Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Ave Mary (e la chiesa inventò la donna)

Mostra risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: Murgia, Michela - Ave Mary (e la chiesa inventò la donna)

  1. #1
    Senior Member
    Data registrazione
    Sep 2009
    Località
    Sassari
    Messaggi
    312
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito Murgia, Michela - Ave Mary (e la chiesa inventò la donna)

    La chiesa è ancora oggi, in Italia, il fattore decisivo nella costruzione dell'immagine della donna. Partendo sempre da casi concreti, citando parabole del Vangelo e pubblicità televisive, icone sacre e icone fashion, encicliche e titoli di giornali femminili, questo libro dimostra che la formazione cattolica di base continua a legittimare la gerarchia tra i sessi, anche in ambiti apparentemente distanti dalla matrice religiosa. Anche tra chi credente non è. Con la consapevolezza delle antiche ferite femminili e la competenza della persona di fede, ma senza mai pretendere di dare facili risposte, Michela Murgia riesce nell'impresa di svelare la trama invisibile che ci lega, credenti e non credenti, nella stessa mistificazione dei rapporti tra uomo e donna.

    Bel saggio sulla donna di Michela Murgia. Ne voglio citare un passo:

    ...In tutto questo tempo Maria ha fatto solo quello che ha voluto, nei tempi e nei modi che ha deciso, a condizioni stabilite da lei, costringendo di fatto a piegarsi alla libertà di dire Si tutto il sistema che la circondava e pretendeva di dettarle legge...Il canto liberatorio del "Magnificat" rappresenta a tutti gli effetti un inno al sovvertimento dello status quo...Maria può permettersi di cantare quelle parole perchè con il suo Si ha fatto saltare il tavolo, ha stabilizzato le condizioni del riscatto, ha voltato la carta della storia di Israele e non c'è più nessuno che potrà farle credere che qualcosa non è possibile a una donna...

  2. #2
    W I LIBRI !
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    Como
    Messaggi
    1338
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Ho già addocchiato questo libro in libreria, ne ho sentito parlare anche in televisione in occasione del Salone del Libro di Torino. Mi incuriosisce molto...l'ho aggiunto alla mia wishlist, così mi ricordo di comprarlo!

  3. #3
    W I LIBRI !
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    Como
    Messaggi
    1338
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Un libro molto interessante, che (da credente) mi ha fatto molto riflettere su argomentazioni che non avevo mai approfondito.
    La Murgia spiega attraverso esempi e citazioni come la Chiesa abbia influito in maniera molto forte sulla formazione della nostra cultura, in particolare sulla distinzione tra uomo e donna.
    Non è un libro che parla solo alle donne credenti ma anche a quelle che credenti non sono, perchè di fatto anche loro non sono libere da certi stili di vita e preconcetti ben radicati nella nostra società. Nella nostra testa non siamo così emancipate come vogliamo credere, o almeno non ancora!
    E non è neanche un libro che parla solo alle donne ma nche agli uomini perche anche per loro i preconcetti non mancano.

    Un libro illuminante, almeno per me. Alcuni concetti legati al rapporto donna-Chiesa già prima di leggere questo libro non li condividevo, ora ho capito meglio da dove nascono e come sono entrati a far parte della nostra vita.

    "Difficile per la donna provare a ribaltare le condizioni di un mondo dove basta la bellezza per presupporre la disponibilità sessuale, dove è sufficiente la gentilezza per dare per scontata la disposizione alla cura e dove, se c'è fertilità, è sottintesa anche la fecondità"

  4. #4
    Senior Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    La Spezia
    Messaggi
    5817
    Thanks Thanks Given 
    1225
    Thanks Thanks Received 
    423
    Thanked in
    253 Posts

    Predefinito

    Dev'essere davvero interessante questo libro,e la Murgia mi piace come scrive,lo aggiungerò alla wishlist.

Ti potrebbero interessare:

 

Discussioni simili

  1. Murgia, Michela - Accabadora
    Da Dorylis nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 45
    Ultimo messaggio: Ieri, 09:02 AM
  2. Discussione sulla Chiesa
    Da Ambra nel forum Amici
    Risposte: 50
    Ultimo messaggio: 10-18-2017, 12:16 PM
  3. Murgia, Michela
    Da Ira nel forum Autori
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 01-22-2011, 04:52 PM
  4. XXXII G.L. - Accabadora di Michela Murgia
    Da elisa nel forum Gruppi di lettura
    Risposte: 42
    Ultimo messaggio: 11-11-2010, 08:28 PM
  5. Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 10-22-2010, 06:34 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •