Come quasi tutti i romanzi dell'autore protagonista è l'upper class newyorkese , parallelamente a New York stessa, di volta in volta matrigna, madre, amica o complice.
All'alba dell'11 settembre si apre questa confusa storia d'amore, di sopravvivenza e di speranza.
Due nuclei famigliari paralleli,Corinne e Russel Calloway, con figli gemelli al seguito e quella di Sasha e Luke McGavock, con la loro ribelle figlia adolescente.
Banali superficialitÃ*, banali delusioni amorose, tradimenti ed ipocrisie ma tutte sulla devastante tragedia delle torre gemelle, sul costante senso di precarietÃ* che invadeva i newyorkesi, sulla polvere , i calcinacci , il dolore e le morti che questo ha comportato.
Delicato, scorrevole, ironico, in qualche punto poetico e mai retorico.
Dolce amaro come tutti i romanzi di McInerney( tra l'altro riprende la storia di Corinne e Russel giÃ* trattata in"si spengono le luci"circa dieci anni prima).