Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Una burla riuscita

Mostra risultati da 1 a 7 di 7

Discussione: Svevo, Italo - Una burla riuscita

  1. #1
    Scrittore & Vulca-Mod
    Data registrazione
    Oct 2010
    Località
    Sarzana La Spezia
    Messaggi
    4197
    Thanks Thanks Given 
    21
    Thanks Thanks Received 
    14
    Thanked in
    7 Posts

    Predefinito Svevo, Italo - Una burla riuscita

    La favola, la letteratura come metafora di una catarsi dalla quotidianità piatta e spaventosa è una compensazione psicologica a cui l'animo di una persona già sensibile può ricorrere per crearsi un piccolo mondo parallelo, in cui essere qualcuno e non l'anonimo Mario Samigli che deve accudire il fratello anziano. Ma anche in quel mondo surrogato c'è un'insidia latente: può alimentare i sogni e le speranze di emergere dall'anonimato della routine e della vita di tutti i giorni. Il problema poi è che si finisce per cozzare contro i vari Gaia, emblema della disillusione cocente che si burla del nostro diritto di fantasticare.
    Voto 3, tra qualche giorno lo dimenticherò

  2. #2
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    14084
    Thanks Thanks Given 
    855
    Thanks Thanks Received 
    650
    Thanked in
    470 Posts

    Predefinito

    Più che la storia in sé,che ho trovato abbastanza piatta e noiosa,tranne per la parte finale in cui Mario prende a schiaffi il Gaia (che soddisfazione ),ho apprezzato diverse considerazioni dell'autore (quasi tutte riportate nel minigruppo http://www.forumlibri.com/forum/grup...o-svevo-2.html).
    E' apprezzabile anche il rapporto affettuoso tra i due fratelli che dapprima sembra incrinarsi e poi invece si fortifica di più.
    Non ho capito però come sia possibile che Mario abbia guadagnato dalla cifra investita dal suo principale (comunque altra soddisfazione sul Gaia)...vuol dire che l'assegno era vero ?
    Il titolo "Una burla riuscita" penso che abbia un doppio significato,si riferisce anche al creatore della burla che a sua volta diventa burlato,perchè Mario,nonostante non sia riuscito a vedere pubblicato il suo romanzo,riesce però a cavarsela discretamente perchè dopo essersi sfogato fisicamente e aver intascato un bel gruzzolo,può continuare a vivere serenamente insieme al fratello.
    E alla fine sono i veri sentimenti quelli che contano,più del successo e della fama.

  3. #3
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Località
    prov. di Milano
    Messaggi
    4457
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    815
    Thanks Thanks Received 
    508
    Thanked in
    347 Posts

    Predefinito

    Riporto il commento già inserito nel minigruppo:

    Il libro non è certo il migliore di Svevo, ma ha tratti di tenerezza e delicatezza infiniti. La burla in sé è un espediente non molto riuscito. In realtà -me l'ha rivelato l'introduzione di Rumiz- Svevo ha già deciso che questo sarebbe stato il suo ultimo libro. E l'uomo di cui parla è sé stesso, cui rivolge l'invito, velato di sottile e amara ironia, di ripiegare sulle sole vere gioie della vita: gli affetti domestici, le certezze (il lavoro, gli amici veri), la gioia che la scrittura può effettivamente donare ma solo quando è fatto intimo, privato, e non quando sia ammantata di ambizione. A quanto ho capito, il grande successo raggiunge Svevo solo l'anno successivo alla pubblicazione di questo "romanzo di commiato", dopo decenni di scrittura e pubblicazione a proprie spese caduti nel silenzio indifferente di tutta la critica (Svevo viene scoperto e lanciato da James Joyce, quindi...all'estero! Lui che aveva trasformato il suo vero nome, tedesco, in un patriotticissimo Italo). E questa è la "burla" davvero riuscita!

    P.S. se qualcuno ha correzioni su quanto ho detto, me lo faccia sapere!

  4. #4
    Scrittore & Vulca-Mod
    Data registrazione
    Oct 2010
    Località
    Sarzana La Spezia
    Messaggi
    4197
    Thanks Thanks Given 
    21
    Thanks Thanks Received 
    14
    Thanked in
    7 Posts

    Predefinito

    grazie per i chiarimenti Spilla, alla luce di essi rivaluto un pochino questo romanzo breve

  5. #5
    Senior Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    La Spezia
    Messaggi
    5821
    Thanks Thanks Given 
    1237
    Thanks Thanks Received 
    426
    Thanked in
    256 Posts

    Predefinito

    Tutto sommato una piccola storia senza infamia e senza lode,appartenente ad un mondo lontano,ad un modo di vivere semplice e ingenuo,le favole con i passerotti sono piccole perle del vivere quotidiano,lezioni imparate,analisi introspettiva dell'artista scrittore,con i suoi punti deboli,le sue vanità e soprattutto la sua ingenuità.Gli ultimi capitoli mi sono piaciuti di più...in specie quando FINALMENTE il Mario si ribella...ecchecavolo!!!...e prende a pugni l'infido pseudo amico,e...un pò di fortuna anche a lui,il caso a volte aggiusta le cose,finita la guerra non era raro vedere improvvise ricchezze e altrettante improvvise povertà,grazie all'oculatezza del suo datore di lavoro e amico (sincero),a Mario è andata bene.
    Grazie Spilla,è vero,la tua analisi lo rivaluta!

  6. #6
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Località
    prov. di Milano
    Messaggi
    4457
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    815
    Thanks Thanks Received 
    508
    Thanked in
    347 Posts

    Predefinito

    Grazie, Germano e Sally

  7. #7
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10400
    Thanks Thanks Given 
    478
    Thanks Thanks Received 
    487
    Thanked in
    343 Posts

    Predefinito

    Ringrazio anch'io Spilla perché il suo commento mi fa vedere il libro sotto una prospettiva diversa e più interessante.
    Per il resto, mi ha lasciato abbastanza indifferente. Non riesco ad entrare in empatia con i personaggi di Svevo né a parteggiare per loro, so che la bellezza di un'opera non sta lì o almeno non solo, ma io evidentemente, per poterla apprezzare davvero, sento un vago bisogno di partecipazione emotiva.
    Fa comunque riflettere sull'egoismo dell'essere umano, sia nel momento in cui Mario, concentrato sulla sua "letteratura" e poi sulla burla, rimane indifferente alle reazioni del fratello - reazione tristemente realistica - sia per la cattiveria un po' sciocca e inutilmente invidiosa del Gaia.

Ti potrebbero interessare:

 

Discussioni simili

  1. Svevo, Italo - La coscienza di Zeno
    Da ilselacontessa nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 78
    Ultimo messaggio: 12-09-2017, 11:30 PM
  2. Svevo, Italo - Senilità
    Da pigreco nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 03-18-2017, 07:21 PM
  3. 28° Minigruppo - Una burla riuscita di Italo Svevo
    Da Minerva6 nel forum Gruppi di lettura
    Risposte: 28
    Ultimo messaggio: 12-06-2011, 06:44 PM
  4. Calvino, Italo - Ti con zero
    Da skitty nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 10
    Ultimo messaggio: 12-05-2011, 07:47 PM
  5. Svevo, Italo - Il vegliardo
    Da Dallolio nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 07-31-2010, 07:42 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •