Durante il restauro di un alloggio signorile nel centro di Torino salta fuori un mazzetto di lettere datate 1889 che raccontano di un amore clandestino e di un omicidio.
Traendo spunto da un reale fatto di cronaca De Rienzo ricrea nitidamente gli ambienti dell'epoca, tra i perversi meccanismi della spregiudicata finanza italiana e il chiacchiericcio dei cronisti mondani e giudiziari.

Intrigante noir sulla Torino fine XIX consigliato da un amico avvocato, non più giovane, ma di buon gusto.