Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Le intermittenze della morte

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 24

Discussione: Saramago, José - Le intermittenze della morte

  1. #1
    Senior Member
    Data registrazione
    Oct 2007
    Località
    PERUGIA
    Messaggi
    109
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito Saramago, José - Le intermittenze della morte

    Sicuramente originale.. l'idea dello "sciopero" della morte, il caos che ne consegue nelle associazioni delle assicurazioni, delle pompe funebri, negli ospizi, negli ospedali.. nello stesso stato (pensate solo a pagare le pensioni di gente che non morirà mai!).. diventa sul serio tutto logico in conseguenza di quel fatto straordinario. I malati che, appesi alla vita per un filo, rimangono fermi là, sospesi tra questo mondo e l'aldilà... quindi la ricerca di soluzioni alternative per cercare di mettere fine al loro dolore e le interferenze della maphia (non mafia, attenzione!)
    Poi lo stop dello sciopero e la morte che riprende la sua attività, preannuciando la futura scomparsa con una lettera viola una settimana prima del "fattaccio", quindi la pressante paura di vedersi arrivare il postino con quella temuta busta.
    E la fine.. che m'ha lasciato l'amaro in bocca, perchè "umanizzare" la morte proprio non me l'aspettavo (non vi svelerò però il perchè, altrimenti che senso avrebbe leggerlo).
    Non il capolavoro che per me sono stati "Cecità" o "Il vangelo secondo Gesù Cristo", ma sicuramentte un'opera particolare ed interessante, da leggere con attenzione.
    Ultima modifica di elisa; 06-22-2010 alle 03:49 PM. Motivo: edit caratteri

  2. #2
    Member
    Data registrazione
    Nov 2007
    Località
    Vibo Valentia
    Messaggi
    54
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Anch'io ho letto "Cecità", e concordo nel dire che la storia raccontata è bella. Ho letto anche "Saggio sulla lucidità", che è una specie di seguito del primo. Sullo stile dell'autore avrei qualche riserva, ma i temi trattati mi piacciono.

    Sono curioso di leggere le Intermittenze: la trama che hai descritto è interessante.
    Ultima modifica di elisa; 06-22-2010 alle 03:50 PM. Motivo: edit caratteri

  3. #3
    Summer Member
    Data registrazione
    Feb 2008
    Località
    La Spezia
    Messaggi
    1588
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    E' stato il primo libro che ho letto di Saramago ed ho trovato il suo stile letterario, in una parola, geniale. Certamente richiede un costante impegno da parte del lettore nel seguire un periodare spesso lungo e complesso, ma è altrettanto vero che lo ripaga ampiamente con l'ironia ed il sarcasmo con i quali guarda alle dinamiche della società moderna. Gli spunti, poi, pur nella loro logicità, sono quanto mai originali.
    Ultima modifica di elisa; 06-22-2010 alle 03:50 PM. Motivo: edit caratteri

  4. #4

    Predefinito

    Come Palmaria anche per me è stato il primo contatto con Saramago.
    Dopo l'iniziale smarrimento derivante dalla lettura di un testo che non "ha punteggiatura nè rispetto dell'indicazione dei dialoghi" l'ho "bevuto" tutto in un sorso...è coinvolgente, originale, particolare nella trama e nell'esposizione. Un viaggio attraverso la "morte" vista dalla parte dell'esutrice.
    Lo consiglio vivamente.

  5. #5
    Junior Member
    Data registrazione
    Aug 2008
    Località
    Roma
    Messaggi
    24
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Saramago è il mio autore preferito in assoluto e aspetto con ansia ogni suo nuovo libro. Speriamo che la protagonista del libro di cui stiamo parlando ce lo conservi ancora un pò...

  6. #6
    Member
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Milano/Treviso
    Messaggi
    55
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    anche a me piace moltissimo Saramago!
    questo libro però mi manca..lo aggiungo alla lista dei desideri

  7. #7
    Cicciofila Member
    Data registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    473
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Non ho letto il romanzo,
    ma mentre andavo avanti nella lettura del primo post,
    mi sembrava mi ricordasse qualcosa,
    poi mi è tornato in mente:
    l'albo Tre per zero di Dylan Dog,
    qualcuno mi sa dire se il fumetto prende spunto dal libro?

    Ah, avevo già una mezza idea di comprare questo libro, senza conoscerne la trama, solo il titolo; adesso mi avete ulteriormente incuriosito.

  8. #8

    Predefinito

    Saramago, questo premio Nobel che ha così tanta avversione per la punteggiatura...a me piace.
    Ho letto "le intermittenze della morte" tutto d'un fiato dopo aver superato, non con enorme concentrazione, le prime dieci pagine. La lettura mi ha lasciato una impronta dentro, con il suo modo così originale di rapportarsi al lettore, con la sua voglia di dare una parvenza di "amina viva" anche alla morte, con il suo rendere una storia apparentemente assurda estremamente concreta.

    Lo consiglio più che vivamente...

  9. #9
    Member
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Milano/Treviso
    Messaggi
    55
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    finito l'altro giorno.
    Bellissimo,direi quasi sullo stesso livello di cecità e del vangelo.
    Lo stile è sempre inconfondibile ma non l'ho trovato pesante come in altri suoi libri (tipo "L'anno della morte di Ricardo Reis")


    Citazione Originariamente scritto da klosy Vedi messaggio
    Non ho letto il romanzo,
    ma mentre andavo avanti nella lettura del primo post,
    mi sembrava mi ricordasse qualcosa,
    poi mi è tornato in mente:
    l'albo Tre per zero di Dylan Dog,
    qualcuno mi sa dire se il fumetto prende spunto dal libro?

    Ah, avevo già una mezza idea di comprare questo libro, senza conoscerne la trama, solo il titolo; adesso mi avete ulteriormente incuriosito.
    Nin zo Klo.
    Però la trama (la parte della consegna degli avvisi di morte)è simile anche ad un manga che sto leggendo

  10. #10
    aunt member
    Data registrazione
    Jan 2008
    Località
    ROMA
    Messaggi
    2128
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Akiko Vedi messaggio
    finito l'altro giorno.
    Bellissimo,direi quasi sullo stesso livello di cecità e del vangelo.
    ............
    Se è allo stesso livello di Cecità........lo aggiungo subito alla lista desideri !!!!!

  11. #11
    Member
    Data registrazione
    Oct 2009
    Località
    Sondrio
    Messaggi
    68
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Trovo veramente incredibile che, proprio mentre il grande Saramago incontra la morte (con la m minuscola….), proprio in questi giorni ho terminato di leggere “Le Intermittenze della morte”. Un altro bel libro che ho letto tutto d’un fiato. Come Cecità, come Vangelo secondo Gesù, come tanti altri…….Molto bella la parte finale incentrata sulla figura della morte.
    Le sue riflessioni e la sua grande dedizione nell’esercizio della sua funzione ne fanno un personaggio vivo. Tutto sembra filare secondo i propri voleri ma ma un caso strano (l’eccezione che conferma la regola) la porterà ad uscire dalla sua squallida stanza per andare incontro ad una nuova esperienza. Una figura descritta in maniera grandiosa e che, in questi giorni, ha avvolto in un tenero abbraccio un grande scrittore.

  12. #12
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    14070
    Thanks Thanks Given 
    845
    Thanks Thanks Received 
    642
    Thanked in
    465 Posts

    Predefinito

    E' l'unico romanzo di Saramago che ho letto,mi spiace davvero però che non sono riuscita ad apprezzarlo come meritava, a causa della scrittura ininterrotta,senza l'uso della classica punteggiatura;purtroppo ciò mi crea notevoli problemi nella lettura.
    Ho ascoltato sempre con molto piacere le interviste a questo straordinario uomo,soprattutto quelle con risvolti politici e mi rammarico di non aver letto altro di lui,magari riuscirò a farlo in futuro.

  13. #13
    Member
    Data registrazione
    Oct 2009
    Località
    Sondrio
    Messaggi
    68
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    In effetti, all'inizio, si fa un po' fatica ad entrare in questo suo modo di scrivere ma poi......tutto fila liscio, anzi, vieni catapultato dentro il libro. Una maniera tutta sua di scrivere che però da veramente buoni frutti. Come tutte le cose, del resto, se raggiunte con un po' di fatica poi danno grande gioia.........

  14. #14
    b
    Data registrazione
    Mar 2009
    Località
    un paesino molto remoto
    Messaggi
    1890
    Inserimenti nel blog
    18
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Minerva6 Vedi messaggio
    E' l'unico romanzo di Saramago che ho letto,mi spiace davvero però che non sono riuscita ad apprezzarlo come meritava, a causa della scrittura ininterrotta,senza l'uso della classica punteggiatura;purtroppo ciò mi crea notevoli problemi nella lettura.
    Ho ascoltato sempre con molto piacere le interviste a questo straordinario uomo,soprattutto quelle con risvolti politici e mi rammarico di non aver letto altro di lui,magari riuscirò a farlo in futuro.
    Credo che potresti provare con Il Vangelo o con Caino.... lì la scrittura è più o meno classica, unica alterazione è la mancanza delle virgolette per i dialoghi, che comunque si distintguono facilmente dalla semplice narrazione....
    Poi, una volta superato l'impatto, credo che l'aproccio ti sarà molto più facile....Questa è stata anche la mia tatica, e ti rasicuro che funziona....
    Sarebbe un vero peccato che soltanto i suoi modi particolari della scrittura ti tengono lontana da questo grande Uomo....

  15. #15

    Predefinito

    In una parola: splendido.

Ti potrebbero interessare:

 

Discussioni simili

  1. Rowling, J.K. - Harry Potter e i doni della morte
    Da ayla nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 41
    Ultimo messaggio: 04-07-2017, 06:27 PM
  2. Hamilton, Laurell K. - Il ballo della morte
    Da ayla nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 9
    Ultimo messaggio: 09-22-2009, 02:49 PM
  3. Beckett, Simon - La chimica della Morte
    Da better57 nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 12
    Ultimo messaggio: 09-10-2009, 01:38 PM
  4. Franklin, Ariana - La signora dell'arte della morte
    Da Palmaria nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 07-18-2008, 01:22 AM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •