Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Le correzioni

Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 32

Discussione: Franzen, Jonathan - Le correzioni

  1. #1
    Senior Member
    Data registrazione
    Oct 2007
    Località
    milano
    Messaggi
    1120
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito Franzen, Jonathan - Le correzioni

    una delle opere migliori degli ultimi anni straordinario affresco di una famiglia del middle west americano la cui patriarca enid cerca di riunire per natale le schegge dei familiari sparsi in giro per il paese.Romanzo molto complesso con molte storie che s'intreccianotra di loro,ma perfettamente amalgamate.Malgrdo sia corposo si legge con grande facilità ve lo consiglio caldamente!
    Ultima modifica di elisa; 10-02-2009 alle 06:05 PM.

  2. #2
    Senior Member
    Data registrazione
    Jan 2008
    Località
    Reggio Emilia
    Messaggi
    1151
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    ho appena visto che è in promozione con lo sconto einaudi al -20% (quindi costa 10 euro).
    lo consiglio vivamente anche io.
    l'ho letto in lingua originale l'anno scorso (programma d'esame di inglese orale 4).
    Ultima modifica di elisa; 10-02-2009 alle 06:05 PM. Motivo: edit caratteri

  3. #3
    Summer Member
    Data registrazione
    Feb 2008
    Località
    La Spezia
    Messaggi
    1588
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Era una lettura consigliata anche nella mia biblioteca il mese scorso, e devo dire che mi incuriosiva.
    Che dite, lo prendo?

    __________________________________________________ _________________

    Sara

  4. #4
    Senior Member
    Data registrazione
    Jan 2008
    Località
    Reggio Emilia
    Messaggi
    1151
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    sìsìte lo consiglio.
    noto che un espediente per tener desto l'interesse dei lettori nella lettura dei libri voluminosi è quello di inserire particolari piccanti qua e là.
    all'esame la prof apre una pagina a caso e mi fa tradurre un paragrafo che iniziava così: "I love the taste of your come" (non riporto la traduzione in italiano). per fortuna che era una professoressa e non un professore!
    Ultima modifica di elisa; 10-02-2009 alle 06:06 PM. Motivo: edit caratteri

  5. #5
    b
    Data registrazione
    Jun 2007
    Località
    vagabondo triestino
    Messaggi
    320
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    l'ho letto qualche anno fa. STUPENDO. Mi ricordo di un libro che mi ha fatto sorridere e riflettere nello stesso momento.

  6. #6
    b
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    419
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Tornando al topic il mio interesse per il libro è nato vedendo, non me ne vergogno a dirlo, I SIMPSON.

    In due diversi episodi si fa riferimento esplicito proprio a "Le correzioni" (in un episodio c'è addirittura la partecipazione dell'autore!)

  7. #7
    The Fool on the Hill
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    3595
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Di' un po', Zolla, "la cui patriarca" all'inizio è stata una svista o un marcato senso di maschilismo? Guarda che in italiano la matriarca esiste, e un tempo tirava anche legnate a destra e a manca dentro la famiglia...

  8. #8
    Senior Member
    Data registrazione
    Oct 2007
    Località
    milano
    Messaggi
    1120
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Cara Mame è chiaro che si tratta di una svista,lo so che esiste la parola matriarca,grazie di avermelo fatto notare,ogni tanto capita di sbagliare.

  9. #9
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    18934
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    243
    Thanks Thanks Received 
    706
    Thanked in
    434 Posts

    Predefinito

    Ho qui accanto a me il tomo de Le correzioni, 599 pagine, che mi hanno introdotto nella vita della famiglia Lambert. Per venti giorni siamo stati assieme e ho imparato a conoscere vizi e virtù dei cinque componenti la famiglia, Alfred ed Enid i genitori sulla via del declino, soprattutto Albert colpito da Morbo di Parkinson e i figli, oramai più che adulti, con una loro vita autonoma e complessa: Gary, Chip e Denise.
    Il romanzo descrive in modo approfondito dinamiche familiari e personali di questa famiglia, introducendo tanti personaggi che sono legati a loro per quanto riguarda soprattutto le relazioni affettive, amorose o amicali che siano.
    Nessuno di questa famiglia allargata è felice, tutti con le loro scelte condizionano sè stessi e gli altri in maniera il più delle volte sotterraneo e nevrotico, c'è poca trasparenza e spontaneità nelle relazioni che sembrano essere dettate più da risentimenti e giochi di potere che da reale affetto o senso di responsabilità. Sembra una famiglia proiettata più ad apparire vincente per gli altri che ad essere punto di riferimento per i suoi componenti.
    L'interesse di questo ottimo romanzo sta proprio nella sincerità con cui vengono descritti i meccanismi sociali e personali che rendono a volte grottesche e spietate le vite personali e le relazioni familiari. Un bel romanzo dove il piacere della narrazione diventa centrale, consigliato a chi ama osservare da vicino il comportamento umano, in questo caso quello di una famiglia come tante che persegue quello che è attualmente lo stile di vita dominante americano.
    Ultima modifica di elisa; 10-19-2009 alle 07:57 PM.

  10. #10
    The Fool on the Hill
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    3595
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Dopo aver combattuto con questo libro per tre mesi con due pause di riflessione per leggere altro, alla fine devo dire che sono contenta di averlo finito perché il giudizio è positivo. Però è un libro tristissimo. Personaggi come Gary e Caroline non li si vorrebbe mai incontrare nella vita, chiusi come sono nella loro superficialità, nel dispetto, nella presunzione verso gli altri. E poi seguire l'evolversi e le manifestazioni della malattia di Alfred è doloroso, soprattutto con il pensiero che può capitare a chiunque di vedere una persona cara perdere lentamente il contatto con la realtà, diventare dipendente dagli altri. Ho terminato le ultime pagine con un groppo alla gola, ma una lezione nel cuore.

  11. #11
    Junior Member
    Data registrazione
    Nov 2010
    Località
    Milano
    Messaggi
    10
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    L’ho letto da poco, in buon ritardo su di voi, anche perché è stato pompatissimo dalla critica, dai giornali, dai blog, dall’universo mondo.
    Non mi è piaciuto molto, confesso, perché mi sembra un romanzo "già letto".

    L'ambizione teoretica di una critica - peraltro del tutto conosciuta e prevedibile, per lo meno per una persona mediamente acculturata, appassionata di letteratura, ma anche di cinema, poesia ecc. - del sistema americano di società e di cultura indubbiamente c'è, e qua e là produce qualche ottima pagina, ma questa descrizione di una famiglia americana (madre e padre solidi e noiosi tradizionalisti, figli trasgressivi ma esistenzialmente irrisolti, tutti quanti presi dentro le contraddizioni di una società che non lascia scampo né ai primi né ai secondi) nel suo declinare è appunto un po’ déjà lu.

    Fastidiosa l’insistenza su una trovata letteraria buona ma male utilizzata: il padre è malato di demenza senile - progressivamente peggiorante - e nel libro le sue parti sono scritte dal suo punto di vista, quindi la scrittura riproduce il marasma mentale dell'anziano malato, sempre più sconnesso e incapace del più piccolo gesto autonomo.
    All'inizio può anche andare, ma alla centesima volta che si riproduce questa modalità di scrittura un po' di insofferenza io l’ho provata.

    Certo, in 600 pagine qualcuna buona c’è senz’altro.
    Segnalo le mie preferite: quelle nelle quali un professore universitario che cerca di insegnare ai propri studenti lo spirito critico e del dubbio, la diffidenza verso il modello consumistico, il mito della pubblicità e del denaro ecc. (cioè di insegnare loro tutti quelli che sono stati i valori di una cultura e un mondo ormai residuali) viene investito dai suoi studenti che in sostanza gli dicono: "Parla per te. Tu sei un povero sfigato, infelice e incapace di godersi la vita, a noi piacciono moltissimo la pubblicità , il consumo compulsivo, la superficialità ecc. ecc. Siamo contentissimi così e non sentiamo il bisogno di tutte le fregnacce che cerchi di insegnarci".

    Pagine terribili e durissime ma ahimè ormai realtà attuali sotto gli occhi di tutti (noi).

  12. #12
    Senior Member
    Data registrazione
    Mar 2010
    Messaggi
    1160
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Forte movimento, uscito un anno due dopo, mi sembra.
    Niente di che.
    Autore culto negli Usa?
    Sara'.

  13. #13
    +Dreamer+ Member
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Padova
    Messaggi
    3704
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Anche se il romanzo è corposo e non proprio scorrevole, il libro merita sicuramente una lettura. Come ha detto Elisa, l'autore riesce a tratteggiare in ogni sfumatura i singoli personaggi in modo schietto e con la giusta dose d'ironia, senza risparmiare nulla, proiettandoci in una famiglia, o in un mondo, triste e "spietato", dove si fa fatica a parlare di amore e affetto, ma la sofferenza è palpabile e si respira in ogni pagina.

  14. #14

    Predefinito una sorpresa

    Accidenti che bel libro questo di Franzen. Magari non è esattamente il nuovo Tolstoj però vale davvero la pena leggerlo. Qualcuno ha letto Libertà?

  15. #15
    Mathematician Member
    Data registrazione
    May 2009
    Messaggi
    698
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Coinvolgente, toccante, intenso. E' vero, forse Franzen ha provato a scrivere il romanzo perfetto senza riuscirci, ha provato a fare il Tolstoj moderno con alcuni limiti evidenti (anche se tutte queste constatazioni fatte dai vari critici sono forse un po' premature). Però "Le correzioni" si legge tutto d'un fiato e rimane dentro di noi come un macigno. Come ha scritto Citati a suo tempo sul Corriere in questo libro c'è tutto, forse anche troppo. Però credo che il romanzo si trovi di diritto tra quanto di meglio possa offrirci la modernità.

Ti potrebbero interessare:

 

Discussioni simili

  1. Coe, Jonathan - La casa del sonno
    Da Dorylis nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 35
    Ultimo messaggio: 05-12-2016, 01:49 PM
  2. Coe, Jonathan - La banda dei brocchi
    Da Dorylis nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 21
    Ultimo messaggio: 12-22-2014, 06:28 PM
  3. Coe, Jonathan - La Pioggia Prima Che Cada
    Da UltraViolet_84 nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 13
    Ultimo messaggio: 11-21-2013, 06:30 PM
  4. Coe, Jonathan
    Da ofle nel forum Autori
    Risposte: 35
    Ultimo messaggio: 10-13-2012, 02:55 PM
  5. Carroll, Jonathan - Mele Bianche
    Da better57 nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 7
    Ultimo messaggio: 04-18-2012, 06:11 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •