Ecco un altro racconto della serie "Inediti d'autore" scritto dall'autrice de "La masseria delle allodole".
E' la narrazione delicata e suggestiva della storia della sua famiglia di origini armene,dal suo punto di vista di bambina,alla vigilia della fine della seconda guerra mondiale.
In particolare mi ha colpita la descrizione del rapporto con il nonno.Poi c'è l'appuntamento quotidiano con Pippo, l'aereo da ricognizione che ogni sera solcava il cielo e sganciava qualche bomba.
Di lei non avevo mai letto nulla prima,ma credo proprio che lo farò prossimamente.