Denis Mack Smith, il grande storico di Oxford, è stato ripubblicato finalmente da Laterza nella sua opera più importante, più bella, più sentita.
Erano anni che volevo possedere "Risorgimento italiano", e tutti mi dicevano:"Che ti frega? Se vuoi capire gli italiani leggi un saggio italiano".
In effetti il ragionamento non fa una grinza.
Poi, a ventitré anni, entro in una biblioteca e chiedo questo testo.
Lo scopro bellissimo e, soprattutto, super partes.
Quando leggo uno storico inglese mi diverto molto: gli inglesi, se sono negati nella didattica medica sono, a mio avviso, meravigliosi narratori di storia.
Ho comprato questo libro perché ai tempi in cui l'avevo letto era già fuori catalogo...
E ora costa soltanto ventidue euro.
Credo proprio di avere fatto un affare.
Mi sono ripreso le parti inerenti la questione meridionale : sembra scritto ieri.
Stanno rompendo dovunque circa le celebrazioni della ricorrenza dell'unità d'Italia.
Ecco, trovo bellissimo che questo saggio mi accompagni alla scoperta di un popolo che mi ospita.
Che a volte non capisco.
Che forse non si capisce