Destini incrociati’ continua l’avventuroso viaggio nel tempo dei protagonisti Jamie e Claire che, con un piede in America e un piede in Scozia, incroceranno addirittura personaggi storici come Benjamin Franklin e Benedict Arnold.

Il volume si apre nel 1777, la ribellione dei coloni americani sta raggiungendo l’apice e Jamie e Claire sanno che il loro destino è apparentemente segnato. Stare dalla parte dei rivoltosi vincitori non garantisce la salvezza ai Fraser, e Jamie è terrorizzato all’idea di uno scontro a fuoco con il giovane William, suo figlio illegittimo e ufficiale dell’esercito di Sua Maestà.

Forse l’unica speranza è tornare a Lallybroch dove, a due secoli di distanza, vivono Roger e Brianna. Nel caos della guerra, però, non è per nulla facile trovare una via sicura e nemmeno Claire, viaggiatrice nel tempo, è in grado di prevedere la tragedia che potrebbe separarla per sempre da Jamie.

Nel frattempo nell’apparente tranquillità del ventesimo secolo, Brianna trova in casa una cassetta con le lettere dei suoi genitori e, insieme, a Roger, legge angosciata le peripezie in cui “stanno incorrendo” Jamie e Claire e che, paradossalmente, potrebbero rovesciarsi sul presente e costituire una minaccia per la loro famiglia

UN BRANO – “«Siamo vivi», ripeté Brianna MacKenzie, la voce tremante. Levò lo sguardo verso Roger, mentre si premeva la lettera contro il petto con entrambe le mani. Il viso era rigato di lacrime, ma una luce gloriosa le illuminava gli occhi azzurri. «Vivi!»

«Fammi vedere.» Lui stesso sentiva il cuore che gli martellava nel petto, al punto che udì a malapena la sua stessa voce. Le tese una mano, e lei gli consegnò la lettera. Gli andò vicino e, mentre lui leggeva, rimase aggrappata al suo braccio, incapace di distogliere lo sguardo da quel pezzo di carta antica. Roger ne apprezzò la ruvidezza: era fatta a mano, e tra le fibre erano ancora visibili le foglie e i fiori. Pur se ingiallita, si era conservata nel tempo, mantenendosi resistente e sorprendentemente flessibile. Era stata la stessa Bree a fabbricarla, oltre duecento anni prima…”

La storia è scritta in due volumi - sono stati pubblicati nel 2010 - il secondo è - "Il prezzo della vittoria" la trama continua ad essere avvincente anche se il primo volume di questa serie "La Straniera" è stato scritto diversi anni fa, ogni volume tocca un periodo storico ricco di episodi reali.