternita: è composta da un gruppo di guerrieri - fratelli (anche se non di sangue), che hanno il compito di proteggere gli altri vampiri dai lesser, che son umani che han venduto l'anima in cambio di forza e potere, che lavorano per l'omega, un'essere malvagio che ha come scopo la distruzione totale dei vampiri (ma essendo impossibilitato a materializzarsi, o meglio, a prender forma, nel nostro mondo, si serve dei lesser).

Sono 6 guerrieri molto forti e belli (ovviamente, altrimenti che fascino avevano..), molto uniti tra di loro, ma che vivono estranei agli altri vampiri, per proteggere sia loro stessi e le loro identità, che gli altri vampiri.

Attualmente ho letto i primi tre libri, editi sia dalla Mondadori che da Rizzoli, e devo ammettere che ne sono rimasta incantata.
La Ward è riuscita a dare uno spessore e un tono tale ai personaggi e alla storia, da metterti in dubbio sul fatto che sia solamente fantasia e non realtà.

Si inizia col primo libro (Un amore proibito/ Il risveglio), dove si parla di Wrat, l'ultimo puro sangue, ed erede al trono: il re cieco, che non ne vuole sapere di prender il suo legittimo posto nella società, in quanto non si sente all'altezza delle aspettative, ma ha anche, a mio parere, un po'di egoismo: preferesce vivere come ha sempre fatto, senza dover render conto di niente a nessuno.. E così è fino a quando non deve proteggere Beth, la figlia del suo migliore amico, Darius, mezzaumana, ed ignara di tutto (è convinta di esser orfana di entrambi i genitori, quando invece, a distanza, è sempre stata protetta e seguita dal padre, che si teneva nell'ombra, per evitare di metter in pericolo la figlia), e sarà passione fin dal primo sguardo.
E fin dall'inizio la Ward inizia a mostrarci sfacettature degli altri personaggi: Butch, un detective dell'omicidi, stretto amico di Beth, che entrerà a contatto con la confraternita, fino a farne parte (unico umano), Marissa, che fino ad allora è stata la consorte "mancata" di Wrat (si "usavano" solo per ciò che riguarda il bere il sangue, per il resto, lui l'ha sempre rifiutata, e questo è stato fonte di critiche e male lingue da parte dell'aristocrazia nei confronti dei Marissa, sorella del dottore ufficiale dei vampiri), e i vari confratelli: Vishous, Phury, Zsadist, Raghe e Thorment.
Thorment, vice capo, è l'unico felicemente sposato. E' un guerriero coraggioso e valoroso, che non nasconde la sua adorazione per la moglie. (su di lui non c'è un libro in particolare: è un personaggio diciamo secondario, anche se molto presente)
Vishous, super nerd, anche se non sembrerebbe, con tatuagi sul viso, su una mano e altre zone, con il potere della preveggenza, anche se non riesce a capire il quando le sue visioni si avverranno.
Raghe, detto Hollywood, a causa della sua incredibile bellezza e della sua capacità di incantare qualsiasi femmina, vampira e non, che incontri (in una sera riesce ad andare con anche tre donne); maledetto dalla Vergine scriba, e condannato a convivere per cento anni con una bestia, che deve tenere sotto controllo sfogandosi fisicamente (e quindi o col sesso, o con le lotte contro i lesser).
Phury e Zsadist sono due gemelli, divisi dalla nascita: Zsadist è stato venduto come schiavo di sangue, e salvato poi dal fratello. Anche se gemelli, non potrebbero essere più diversi: Phury è molto bello, dai tratti quasi angelici, con una lunga e variopinta chioma, ma ha sempre un'aria desolata, in quanto si sente responsabile per la sorte toccata al gemello, e quindi si porta sulle spalle il peso di tutto ciò (azioni di Zsatist comprese). Zsadist invece, oltre ad esser il meno corpulento dei 5 guerrieri, è anche il più pericoloso e meno attraente: una grossa cicatrice, che parte dalla fronte all'attaccatura del naso, per poi fare una virgola fino al labbro superiore, deturpandolo, lo sfigura. Inoltre ha il corpo ripieno di cicatrici e i tipici segni degli schiavi di sangue: delle bande tatuate su collo e polsi (da dove si beve appunto il sangue).
Ammetto, che fin dall'inizio, nonostante la Ward lo abbia messo su una luce ambigua, mostrandocelo come, oltre al più pericoloso, anche come il meno affidabile del gruppo, mi abbia preso subito, e infatti non vedevo l'ora di arrivare al suo libro, ma andiamo con calma.
Il primo libro, a mio parere, è molto calmo e tranquillo. Leggendolo invoglia anche poco, ma bisogna prenderlo come quei metri di corsa in preparazione al salto dell'asta: la Ward, furbamente, arriva in sordina, per poi colpirti dritto al cuore, e porti in una situazione in cui aneli in modo quasi smanioso a saperne di più, a non esserne mai sazia..

Il secondo libro (Un amore immortale/ Quasi tenebra), parla principalmente della storia di Raghe e Mery, umana molto malata. Inoltre entrano in scenna John, orfano prossimo alla trasmutazione, a sua insaputa, e Bella, vampira dall'alto lignaggio.
Bella e Mery sono vicine, e Mery fa volontariato in un'associazione tipo il telefono amico, dove "conosce" John, orfano muto, e una sera, a casa sua, Bella riconosce ciò che sta succedendo al ragazzo, e decide di avvalersi dell'aiuto della confraternita, e da li parte l'avventura. In primo piano appunto, c'è la storia tra il dongiovanni (per obbligo più che per scelta, anche se gli altri guerrieri non sembrano capire lo stato d'animo di Raghe), dove lui rimane assolutamente incantato dalla ragazza, che è l'unica che riesce a calmare la bestia che c'è in lui (molto meglio di una bella scazzottata con i lesser, o una maratona di sesso, passatemi i termini!), mentre lei non è convinta della cosa, in quanto non riesce a capire come un simile ragazzo possa interessarsi a lei (all'inizio non sa chi è lui, ma sa solo che è amico di Bella).
In secondo piano vediamo comunque il progreddire della storia: la lotta contro i lesser, l'attrazione di Bella per Zsadist, l'inserimento di John nella comunità vampiresca e la sua adozione da parte di Thorment e la bellissima moglie, la cotta per Marissa da parte di Butch che continua, anche se sembrerebbe destinata a non aver mai inizio per la troppa diversità dei due.

Eccoci (con mia grande gioia!) al terzo e attesissimo libro (Un amore impossibile/ Porpora).
Qua si parla di Bella, imprigionata dai lesser, e degli sforzi che la confraternita, in particolar modo Zsadist, fanno per trovarla. Zsadist ci metterà tutto il suo impegno e determinazione (cosa non da poco, visto il personaggio!). Già da qui la Ward inizia a mostrarci altre sfacettature del guerriero in questione, che non fan altro che accrescerne il fascino, specialmente per ciò che succederà una volta che avran trovato la ragazza! Segnato nel profondo da quel secolo di prigionia, dove è stato costretto a subire ogni tipo d'abuso, Zsadist si considera rotto, senza possibilità di cambiare. E su questa sfida gioca Bella..
Devo ammettere che al momento, sulle tre storie, è stata quella che mi ha emozionato maggiormente (e pure fatto volare con la fantasia, se vogliamo dirla tutta!).
Qui entrano in scena altri personaggi, come Revhenge, fratello di Bella.


Gli altri libri sono:
- Un amore violato (Butch)
- Un amore indissolubile (Vishous)
- Lover enshrined (Phury)
- + The Black Dagger Brotherhood: An Insider’s Guide (per i primi sei libri)
- Lover Avenged (Revhenge)
- Lover Mine (John/Therror)
- Lover Unleashed (Payne e Manny)

Che altro dire?! E' una serie che ti cattura, davvero (per leggerlo in fretta ho addirittura trascurato lo studio sotto il periodo d'esami, per far capire fino a che punto riesce a penetrarti dentro)..

In conlusione dico che: se ti piacciono le love story, se ti affascinano i vampiri, il paranormal e affini, è la serie che fa per te!!