Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

progetto-per-vietare-alle-donne-di-imparare-a-leggere

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 19

Discussione: Maréchal, Sylvain - Progetto di legge per vietare alle donne di imparare a leggere.

  1. #1
    Señora Memebr
    Data registrazione
    Jan 2011
    Località
    Viterbo
    Messaggi
    2218
    Inserimenti nel blog
    4
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito Maréchal, Sylvain - Progetto di legge per vietare alle donne di imparare a leggere.

    <<Considerando:

    Che imparare a leggere è, per le donne, qualcosa di superfluo e nocivo al loro naturale ammaestramento: è un lusso, il cui pressoché costante risultato fu la corruzione e la rovina dei costumi. [...]

    considerando

    Che l’intento della natura, buona e saggia, è che le donne dedite esclusivamente alle cure domestiche si sentano onorate di tenere tra le mani, non un libro o una penna, bensì la rocca e il fuso. [...] La felicità del genere umano si fonda interamente sui costumi domestici. [...]

    considerando:


    Che l’erudizione di Madame Dacier le fece cambiar sesso; nelle sue dotte disquisizioni, dimenticò tutta l’amabilità del proprio. [...]

    di conseguenza:


    La Ragione vuole (anche a costo di sembrare incivile), che le donne (nubili, maritate o vedove) non ficchino mai il naso in un libro, né impugnino mai una penna. [...]

    La Ragione vuole che ogni sesso stia al suo posto, e che ci resti. Le cose vanno male, quando i due sessi invadono i rispettivi campi. La luna e il sole non brillano insieme.

    La Ragione vuole che una donna possa votare in un’assemblea di famiglia;

    la Ragione disapproverebbe assai che le donne esprimessero le proprie opinioni in un dibattito dell’assemblea nazionale. Il primo dei due sessi, rappresentante naturale dell’altro, discute e decide per entrambi. La voce di una donna tra i legislatori suonerebbe fatalmente cacofonica. Che vadano al mercato, invece!…

    In attesa che analoga decisione venga presa per molti altri libri, tutte le opere composte da o per le donne saranno ammassate quanto prima in un unico deposito. La fiaccola della critica farà della maggior parte di questa massa di volumi, un sacrificio purificatore in nome del buonsenso. (...)

    La ragione vuole che i mariti siano gli unici libri delle loro mogli, ove giorno e notte esse imparino a leggere il proprio destino (...)

    (...) la donna perde in avvenenza e in verecondia nella misura in cui accresce la sua cultura e il suo talento. Nella vita domestica “regnano scandalo e discordia quando la moglie ne sa quanto o più del marito”.
    E poi, “quanto deve essere faticosa la vita domestica per una donna che scrive libri, accanto a un uomo che non li sa scrivere…quanto è ridicolo e rivoltante vedere una ragazza da marito, una donna di casa o una madre di famiglia che infilano rime, imbastiscono parole e si macerano sui libri, mentre la sporcizia, il disordine e la privazione regnano in tutta la casa>>.



    L’avvocato Sylvain Maréchal (1750-1803), illuminista e rivoluzionario, non scherzava. Leggendolo senza sapere nulla dell'autore questo libro assomiglia ad una gustosa ed esilarante parodia sullo stile di “Una modesta proposta” di Swift.
    In realtà - ed è ciò che colpisce più di ogni altra cosa - non è affatto così.

    Il progetto legislativo stilato da Maréchal non è roba da ridere, il buon (si fa per dire) uomo lo pensò prendendosi maledettamente sul serio, in nome della Ragione e della "salute" pubblica.

    La strada verso l'emancipazione femminile era ancora lunga: ricordiamo cosa successe a Olympe De Gouges con la sua Dichiarazione dei diritti della donna e della cittadina (1791). Ghigliottinata “per aver dimenticato le virtù che convenivano al suo sesso”.

    Questo libello (disponibile ora nell'edizione di Archinto, 2007) è figlio di quegli anni tormentati, è agghiacciante nella lucida follia delle argomentazioni proposte, vien voglia di sorridere ad ogni passo eppure quando lo si chiude si resta con una forte sensazione di sconcerto e qualche riflessione in più nella testa.

  2. #2
    Cat Member
    Data registrazione
    Oct 2010
    Località
    Provincia di Milano
    Messaggi
    2031
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    In effetti fa ridere moltissimo finché si paragona ad una parodia... Poi, come dici tu, se si pensa a fondo che queste erano le idee di quel periodo e di molti molti anni in seguito... è molto inquietante .
    Ma dove li trovi tutti questi libri intriganti? Grazie per condividerli con noi Shoofly

  3. #3
    da sudovest
    Data registrazione
    Oct 2009
    Località
    Terra Lat. 41°54´N; Long. 12°29´E
    Messaggi
    1880
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Shoofly Vedi messaggio
    (...) la Ragione disapproverebbe assai che le donne esprimessero le proprie opinioni in un dibattito dell’assemblea nazionale. Il primo dei due sessi, rappresentante naturale dell’altro, discute e decide per entrambi. La voce di una donna tra i legislatori suonerebbe fatalmente cacofonica. Che vadano al mercato, invece!(...) lo pensò prendendosi maledettamente sul serio, in nome della Ragione e della "salute" pubblica (...)
    Praticamente un genio. Sigh...! Non ci sono più i grandi legislatori di una volta...

  4. #4
    Señora Memebr
    Data registrazione
    Jan 2011
    Località
    Viterbo
    Messaggi
    2218
    Inserimenti nel blog
    4
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da skitty Vedi messaggio
    In effetti fa ridere moltissimo finché si paragona ad una parodia... Poi, come dici tu, se si pensa a fondo che queste erano le idee di quel periodo e di molti molti anni in seguito... è molto inquietante .
    Ma dove li trovi tutti questi libri intriganti? Grazie per condividerli con noi Shoofly
    Eheheh.... è riso... amaro.

    Guarda, questo lo trovai per caso curiosando alla Feltrinelli quando abiatavo a Pisa tre anni fa. Mi piacque il commento, che ne offrivano i lettori, scritto su una piccola cartella che era posta accanto allo scaffale.

    Quando entro in libreria devo per forza comprare qualcosa...perché non so, è più forte di me... con questo sistema ho rimediato anche certe pataccate!!!
    Però nel caso di Maréchal l'acquisto fu indovinato!

  5. #5
    Señora Memebr
    Data registrazione
    Jan 2011
    Località
    Viterbo
    Messaggi
    2218
    Inserimenti nel blog
    4
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Zefiro Vedi messaggio
    Praticamente un genio. Sigh...! Non ci sono più i grandi legislatori di una volta...
    Non commento.
    Ma sappi che ho già preparato la "bambolina" con su scritto il tuo nome.....

  6. #6
    da sudovest
    Data registrazione
    Oct 2009
    Località
    Terra Lat. 41°54´N; Long. 12°29´E
    Messaggi
    1880
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Shoofly Vedi messaggio
    Non commento.
    Ma sappi che ho già preparato la "bambolina" con su scritto il tuo nome.....
    ma no dai...perché?

  7. #7
    Cat Member
    Data registrazione
    Oct 2010
    Località
    Provincia di Milano
    Messaggi
    2031
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Zefiro Vedi messaggio
    ma no dai...perché?
    Zef, mi sa che ti dobbiamo spiegare un paio di cosine eh!

  8. #8
    da sudovest
    Data registrazione
    Oct 2009
    Località
    Terra Lat. 41°54´N; Long. 12°29´E
    Messaggi
    1880
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da skitty Vedi messaggio
    Zef, mi sa che ti dobbiamo spiegare un paio di cosine eh!
    spiega spiega... sono in ascolto

  9. #9
    Cat Member
    Data registrazione
    Oct 2010
    Località
    Provincia di Milano
    Messaggi
    2031
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Zefiro Vedi messaggio
    spiega spiega... sono in ascolto
    Shoof, che facciamo? Tu lo tieni fermo, e io lo torturo con il solletico?

  10. #10
    da sudovest
    Data registrazione
    Oct 2009
    Località
    Terra Lat. 41°54´N; Long. 12°29´E
    Messaggi
    1880
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da skitty Vedi messaggio
    Shoof, che facciamo? Tu lo tieni fermo, e io lo torturo con il solletico?
    solletico ?

  11. #11

    Predefinito

    uh!!!! che bello questo progetto di legge!!! un po' tardivo ora...

    oh se fosse stato....






    se fosse stato....

  12. #12
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    5129
    Inserimenti nel blog
    85
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Shoofly Vedi messaggio
    <<Considerando:
    Citazione Originariamente scritto da Shoofly Vedi messaggio
    Che imparare a leggere è, per le donne, qualcosa di superfluo e nocivo al loro naturale ammaestramento: è un lusso, il cui pressoché costante risultato fu la corruzione e la rovina dei costumi. [...]
    considerando
    Che l’intento della natura, buona e saggia, è che le donne dedite esclusivamente alle cure domestiche si sentano onorate di tenere tra le mani, non un libro o una penna, bensì la rocca e il fuso. [...] La felicità del genere umano si fonda interamente sui costumi domestici. [...]
    considerando:
    Che l’erudizione di Madame Dacier le fece cambiar sesso; nelle sue dotte disquisizioni, dimenticò tutta l’amabilità del proprio. [...]
    di conseguenza:
    La Ragione vuole (anche a costo di sembrare incivile), che le donne (nubili, maritate o vedove) non ficchino mai il naso in un libro, né impugnino mai una penna. [...]
    La Ragione vuole che ogni sesso stia al suo posto, e che ci resti. Le cose vanno male, quando i due sessi invadono i rispettivi campi. La luna e il sole non brillano insieme.
    La Ragione vuole che una donna possa votare in un’assemblea di famiglia; ...
    la Ragione disapproverebbe assai che le donne esprimessero le proprie opinioni in un dibattito dell’assemblea nazionale. Il primo dei due sessi, rappresentante naturale dell’altro, discute e decide per entrambi. La voce di una donna tra i legislatori suonerebbe fatalmente cacofonica. Che vadano al mercato, invece!…
    In attesa che analoga decisione venga presa per molti altri libri, tutte le opere composte da o per le donne saranno ammassate quanto prima in un unico deposito. La fiaccola della critica farà della maggior parte di questa massa di volumi, un sacrificio purificatore in nome del buonsenso. (...)

    ...interessante! Ma tutte le donne? Io avrei una mia lista che comprenderebbe, sì alcune donne, ma anche qualche uomo... tutto ciò è ancora possibile?


    Citazione Originariamente scritto da Shoofly Vedi messaggio
    La ragione vuole che i mariti siano gli unici libri delle loro mogli, ove giorno e notte esse imparino a leggere il proprio destino
    Citazione Originariamente scritto da Shoofly Vedi messaggio
    (...)

    ehm..potrebbe anche andar bene, ma esattamente con "ove giorno e notte esse imparino a leggere il proprio destino"! Cosa s'intende?


    Citazione Originariamente scritto da Shoofly Vedi messaggio
    (...) la donna perde in avvenenza e in verecondia nella misura in cui accresce la sua cultura e il suo talento. Nella vita domestica “regnano scandalo e discordia quando la moglie ne sa quanto o più del marito”.


    E poi, “quanto deve essere faticosa la vita domestica per una donna che scrive libri, accanto a un uomo che non li sa scrivere…quanto è ridicolo e rivoltante vedere una ragazza da marito, una donna di casa o una madre di famiglia che infilano rime, imbastiscono parole e si macerano sui libri, mentre la sporcizia, il disordine e la privazione regnano in tutta la casa>>.


    Quando il talento vien gettato alle ortiche ciò può anche esser vero...


    le frasi in grassetto sono molto vere e non del tutto sbagliate.



    Citazione Originariamente scritto da Shoofly Vedi messaggio

    L’avvocato Sylvain Maréchal (1750-1803), illuminista e rivoluzionario, non scherzava. Leggendolo senza sapere nulla dell'autore questo libro assomiglia ad una gustosa ed esilarante parodia sullo stile di “Una modesta proposta” di Swift.



    In realtà - ed è ciò che colpisce più di ogni altra cosa - non è affatto così.



    Il progetto legislativo stilato da Maréchal non è roba da ridere, il buon (si fa per dire) uomo lo pensò prendendosi maledettamente sul serio, in nome della Ragione e della "salute" pubblica.



    Beh!Direi che certamente a "questo" tipo d'uomo avrebbe totalmente danneggiato la salute.

    Citazione Originariamente scritto da Shoofly Vedi messaggio

    La strada verso l'emancipazione femminile era ancora lunga: ricordiamo cosa successe a Olympe De Gouges con la sua Dichiarazione dei diritti della donna e della cittadina (1791). Ghigliottinata “per aver dimenticato le virtù che convenivano al suo sesso”.



    Questo libello (disponibile ora nell'edizione di Archinto, 2007) è figlio di quegli anni tormentati, è agghiacciante nella lucida follia delle argomentazioni proposte, vien voglia di sorridere ad ogni passo eppure quando lo si chiude si resta con una forte sensazione di sconcerto e qualche riflessione in più nella testa.


    Io non posso far altro che sorridere.La condizione della donna oggi, da noi, è mutata...



    quello che non mi fa sorridere è la condizione dell'uomo (essere umano) oggi in alcuni paesi e per certi aspetti anche nel nostro.

  13. #13
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    5129
    Inserimenti nel blog
    85
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Shoofly Vedi messaggio
    Non commento.
    Ma sappi che ho già preparato la "bambolina" con su scritto il tuo nome.....
    Così non funzionerebbe, occorre una ciocca di capelli...

  14. #14
    Señora Memebr
    Data registrazione
    Jan 2011
    Località
    Viterbo
    Messaggi
    2218
    Inserimenti nel blog
    4
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da asiul Vedi messaggio
    Così non funzionerebbe, occorre una ciocca di capelli...
    Azzz.... lo dicevo io....

  15. #15
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    5129
    Inserimenti nel blog
    85
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Nikki Vedi messaggio
    uh!!!! che bello questo progetto di legge!!! un po' tardivo ora...

    oh se fosse stato....





    se fosse stato....
    Si può sempre rimediare,ma suggerirei di modificare l'oggetto.. escluderei la donna in senso generale e lo cambierei includendo nel progetto di legge ogni individuo con spiccata e compiacente idiozia...

Discussioni simili

  1. Risposte: 46
    Ultimo messaggio: 01-02-2011, 03:11 AM
  2. White, Sylvain - The losers
    Da Living with passion nel forum Piccola cineteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 07-28-2010, 11:31 PM
  3. Vichi, Marco - Donne Donne
    Da Lollina nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 04-08-2010, 04:14 PM
  4. Chomet, Sylvain - Appuntamento a Belleville
    Da elisa nel forum Piccola cineteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 02-13-2010, 10:06 PM
  5. Uomini e donne di fronte alle emozioni
    Da elisa nel forum Amici
    Risposte: 13
    Ultimo messaggio: 01-25-2009, 11:35 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •