Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 3 di 49 PrimoPrimo 12345678910111213 ... UltimoUltimo
Mostra risultati da 31 a 45 di 724

Discussione: Ci facciamo una risata?

  1. #31
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2007
    Località
    Treviso
    Messaggi
    998
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Il nuovo prete della parrocchia era molto nervoso per la sua prima messa e quasi non riusciva a parlare. Domandò quindi all’Arcivescovo come poteva fare per rilassarsi e questi gli suggerì di mettere un pochino di Tequila nell’acqua della Messa. Così fece. Si sentì cosi bene che avrebbe potuto fare la predica in mezzo ad una tempesta. Però quando tornò in canonica, trovò la seguente lettera dell’Arcivescovo:
    Caro Don Angelo,
    qualche appunto spicciolo: la prossima volta, metta un po’ di Tequila nell’acqua e non viceversa, e non sta bene mettere limone e sale sul bordo del calice. La manica della tonaca non deve essere usata come tovagliolo. Ci sono 10 comandamenti e non 12. Non ci si riferisce alla croce come “quella grande T di legno”. Non ci si riferisce a Giuda come “quel figlio di puttana”, e sua madre e suo padre non erano rispettivamente una zoccola e un ricchione. Quello sulla croce, anche se con la barba assomiglia a Che Guevara, non era lui ma Nostro Signore Gesù Cristo. Cerchi di indossare le mutande, e quando ha caldo eviti di rinfrescarsi tirando su la tonaca. I peccatori quando muoiono vanno all’inferno, non “a farsi fottere”. La messa deve durare 1 ora circa e non due tempi da 45 minuti, e quello che girava vestito di nero è il sagrestano, non “quel cornuto dell’arbitro”. Quello che le stava seduto a fianco ero io, il suo Arcivescovo, non “una checca in gonna rossa”. La formula finale corretta e’ “La Messa è finita, andate in pace” e non “Che mal di testa, andate tutti fuori dai coglioni”. Per il resto, mi pare andasse tutto bene. L’Arcivescovo







    Una signora vuole un animale domestico per farle un po’ di compagnia mentre i figli sono a scuola e il marito al lavoro. Dopo averci pensato un po’ decide di scartare cani e gatti perchè danno troppo da fare... Meglio un bel pappagallo che sa anche parlare. Però c’è un problema: costano tutti un sacco!
    Ma un giorno, per caso, ne vede uno esposto in un negozio, che costa solo 25 euro. “Fantastico!” pensa. Mentre sta per pagare, il commesso le dice: “Senta Signora, devo pero dirle una cosa imbarazzante... sa, non è un caso che costi così poco... il fatto è che sto pappagallo ha vissuto fino ad ora in un..... bordello”. Ma è talmente bello che la signora decide di comprarlo ugualmente. Arriva a casa, lo piazza nella sua gabbia in salotto e aspetta con pazienza che dica qualcosa. Il pappagallo si guarda un po’ attorno, studia la stanza e la sua nuova padrona e alla fine dice: “Ok, nuova casa, nuova maitresse”. La signora si imbarazza un po’ ma poi ci ride sopra. In fondo non ha detto niente di così sconveniente. Tornano a casa le figlie da scuola e il pappagallo, dopo averle squadrate: “Nuova casa, nuova maitresse, nuove ragazze”. Le ragazze si guardano allibite, ma poi si uniscono alle risate della madre. Alle 6 torna a casa il marito. Il pappagallo lo guarda bene, guarda ancora madre e figlie e dice: “Nuova casa, nuova maitresse, nuove ragazze, .... ueilààààà Danilo, come vaa?”

  2. #32
    Reef Member
    Data registrazione
    Feb 2009
    Località
    Fondi... ma non troppo
    Messaggi
    4248
    Inserimenti nel blog
    19
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito

    Voglio riportare alla luce questa poesia geniale di una persona altrettanto geniale che mi manca molto all'interno del forum: ZARATIA!!

    Note: da leggere a voce alta con MOLTO PATHOS e con tono drammatico. Fate attenzione alle assonanze e alle finezze tecniche...

    Canto Notturno di un Panzer Dimagrante

    (canzone in 5 strofe, 7 endecasillabi e 1 settenario al II verso, schema ABC ABC DD)

    Oh subduzione giambica, parasti?
    Zampettasti sboldrina
    o deificasti lo zoo comunardo?
    Vedo fronde fresche di fini casti,
    apokolokintosys alcalina
    pura colica di foca di dardo.
    Ippocastano ipocalorico,
    oh ippocastano iperbolico!

    Pannocchie berilliche scatarranti,
    cotogna e zampogna
    calcalcalina di folpi lascivi,
    pustoliche pinne delugubranti,
    bulbo anatettico di fogna;
    pantalassa antalgica, arrivi
    e conocchia fotonica arridi:
    sfaldi chemioterapizzandi lidi.

    Panzer dimagrante! Fonte di travi,
    esiti e sgambetti
    come cozze barocche e ampolle
    folleggianti di trobadoriche navi;
    fulcro funambolo, spanzi anfratti,
    emprizzi folkloreggianti zolle.
    Zozze zuppe e zucche zuzzurellone,
    golgota di giuggiole di gorgone!

    Voi, palinsesti ostetrici, magmi
    onomatopeici,
    fermentate sulfuree fanfare
    e ginuflettete ludici sintagmi.
    Se talami fenomenologici
    e corroboranti, scevre zanzare
    scatenano zompettanti fettoni,
    fetori di falloppio e anioni.

    Beoti di tartaro e sanculotti
    pelano protozoi
    fonicamente infeltriti e conati,
    ascelle e dirimpetti corrotti!
    Oh donzelletta, ti rapprendi con noi,
    e baldanti cataratte, cobalti
    corollarici d'azzurro secreto,
    ablativi finocchi riempi di veto!

  3. #33
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2007
    Località
    Treviso
    Messaggi
    998
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Due amici parlano tra loro:
    - Lo sai che ieri sono andato a vedere un film porno in un cinema 3D?
    - Davvero? E com’era? Era realistico?
    - Certo! Sembrava ci venissero addosso!!!







    L’altra settimana ho portato degli amici ad un ristorante e ho notato che il cameriere che ci ha preso l’ordinazione aveva un cucchiaio nel taschino della camicia, ma non ci ho fatto caso più di tanto. Però mi sono accorto che ce l’aveva anche il ragazzo che ha apparecchiato... Mi sono guardato intorno e ho visto che tutto il personale aveva un cucchiaio nel taschino. Quando il cameriere è tornato, gli ho chiesto il perché del cucchiaio. “Vede - mi ha spiegato - i titolari si sono rivolti alla Andersen Consulting, esperti in efficienza, per revisionare le procedure del ristorante. Dopo mesi di analisi statistiche, hanno concluso che i clienti fanno cadere il cucchiaio il 78% piu spesso che altre posate, per un totale di circa 3 cucchiai all’ora. Se il personale è pronto per queste evenienze, possiamo ridurre i viaggi cucina-sala, risparmiando 1.5 ore/uomo ogni sera”. Appena ha finito di parlare, da un tavolo e caduto un cucchiaio. Il cameriere l’ha sostituito subito, e ha spiegato: “Ora ho tutto il Tempo di prenderne un altro di riserva con comodo, quando passerò dalla cucina, invece di andarci apposta”. Ero impressionato. Il cameriere continuava a prendere gli ordini, e mentre i miei amici ordinavano, ho continuato a guardarmi intorno. Mi sono così accorto che ciascun cameriere aveva un cordino che dall’asola dei pantaloni finiva dentro la cerniera. La curiosità mi ha spinto a chiedere al cameriere che cosa fosse quel cordino. “Mi complimento per il suo spirito di osservazione. La Andersen ha scoperto anche che potevamo risparmiare tempo in gabinetto. Ehm... tirandolo fuori col cordino, possiamo avvicinarlo all’orinatoio senza toccarlo, eliminando la necessità di lavarsi le mani; cosi il tempo trascorso in bagno si riduce del 58%”. “Ok, capisco - ho detto io - il cordino vi aiuta a tirarlo fuori, ma come lo rimettete dentro?” “Beh - ha sussurato - non so gli altri camerieri, ma io uso il cucchiaio...”.

  4. #34
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2007
    Località
    Treviso
    Messaggi
    998
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Gesù si frappone alla folla che sta per lapidare un’adultera: alza le braccia, chiede silenzio e dice: “Chi è senza peccato scagli la prima pietra!”. E una donna lancia un sasso... Gesù la guarda ed esclama: “Oh, mamma, ma sei sempre in mezzo alle balle?!”







    Una ragazza è appena stata lasciata dal fidanzato, ha anche perso il lavoro ed è pure stata sfrattata... così, disperata, cerca di buttarsi da un ponte ma passa Babbo Natale e la ferma: “Ragazza, non ti buttare, perchè vuoi ucciderti?” La sventurata gli racconta l’accaduto e lui le dice: “Ascolta, se vieni a letto con me io ti aiuterò.” La ragazza allora va a letto con lui e poi gli dice: “Ora però mi aiuti?” Al che Babbo Natale risponde: “Dimmi, quanti anni hai?” Lei: “21…” E lui: “E a 21 anni credi ancora a Babbo Natale????”

  5. #35
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2007
    Località
    Treviso
    Messaggi
    998
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    LEI: perchè non mi baci mai?
    LUI: soffro...
    LEI: perchè non mi dici mai che mi ami?
    LUI: soffro...
    LEI: ma perchè soffri tanto?
    LUI: se mi lasci finire... SOFFRO... CIOOOOOOO!!!







    Un ufficiale militare in libera uscita va da una prostituta:
    “SIGNORINA SONO DISPOSTO A PAGARE PER I SUOI SERVIZI!!”
    “Certo bello, si può fare...”
    “QUANTO VUOLE PER LA MIA COMPAGNIA?”
    “Bhè... 50 euro... come per tutti gli altri miei clienti...”
    “OTTIMO!!! COMPAGNIAAAAA AVANTI MARSH!”

  6. #36

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Masetto Vedi messaggio
    Una ragazza è appena stata lasciata dal fidanzato, ha anche perso il lavoro ed è pure stata sfrattata... così, disperata, cerca di buttarsi da un ponte ma passa Babbo Natale e la ferma: “Ragazza, non ti buttare, perchè vuoi ucciderti?” La sventurata gli racconta l’accaduto e lui le dice: “Ascolta, se vieni a letto con me io ti aiuterò.” La ragazza allora va a letto con lui e poi gli dice: “Ora però mi aiuti?” Al che Babbo Natale risponde: “Dimmi, quanti anni hai?” Lei: “21…” E lui: “E a 21 anni credi ancora a Babbo Natale????”

  7. #37
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2007
    Località
    Treviso
    Messaggi
    998
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    http://www.divinotelma.com/divinotel...tagiornale.htm







    Totti va a Trigoria e Spalletti gli dice:
    - Ah France'... ma non te sei accorto che c'hai una scarpa della Nike e una dell'Adidas?!? Dai, vai a casa e cambiati!
    Francesco torna di corsa a casa e poi di nuovo al campo d'allenamento dove trova l'allenatore al quale fa:
    - Mister, m'avete fatto anna' a casa pe' gnente... pure lì c'ho una scarpa della Nike e una dell'Adidas!

  8. #38
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2007
    Località
    Treviso
    Messaggi
    998
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Polonia, 1942: le S.S. piombano in piazza e organizzano una retata. Un giovane prete riesce a fuggire, subito inseguito da un altrettanto giovane nazista. Ad un certo punto il fuggitivo si trova davanti un muro, è spacciato! Il soldato prende la mira e sta per fare fuoco, ma all’improvviso, dal cielo plumbeo, il Signore interviene con voce tonante: “FERMO! NON OSARE SPARARE! QUESTO GIOVANE POLACCO UN GIORNO SARA’ PAPA!” Perplesso, il tedesco risponde: “Va bene Signore... ma io?” “Tu... tu... tu... tu dopo!”







    Un giornalista RAI viene inviato in Sardegna per intervistare l’uomo più vecchio d’Italia: 118 anni! Dopo i dovuti convenevoli, il giornalista viene fatto accomodare nella casa di campagna del vecchietto, ed inizia la sua intervista:
    “Signor Porcu, per rompere il ghiaccio le vorrei fare una domanda che le potrà sembrare un po’ banale, ma considerando la sua età, chissà quante avventure avrà avuto in vita sua! Qual è stato il giorno più bello della sua vita?”
    “Il giorno piùbbello della mia vitta fu quando perdemmo la peccora! Per monti e per valli noi la cercammo, e poi quando trovvatta la ebbimo, una gran festa facemmo, e tutti ad incullare la ppecora per tutta la notte!”
    “Ehm... fantastico. Però capirà che questa è una cosa che in tv non si può raccontare, da casa ci guardano anche i bambini. Mi racconti un altra bella esperienza della sua vita.”
    “Un’alttra ggiornata bella fu quando perdemmo il montonne: per monti e per valli noi lo cercammo, e poi quando lo trovammo, tutti ad incullare il montonne per tutta la nnotte!”
    “Ok, ok... ho capito. Facciamo così, le cambio la domanda. Mi racconti il giorno più brutto della sua vita.”
    “Eh... perso mi ero.”

  9. #39
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2007
    Località
    Treviso
    Messaggi
    998
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    LUI: - Cara, davvero sono il primo a chiederti di fare certe cose?
    LEI: - Sì, il primo.
    LUI: - Ma davvero davvero il primo? Che brava ragazza...
    LEI: - Beh, a tutti gli altri ho dovuto chiederlo io!







    Ci sono due suore: Suor Logica e Suor Matematica. Stanno passeggiando nei boschi attorno al convento. E’ tardi e comincia ad imbrunire...
    Suor Matematica: Hai notato l’uomo che ci segue? Chissà cosa vuole...
    Suor Logica: E’ logico… ci vuole violentare!
    Suor Matematica: Oh Dio, oh Dio… dalla distanza a cui si trova ci raggiungerà in 5’ e 18”. Che fare?
    Suor Logica: L’unica cosa logica è accelerare il passo.
    Suor Matematica: Oh Dio, oh Dio… non funziona!
    Suor Logica: Eh già! Logicamente ha accelerato anche lui.
    Suor Matematica: Oh Dio, oh Dio! La distanza è diminuita! Ci raggiungerà in 1’ e 44”!!!
    Suor Logica: L’unica soluzione logica è dividerci, tu vai di là e io di qua. Logicamente non può seguire tutt’e due!
    L’uomo decide di seguire Suor Logica, così Suor Matematica raggiunge salva il convento, ma è molto preoccupata per l’altra... che però arriva in convento poco dopo.
    Suor Matematica: Suor Logica, grazie a Dio! Racconta, racconta!
    Suor Logica: L’uomo non poteva che seguire solo una di noi, e logicamente ha scelto me!
    Suor Matematica (un po’ irritata): Sì, sì, lo so, ma dopo?!
    Suor Logica: Secondo i canoni della logica, io correvo sempre più forte e lo stesso faceva lui...
    Suor Matematica: Sì, sì, ma poi?!
    Suor Logica: Come è logico, mi raggiunse...
    Suor Matematica: Oh Dio! Oh Dio! E tu che facesti?
    Suor Logica: L’unica cosa logicamente possibile: mi tirai su la veste...
    Suor Matematica: Orrore! Orrore!!! E lui?!
    Suor Logica: Logicamente, si tirò giù le brache...
    Suor Matematica: Gesù, Gesù!!! Che accadde allora?!
    Suor Logica: Logico!
    Suor Matematica: ???????????
    Suor Logica: Una monaca con la veste su, corre molto più velocemente di un uomo con le brache giù…







    La moglie dice al marito: “Caro, ormai nostro figlio e’ grande, non possiamo piu’ dire “andiamo a fare l’amore”, dobbiamo usare un termine che lo confonda.” “Vabbe’, diciamo “andiamo a fare la lavatrice””, risponde lui.
    Il giorno dopo, il marito: “Dai cara, andiamo a fare la lavatrice.” E la moglie: “No, dai, sono stanca, facciamo un altro giorno.” La cosa si ripete per parecchie sere, finchè la moglie finalmente accetta e dice al figlio: “Piero, vai a dire a papa’ che stasera facciamo la lavatrice.” Dopo un paio di minuti Piero torna e dice alla mamma: “Mamma, ha detto papa’ di dirti che non importa, ha gia’ fatto il bucato a mano.”

  10. #40
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10400
    Thanks Thanks Given 
    474
    Thanks Thanks Received 
    487
    Thanked in
    343 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Masetto Vedi messaggio
    Polonia, 1942: le S.S. piombano in piazza e organizzano una retata. Un giovane prete riesce a fuggire, subito inseguito da un altrettanto giovane nazista. Ad un certo punto il fuggitivo si trova davanti un muro, è spacciato! Il soldato prende la mira e sta per fare fuoco, ma all’improvviso, dal cielo plumbeo, il Signore interviene con voce tonante: “FERMO! NON OSARE SPARARE! QUESTO GIOVANE POLACCO UN GIORNO SARA’ PAPA!” Perplesso, il tedesco risponde: “Va bene Signore... ma io?” “Tu... tu... tu... tu dopo!”


    Un giornalista RAI viene inviato in Sardegna per intervistare l’uomo più vecchio d’Italia: 118 anni! Dopo i dovuti convenevoli, il giornalista viene fatto accomodare nella casa di campagna del vecchietto, ed inizia la sua intervista:
    “Signor Porcu, per rompere il ghiaccio le vorrei fare una domanda che le potrà sembrare un po’ banale, ma considerando la sua età, chissà quante avventure avrà avuto in vita sua! Qual è stato il giorno più bello della sua vita?”
    “Il giorno piùbbello della mia vitta fu quando perdemmo la peccora! Per monti e per valli noi la cercammo, e poi quando trovvatta la ebbimo, una gran festa facemmo, e tutti ad incullare la ppecora per tutta la notte!”
    “Ehm... fantastico. Però capirà che questa è una cosa che in tv non si può raccontare, da casa ci guardano anche i bambini. Mi racconti un altra bella esperienza della sua vita.”
    “Un’alttra ggiornata bella fu quando perdemmo il montonne: per monti e per valli noi lo cercammo, e poi quando lo trovammo, tutti ad incullare il montonne per tutta la nnotte!”
    “Ok, ok... ho capito. Facciamo così, le cambio la domanda. Mi racconti il giorno più brutto della sua vita.”
    “Eh... perso mi ero.”
    Queste due sono bellissime!

  11. #41
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10400
    Thanks Thanks Given 
    474
    Thanks Thanks Received 
    487
    Thanked in
    343 Posts

    Predefinito

    L'uccelletto - di Trilussa

    Era d'Agosto e il povero uccelletto
    Ferito dallo sparo di un moschetto
    Andò per riparare l'ala offesa,
    a finire all'interno di una chiesa.

    Dalla tendina del confessionale
    Il parroco intravvide l'animale
    Mentre i fedeli stavano a sedere
    Recitando sommessi le preghiere.

    Una donna che vide l'uccelletto
    Lo prese e se lo mise dentro il petto.
    Ad un tratto si sentì un pigolio
    Pio pio, pio pio, pio pio.

    Qualcuno rise a sto cantar d'uccelli
    E il parroco, seccato urlò: "Fratelli!
    Chi ha l'uccello mi faccia il favore
    Di lasciare la casa del Signore!"

    I maschi un po' sorpresi a tal parole
    Lenti e perplessi alzarono le suole,
    ma il parroco lasciò il confessionale
    e: "Fermi - disse - mi sono espresso male!

    Tornate indietro e statemi a sentire,
    solo chi ha preso l'uccello deve uscire!"
    a testa bassa e la corona in mano,
    le donne tutte usciron pian piano.

    Ma mentre andavan fuori gridò il prete:
    "Ma dove andate, stolte che voi siete!
    Restate qui, che ognuno ascolti e sieda,
    io mi rivolgo a chi l'ha preso in chiesa!"

    Ubbidienti in quello stesso istante
    le monache si alzarono tutte quante
    e con il volto invaso dal rossore
    lasciarono la casa del Signore.

    "Per tutti i santi - gridò il prete -
    sorelle rientrate e state quiete.
    Convien finire, fratelli peccatori,
    l'equivoco e la serie degli errori:
    esca solo chi è così villano
    da stare in chiesa con l'uccello in mano.

    Ben celata in un angolo appartato
    Una ragazza col suo fidanzato,
    in una cappelletta laterale,
    ci mancò poco si sentisse male

    e con il volto di un pallore smorto
    disse: "Che ti dicevo? Se n'è accorto!"

  12. #42
    Alfaheimr
    Data registrazione
    May 2009
    Località
    Erewhon
    Messaggi
    1585
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Non vogliamo dichiarare Masetto "Reginetto" di questo topic ?



  13. #43
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2007
    Località
    Treviso
    Messaggi
    998
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da alessandra Vedi messaggio
    L'uccelletto - di Trilussa
    Bellissima

  14. #44
    b
    Data registrazione
    Mar 2009
    Località
    un paesino molto remoto
    Messaggi
    1890
    Inserimenti nel blog
    18
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da alessandra Vedi messaggio
    L'uccelletto - di Trilussa
    E' straordinaria.... prima volta l'avevo sentita qui:


  15. #45
    b
    Data registrazione
    Mar 2009
    Località
    un paesino molto remoto
    Messaggi
    1890
    Inserimenti nel blog
    18
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Lettera di una Mamma al figlio Carabiniere

    Caro figlio,

    ti scrivo queste poche righe perchè tu sappia che ti ho scritto.
    Se ricevi questa lettera, vuol dire che è arrivata,se non la ricevi, fammelo sapere, così te la rimando.
    Scrivo lentamente perchè so che tu non sai leggere in fretta.
    Qualche tempo fa tuo padre ha letto sul giornale che la maggior parte degli incidenti capitano entro un raggio di un chilometro dal luogo di abitazione così abbiamo deciso di traslocare un pò più lontano.
    La nuova casa è meravigliosa ,c’è anche una lavatrice,ma non sono sicura che funzioni.
    Proprio ieri ci ho messo dentro il bucato, ho tirato l’acqua e poi il bucato è sparito completamente.
    Il tempo qui non è troppo brutto. La settimana scorsa ha piovuto due volte: la prima volta per tre giorni la seconda per quattro.
    Ti voglio anche informare che tuo padre ha un nuovo lavoro: adesso ha 500 persone sotto di se, infatti taglia l’erba nel cimitero.
    A proposito della giacca che mi avevi chiesto, tuo zio Piero mi ha detto che spedirtela coi bottoni sarebbe stato molto caro (per via del peso dei bottoni).
    Allora li ho staccati.
    Se pensi di riattaccarli, te li ho messi tutti nella tasca interna.
    Tuo fratello Gianni ha fatto una grossa sciocchezza con la macchina: è sceso e ha chiuso di scatto la portiera lasciando dentro le chiavi.
    Allora è dovuto rientrare a casa a prendere il secondo mazzo, e così anche noi siamo potuti scendere dalla macchina.
    Se vedi Margherita salutala da parte mia. Se non la vedi non dirle niente.
    Adesso ti saluto perchè devo correre all’ospedale, tua sorella sta per partorire, ma non so ancora se avrà un bambino o una bambina perciò non so dirti se sarai zio o zia.

    Un forte abbraccio dalla tua mamma che ti vuole tanto bene.

    PS. VOLEVO METTERTI ANCHE UN PO’ DI SOLDI, MA AVEVO GIA’ CHIUSO LA BUSTA.

Ti potrebbero interessare:

 

Discussioni simili

  1. I G.L. - Facciamo un gruppo di letteratura?
    Da evelin nel forum Gruppi di lettura
    Risposte: 123
    Ultimo messaggio: 01-28-2008, 06:18 PM

Tags per questo thread

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •