TRAMA:
Lissa Dragomir, principessa Moroi, vampiro mortale, dev'essere protetta a tempo pieno dalle minacce degli Strigoi, i vampiri più pericolosi, quelli che non muoiono mai. La sua migliore amica e custode, Rose, è una Dhampir, un incrocio fra vampiro e umano. Rose e Lissa, dopo due anni di fuga dal loro mondo per assaggiare un po' di realtà, vengono intercettate e riportate a St. Vladimir's, l'Accademia dei Vampiri in cui studiano. Quando ci riescono: perché tra balli e innamoramenti, flirt con i più anziani, fascinosi tutor e conflitti sempre aperti con gli insidiosi Strigoi hanno pochissimo tempo per pensare ai libri.

COMMENTO:
La prima volta che provai a leggere questo libro, lo misi via dopo qualche pagina, annoiata a morte!
Ma, essendo una grande amante dei libri di Richelle Mead (Georgina Kincaid Series e Dark Swan Series) ho voluto dare a questa serie una seconda possibilità, così ho ripreso in mano questo libro e mi sono data da fare a leggerlo.
Non so cosa diavolo avessi avuto quel giorno in cui ritenni questo libro NOIOSO! Davvero! Perchè proprio NON LO E'!!! E dopo appena una ventina di pagine ho iniziato ad amare Rose (è grandiosa!) e a diventare sempre più curiosa.
Molto bello e tenero anche il rapporto tra Rose e Lissa.
E poi, vogliamo parlare di Dimitri? Parliamone, eccome! Per il primo terzo di libro non sappiamo granchè di lui, e mantiene anche un rapporto freddo e alquanto distante e professionale con Rose... Fino alla scena in cui lui si prende cura delle sue (di Rose) mani, rovinate dal freddo e dagli allenamenti. Qui, lui inizia a parlare un po' di sé, del suo passato e della sua famiglia e... come Rose inizio ad innamorarmene! Ahhh... (sospiro).

Non aggiungo altro, perchè vi rovinerei il divertimento! Dovete leggerlo, e leggere anche il seguito!