Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 8 di 9 PrimoPrimo 123456789 UltimoUltimo
Mostra risultati da 106 a 120 di 126

Discussione: Il PEGGIOR CLASSICO della letteratura

  1. #106

    Predefinito

    Ho letto Ragione e sentimento, Orgoglio e pregiudizio ed Emma, ma sinceramente non riesco a capire dove stia effettivamente il capolavoro. Non riesco ad andare al di là delle storie d'amore. Probabilmente, come dici tu, ci dev'essere qualcosa nello stile che usa la Austin. Nelle trame e nei temi che tocca, però, non ci vedo veramente nulla del capolavoro. Tu cosa apprezzi in particolare di lei e cosa secondo te è notevole in questi romanzi?

  2. #107
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2015
    Località
    Roma
    Messaggi
    123
    Thanks Thanks Given 
    9
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da mladinka Vedi messaggio
    Personalmente a me non piace Jane Austin. La sua fortuna dipende strettamente dal fatto che si sia trovata al posto giusto e al momento giusto. Per il resto, se lei fosse vissuta adesso e avesse pubblicato le stesse opere, sarebbero probabilmente finite a ingrossare le file dei romanzi Harmony oppure sarebbero state convertite in sdolcinate serie tv. Non ci posso far niente, i suoi libri mi sono sempre sembrati copioni di telenovelas e questa impressione, a dir la verità, mi infastidisce abbastanza perchè non vorrei peccare di superficialità, sono una persona che tende ad andare sempre a fondo ma in questo caso proprio non riesco a trovare in queste opere le tracce di qualcosa che si possa definire un capolavoro da leggere, rileggere, studiare e interpretare nel corso dei decenni. Sarebbe interessante che un appassionato di Jane Austin spiegasse cosa trova in lei da potersi definire originale e davvero speciale. Sarebbe bello modificare questa fastidiosa impressione che ho sempre avuto dei suoi libri
    ho letto Jane Austen molto tempo fa, e la adoravo. Mi incantava lo stile della scrittura. Il capolavoro credo che stia nella critica che fa alla società inglese di quei tempi, e nella definizione dei caratteri dei personaggi, nel modo in cui interagiscono tra loro

  3. #108
    Member
    Data registrazione
    Jul 2015
    Località
    Milano
    Messaggi
    94
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Holly Golightly Vedi messaggio
    Posso esprimere la mia intolleranza per Gabriele D'Annunzio?
    Io a leggere Il Piacere ci ho provato. Lo giuro, ci ho provato. Ho resistito per 100 pagine. Prima o poi ci provo di nuovo XD

    E non ho grandi simpatie per Verga. In genere mi stanno simpatici gli autori deprimenti, ma quando è troppo è troppo. Ecco, i Malavoglia, troppo u.u
    Appena ho letto il titolo della discussione ho pensato subito a Il piacere di D'Annunzio e a D'Annunzio in generale, ma per curiosità ho voluto scorrere un po' i post per capire se sono l'unica a detestarlo. Bene, vedo che così non è!

    Ho sempre nutrito un particolare odio per D'Annunzio sin dai tempi della scuola, all'università poi ho dovuto leggere obbligatoriamente Il piacere per l'esame di letteratura italiana: A-I-U-T-O-! Se ci ripenso ancora mi chiedo come ho fatto a finirlo senza buttarlo dalla finestra!

  4. #109
    Senior Member
    Data registrazione
    Feb 2015
    Località
    un po' dove capita
    Messaggi
    251
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da SilviaL Vedi messaggio
    Appena ho letto il titolo della discussione ho pensato subito a Il piacere di D'Annunzio e a D'Annunzio in generale, ma per curiosità ho voluto scorrere un po' i post per capire se sono l'unica a detestarlo. Bene, vedo che così non è!

    Ho sempre nutrito un particolare odio per D'Annunzio sin dai tempi della scuola, all'università poi ho dovuto leggere obbligatoriamente Il piacere per l'esame di letteratura italiana: A-I-U-T-O-! Se ci ripenso ancora mi chiedo come ho fatto a finirlo senza buttarlo dalla finestra!
    Un paio d'anni fa mi sono sforzata di leggere D'Annunzio, perché la mia intolleranza era soprattutto ideologica e il personaggio D'Annunzio insopportabile (per me, ovviamente), e non mi piaceva l'idea di giudicare lo scrittore solo per questo.
    E ora posso finalmente dire che il piacere è veramente pesante e noioso come un macigno!

  5. #110
    Senior Member
    Data registrazione
    Mar 2009
    Località
    Ucraina Kiev
    Messaggi
    596
    Thanks Thanks Given 
    51
    Thanks Thanks Received 
    96
    Thanked in
    51 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da momi Vedi messaggio
    Un paio d'anni fa mi sono sforzata di leggere D'Annunzio, perché la mia intolleranza era soprattutto ideologica e il personaggio D'Annunzio insopportabile (per me, ovviamente), e non mi piaceva l'idea di giudicare lo scrittore solo per questo.
    E ora posso finalmente dire che il piacere è veramente pesante e noioso come un macigno!
    Anche se mi piace il linguaggio e lo stile di D’Annunzio ti capisco, perché quando Brodskij ha scritto la poesia malissima contro Ucraina ho smesso di leggere le sue poesie.
    Quando ho saputo che Majakovskij andava a guardare per divertimento gli interrogatori e le esecuzioni (fucilazioni ) alla Lubjanka, per me non esiste più il poeta Majakovskij.
    Con ansia leggevo la lista degli scrittori, attori, registi russi che hanno firmato una lettera aperta a sostegno di Putin dopo l’annessione russa della Crimea, avendo paura di trovare i nomi di miei amati Fasil Iskander e Viktoria Tokareva (non erano lì). Molti mi hanno deluso, non odio nessuno, semplicemente non leggo, non guardo, non ascolto…
    Ultima modifica di shvets olga; 08-02-2015 alle 10:46 PM.

  6. #111
    Senior Member
    Data registrazione
    Feb 2015
    Località
    un po' dove capita
    Messaggi
    251
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da shvets olga Vedi messaggio
    Anche se mi piace il linguaggio e lo stile di D’Annunzio ti capisco, perché quando Brodskij ha scritto la poesia malissima contro Ucraina ho smesso di leggere le sue poesie.
    Quando ho saputo che Majakovskij andava a guardare per divertimento gli interrogatori e le esecuzioni (fucilazioni ) alla Lubjanka, per me non esiste più il poeta Majakovskij.
    Con ansia leggevo la lista degli scrittori, attori, registi russi che hanno firmato una lettera aperta in sostegno di Putin dopo l’annessione russa della Crimea, avendo paura di trovare i nomi di miei amati Fasil Iskander e Viktoria Tokareva (non erano lì). Molti mi hanno deluso, non odio nessuno, semplicemente, non leggo, non guardo, non ascolto…
    Hai ragione è meglio non sapere niente degli scrittori o artisti in genere che ci piacciono, potrebbe essere molto deludente! (e non avrei voluto sapere niente di Majakovskij). A volte, per fortuna, la vita privata dei nostri eroi è all'altezza di quello che ci aspettiamo da loro.

  7. #112

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da momi Vedi messaggio
    Hai ragione è meglio non sapere niente degli scrittori o artisti in genere che ci piacciono, potrebbe essere molto deludente! (e non avrei voluto sapere niente di Majakovskij). A volte, per fortuna, la vita privata dei nostri eroi è all'altezza di quello che ci aspettiamo da loro.
    A volte invece opere sublimi sono concepite da personaggi veramente pessimi,pensa a Celine e Heidegger,tanto per fare un paio di nomi eclatanti.

  8. #113

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da unkadunka Vedi messaggio
    A volte invece opere sublimi sono concepite da personaggi veramente pessimi,pensa a Celine e Heidegger,tanto per fare un paio di nomi eclatanti.
    Perché Celine sarebbe "pessimo" ?

  9. #114
    Senior Member
    Data registrazione
    Feb 2015
    Località
    un po' dove capita
    Messaggi
    251
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Brandy Alexander Vedi messaggio
    Perché Celine sarebbe "pessimo" ?
    Per il suo antisemitismo e le simpatie per il regime nazista e il regime di Vichy

  10. The Following User Says Thank You to momi For This Useful Post:


  11. #115

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da momi Vedi messaggio
    Per il suo antisemitismo e le simpatie per il regime nazista e il regime di Vichy

    Misantropia assoluta quella di Celine, antesemita,... antiumanità in generale direi.
    Mea Culpa docet -
    lui comunque sono sicuro avrebbe molto apprezzato l'aggettivo "pessimo".
    Di certo era da sempre abituato a questo genere di critiche personali,
    e ne rideva

  12. #116
    Senior Member
    Data registrazione
    Aug 2010
    Località
    Toscana
    Messaggi
    1582
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    20
    Thanked in
    14 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Brandy Alexander Vedi messaggio
    Perché Celine sarebbe "pessimo" ?
    Celine è l'idolo di tutti i negazionisti ,cioè di coloro che negano la verità storica dell'olocausto.

  13. #117

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Monica Vedi messaggio
    Celine è l'idolo di tutti i negazionisti
    ....non solo

    (Grazie sempre grande Luis-Ferdinand, e non ridere troppo di noi laggiù)

  14. #118

    Predefinito

    Ne ho letti di libri brutti, ma come "I Malavoglia" mai.

  15. #119
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2014
    Località
    piemonte
    Messaggi
    2716
    Thanks Thanks Given 
    289
    Thanks Thanks Received 
    194
    Thanked in
    123 Posts

    Thumbs down

    per me pippi calzelunghe di Astrid Lindgren è una cosa indescrivibile.....avrei voglia di buttarlo nel wc e tirare lo sciacquone.

  16. #120
    Utente stonato
    Data registrazione
    Aug 2016
    Località
    Fra antiche rovine
    Messaggi
    507
    Thanks Thanks Given 
    81
    Thanks Thanks Received 
    202
    Thanked in
    121 Posts

    Predefinito

    Curiosissima discussione, noto come vengono odiati dei libri che per altri sono oro, come sono diversi i gusti da persona a persona! Per esempio i Malavoglia e, ancor di più, Il piacere, io li ho amati tantissimo!

Ti potrebbero interessare:

 

Discussioni simili

  1. I titoli più belli della letteratura
    Da annaluna nel forum Le Sempreverdi - Discussioni con Bellezza eterna
    Risposte: 83
    Ultimo messaggio: 09-16-2017, 07:57 PM
  2. Cos'è un classico?
    Da Dallolio nel forum Le Sempreverdi - Discussioni con Bellezza eterna
    Risposte: 24
    Ultimo messaggio: 09-10-2017, 09:58 PM
  3. il peggior libro che avete letto!
    Da non_so_dove_volare nel forum Salotto letterario
    Risposte: 364
    Ultimo messaggio: 05-06-2015, 01:01 PM
  4. Capitolo di storia della letteratura 1990 - 2010
    Da Vladimir nel forum Salotto letterario
    Risposte: 7
    Ultimo messaggio: 07-24-2011, 07:14 PM
  5. Il ruolo della letteratura
    Da Vladimir nel forum Salotto letterario
    Risposte: 54
    Ultimo messaggio: 12-05-2009, 11:53 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •