Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Istruzioni alla servitù

Mostra risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Swift, Jonathan - Istruzioni alla servitù

  1. #1
    Señora Memebr
    Data registrazione
    Jan 2011
    Località
    Viterbo
    Messaggi
    2218
    Inserimenti nel blog
    4
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito Swift, Jonathan - Istruzioni alla servitù

    Queste "istruzioni" alla servitù furono concepite da Swift già nel 1704. Dopo un lungo periodo di vent’anni in cui l’autore si dedicò ad “altro” (e pubblicò I viaggi di Gulliver, Il racconto di una botte, Una modesta proposta) l’abbozzo fu ripreso ed ampliato in più punti, ma non fu mai portato a termine.
    Malgrado lo stato di frammentarietà e le imperfezioni, evidenti soprattutto nella parte finale, il libro fu pubblicato postumo nel 1745, anno della morte di Swift.

    Quest’operetta satirica il cui intento - nello spirito migliore dell'autore – è stigmatizzare i vizi, le prevaricazioni, le malefatte di cui sono capaci i servi, è solo apparentemente rivolta a questi ultimi.
    Nonostante riunisca una serie di consigli e dritte che vengono date ai servi per aiutarli a lavorare il meno possibile, ma con i maggiori vantaggi, non è da considerarsi nemmeno come un manuale di “autodifesa” per i padroni.

    Il trattatello ha come scopo l’irrisione più che l’istruzione, ha tutto lo spessore del pamphlet di tema politico, dove dietro alle bassezze dei domestici si cela una critica feroce della classe nobiliare inglese, sempre più appannata e in ritardo nei confronti dell’Illuminismo nascente.

    A distanza di quasi tre secoli questo libello appare ancora attualissimo: basta immaginare le situazioni in un ambiente di lavoro moderno, sostituendo la parola "padrone" con "capo" e la parola "servo" con "impiegato/operaio”:

    "Se il padrone chiama un servo per nome, se quel servo non è a portata di voce, nessuno di voi risponda, altrimenti non ci saranno più limiti alla vostra oppressione".

    "Quando hai fatto un danno sii sempre spavaldo e insolente, e comportati come se tu fossi il danneggiato: questo toglierà immediatamente al padrone la sua boria".

    "Non accorrere mai finchè non sei stato chiamato 3 o 4 volte, perchè solo i cani accorrono al primo fischio."

  2. #2
    Senior Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    La Spezia
    Messaggi
    5819
    Thanks Thanks Given 
    1234
    Thanks Thanks Received 
    425
    Thanked in
    255 Posts

    Predefinito

    "Non accorrere mai finchè non sei stato chiamato 3 o 4 volte, perchè solo i cani accorrono al primo fischio."
    ....il più delle volte neanche loro

Ti potrebbero interessare:

 

Discussioni simili

  1. Swift, Jonathan - I viaggi di Gulliver
    Da Lucripeta nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 17
    Ultimo messaggio: 05-21-2017, 08:14 PM
  2. Swift, Jonathan – Una modesta proposta.
    Da Shoofly nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 08-08-2012, 12:06 AM
  3. Swift, Jonathan - Favola della botte
    Da nicole nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 09-22-2009, 08:08 PM
  4. Swift, Jonathan
    Da Lucripeta nel forum Autori
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 12-14-2008, 11:30 AM
  5. Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 09-20-2008, 07:42 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •