"Una donna brutta non sa dire i propri desideri. Conosce solo quelli che può permettersi."

Rebecca è una ragazza che, a causa del suo aspetto, deve fare i conti con i pregiudizi e l' emarginazione in una società ossessionata dall' apparenza.

Vi segnalo questo romanzo, finalista Premio Strega 2011, perché mi ha molto colpito la capacità dell' autrice di affrontare un tema così delicato e attuale. E' ben scritto, emoziona e fa riflettere. Voto 4/5