Lorenzo è giovane laureato che lavora presso la casa editrice di un dizionario enciclopedico. A seguito della morte dei genitori, ha un rapporto difficile con suo fratello Carlo, ragazzo dal carattere difficile e con problemi di tossicodipendenza. L’autore non dà indicazioni dello spazio e del tempo in cui è ambientata la storia: molto è lasciato all’immaginazione del lettore e alla sua capacità di interpretare i fatti e i riferimenti topologici. Lorenzo presta servizio come volontario nella sezione femminile di un carcere. Organizza dei corsi di lingua e letteratura italiana. Da una trasmissione televisiva apprende che la brigatista Lucia Adavastro sta scontando la pena nel carcere in cui lui organizza i corsi di italiano e che, durante i venti anni di detenzione, ha scritto un libro sulla propria esperienza. Riesce ad avere la registrazione della puntata da un amico, la guarda con attenzione e,incuriosito, legge il libro scritto dalla donna. Decide, allora, di chiedere alla direttrice del carcere di incontrarla per chiederle di frequentare i suoi corsi. Lorenzo è attento e gentile nei suoi confronti. Scoprono di avere molte cose in comune e che, in gioventù, avevano frequentato gli stessi posti. Abitavano addirittura nella stessa via. Il giovane convince Lucia a chiedere un giorno di permesso. I due passano una giornata al mare. Potrebbe sembrare l’incipit di una difficile, ma appassionata storia d’amore fondata su un’affinità intellettuale. In realtà niente è come potrebbe sembrare. Le vite di Lorenzo e Lucia sono da sempre strettamente collegate, nonostante non si fossero mai frequentati. Il destino beffardo ha fatto incrociare più volte le loro vite. La narrazione presenta flashback e flash forward. Nonostante all’inizio abbia trovato un po’ pedanti le minuziosi descrizioni di ogni minima azione, è veramente interessante la trama. Non mi riferisco alla storia d’amore (che non vi svelo se ci sia o meno!),ma allo sfondo della storia: un liceo del Nord occupato dagli studenti che lottano per le proprie idee, città infuocate e scontri con la polizia.