Elena di Narbona, grazie ad un medicamento ereditato dal padre, famoso medico, riesce a salvare il Re di Francia; in cambio riceve la possibilitÓ di sposare Bertram, conte di Rossiglione, di cui Ŕ innamorata, ma non ricambiata.
Bertram la sposa solo per compiacere il Re, subito dopo il matrimonio, per˛, giura davanti a lei che mai la riconoscerÓ come moglie, solo se lei si impadronirÓ di un anello da cui Bertram mai si separa e solo se lei dimostrerÓ di essere incinta di lui ( cosa che Bertam ritiene impossibile visto che decide che mai giacerÓ con lei ) , Bertram sarÓ disposto a riconoscerla come moglie.
Sicuro di essere salvo Bertram , sobillato anche dal suo infido aiutante Parolles, parte per la guerra a Firenze. Elena segue cosý Bertram e con abili stratagemmi cercherÓ di essere riconosciuta come moglie.
Commedia piuttosto brillante, numerosi cambiamenti di scena e di personaggi che sempre agiscono attivamente nello svolgimento della storia.
Una commedia che , anche se forse non tra le migliori del Bardo ( almeno a mia opinione ), coinvolge sempre incuriosendo il lettore di sapere come si concluderanno i destini dei vari personaggi