Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Ana no

Mostra risultati da 1 a 7 di 7

Discussione: Gomez-Arcos, Agustin - Ana no

  1. #1
    Junior Member
    Data registrazione
    Jan 2011
    Località
    prov.di Milano
    Messaggi
    12
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito Gomez-Arcos, Agustin - Ana no

    Ana aspetta ogni mattina, felice, il ritorno dalla pesca del marito e dei tre figli in un porticciolo andaluso. La guerra civile spezza quel sogno: Ana si ritrova sola per tanti anni, in quella casa in riva al mare. Chiusa nel dolore e nel rifiuto, diventa "Ana no". Un filo di speranza la sostiene: rivedere l'unico figlio rimasto, prigioniero a vita in un carcere nel nord della Spagna. A settant'anni, chiude l'uscio di casa e parte a piedi con il pandolce che lei stessa ha preparato per lui. Un viaggio d'amore e di morte, di scoperta e d'iniziazione, sublimato dalla scarna scrittura di Gomez-Arcos.

    Ana Paucha, singolare personaggio di un piccolo romanzo capolavoro che intraprende un viaggio(a piedi) verso il nord della Spagna (franchista)per raggiungere il suo ultimo figlio prigioniero.Ultimo in tutti i sensi: ultimo nato e unico sopravvissuto.
    Nel corso del tempo Ana perde la sua famiglia, poi gli averi, l'identità, il nome, la bellezza....ma tuttavia lei non dispera.
    Nel suo viaggio incontra la cattiveria , la stupidità, una stanchezza senza nome, la fame, la sete,la solitudine e il dolore di esistere.
    Incontra 3 compagni di strada: una cagna, vecchia e affamata quanto lei, un musicista cieco (che però vede l'essenziale dall'interno) e la compagnia di un circo ambulante di terza categoria.
    Vale a dire l'Innocenza, la Poesia e la Follia, tre tipici oggetti della derisione e del rifiuto sociale.


    E' un romanzo di una bellezza struggente, ha suscitato in me una tenerezza verso il personaggio di Ana,ferita dalla vita ma forte e temeraria nello stesso tempo, mi ha fatto percorrere un viaggio di coraggio e determinazione lungo il suo difficile percorso.
    Mi piace il modo e lo stile dell'autore nel descrivere in modo piuttosto sintetico e con frasi brevi e ricche di punteggiature.
    E' poesia...nonostante la protagonista stia vivendo un dramma di amore e morte.



    Nato nel 1939, nell'andalusia Almeria, Agustin Gomez-Arcos amava definire se stesso uno scrittore libertario, nonché libertino.Per fuggire alla censura di Franco lasciò la Spagna nel '66 scegliendo come terra d'esilio la Francia, di cui adottò la lingua. Al suo primo romanzo, L'agnello carnivoro, fecero seguito Maria Republica e Ana no.
    La sua feroce denuncia del franchismo e delle compromissioni politiche della chiesa è enfatizzata da un senso poetico travolgente che accomuna a sorpresa l'accanito scrittore anticlericale alla grande tradizione dei mistici spagnoli.
    Morì a Parigi nel 1998.
    Ultima modifica di elisa; 01-25-2011 alle 08:47 AM. Motivo: format titolo

  2. #2
    Senior Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    La Spezia
    Messaggi
    5817
    Thanks Thanks Given 
    1225
    Thanks Thanks Received 
    423
    Thanked in
    253 Posts

    Predefinito

    Dev'essere proprio bello,mi ha incuriosito la trama e la descrizione che hai fatto di questo libro,leggero(nella scrittura,intendo..) e profondo.Lo metterò nei miei prossimi acquisti,grazie Brù.

  3. #3
    Junior Member
    Data registrazione
    Jan 2011
    Località
    prov.di Milano
    Messaggi
    12
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Si SALLY, è un libretto leggero anche nelle dimensioni come tutta la collana KIMONO -i testi dell'erranza, non occupano spazio nella borsa, entrano comodamente nella tasca del cappotto


    Grazie elisa per aver corretto l'impostazione del testo, sto per inserirne un altro... se sbaglio ancora non frustarmi...
    bella la copertina che hai inserito, non l'avevo mai vista,il mio libro ha una illustrazione astratta ed è quella più diffusa.

  4. #4
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    19007
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    247
    Thanks Thanks Received 
    740
    Thanked in
    460 Posts

    Predefinito

    ma il titolo italiano è proprio Ana no?

  5. #5
    Junior Member
    Data registrazione
    Jan 2011
    Località
    prov.di Milano
    Messaggi
    12
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da elisa Vedi messaggio
    ma il titolo italiano è proprio Ana no?

    Si elisa, mentre il titolo originale (in francese) è ANA NON .
    Sto cercando ivano le altre opere , sembrano introvabili...chissà perchè!

  6. #6
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    19007
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    247
    Thanks Thanks Received 
    740
    Thanked in
    460 Posts

    Predefinito

    io ho trovato L'agnello carnivoro edito da L'ippocampo ma in effetti non c'è molto altro

  7. #7
    Junior Member
    Data registrazione
    Jan 2011
    Località
    prov.di Milano
    Messaggi
    12
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Ho trovato tutta la sua bibliografia, su wikipedia in lingua spagnola, mi sembra di capire che non tutte le sue opere sono state tradotte in italiano,e quelle poche sono introvabili sia nelle librerie che su internet...uff...mannaggia sapessi leggere e parlare lo spagnolo

    Ormai mi sono incaponita in questa ricerca, DEVO leggere altro di Arcos mi piace moltissimo il suo stile!
    grazie elisa per l'interesse

Ti potrebbero interessare:

 

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •