Lynda Graham ha una bella casa a Dublino, una vita felice, un marito, Robert, e due figli, Ciaràn, che abita ancora coi genitori, e Katie, che frequenta l’università a Galway. C’è solo un neo, in questo perfetto quadro famigliare: il cognato Danny, lo scapestrato fratello di Robert, che al bisogno si fa vivo con prepotenze e sotterfugi....

Questo libro non ha nulla a che vedere con gli altri romanzi della Dunne, che si cimenta con una specie di thriller psicologico. Si sente però che il genere non è nelle sue corde e la suspance che riesce a creare non approda quasi a niente. Mi è venuto il timore, terminato il romanzo, che possa scriverne il seguito; spero di no.
Voto: 3/5