Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Cose che nessuno sa

Mostra risultati da 1 a 7 di 7

Discussione: D'Avenia, Alessandro - Cose che nessuno sa

  1. #1
    Junior Member
    Data registrazione
    Dec 2011
    Località
    Bologna
    Messaggi
    7
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito D'Avenia, Alessandro - Cose che nessuno sa

    Ho finito di leggere questo libro e lo trovo piuttosto piacevole, anche se non assolutamente all'altezza del primo, che ti coinvolgeva e non ti arrecava una sensazione come di pesantezza, che ti fa indugiare sul finirlo o lasciarlo in sospeso.

    Margherita ha quattordici anni e sta per varcare una soglia magica e misteriosa: l'inizio del liceo. Un mondo nuovo da esplorare e conquistare, sapendo però di poter contare sulle persone che la amano. Ma un giorno, tornata a casa, ascolta un messaggio nella segreteria telefonica: è di suo padre, che non tornerà più a casa. Margherita ancora non sa che affrontando questo dolore si trasformerà a poco a poco in una donna, proprio come una splendida perla fiorisce nell'ostrica per l'attacco di un predatore marino. Accanto a lei ci sono la madre, il fratellino vivace e sensibile e l'irriverente nonna Teresa. E poi Marta, la compagna di banco sempre sorridente, e Giulio, il ragazzo più cupo e affascinante della scuola. Ma sarà un professore, un giovane uomo alla ricerca di sé eppure capace di ascoltare le pulsazioni della vita nelle pagine dei libri, a indicare a Margherita il coraggio di Telemaco nell'"Odissea": così che il viaggio sulle tracce del padre possa cambiare il suo destino.

    Cosa ne pensate? Io credo che il fidanzamento di Margherita con Giulio si preveda dall'inizio. Ho trovato momenti piuttosto piacevoli, e mi sono piaciute le parti della relazione tra il professore e Stella. Ok, carino, abbastanza, alcune parti pesanti ed inutili, però. Giulio mi è sembrato un personaggio costruito bene, con molte sfaccettature e con un carattere complesso, con un alone di mistero che lo rende ancora più affascinante.

  2. #2
    Sud e magia
    Data registrazione
    Oct 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    2343
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Giulio è un personaggio inverosimile. Da uno così ti aspetti che ascolti fabri fibra o rais, non che dica: "Il secondo movimento, andante con moto del Concerto numero quattro per pianoforte ed orchestra". Ridicolo.

    Libro non all'altezza dell'esordio, libro che avrei voluto non leggere, soldi spesi male. Padronanza della grammatica, buona tecnica, ma niente di più. Mi sembra una sceneggiatura scritta per girare un film e forse l'intenzione dell'autore, seppur inconscia, era quella.
    Aspetto il terzo per decidere se considerare D'Avenia un buon scrittore o uno che scrive solo sceneggiature.

    Sconsigliato

  3. #3
    Senior Member
    Data registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    2140
    Thanks Thanks Given 
    226
    Thanks Thanks Received 
    239
    Thanked in
    139 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Baldassarre Embriaco Vedi messaggio
    Padronanza della grammatica, buona tecnica, ma niente di più. Mi sembra una sceneggiatura scritta per girare un film .......
    L'ho preso oggi in biblioteca, ho letto le prime 10 pagine ..... e questa cosa potrei averla scritta io!
    Direi che la prima impressione allora è giusta.
    Un esercizio di stile, lo definirei.

    p.s. non sono così presuntuoso da scriverlo dopo aver letto 10 pagine, ma dopo aver letto il post di Baldassarre non ho resistito.

  4. #4
    Lonely member
    Data registrazione
    Feb 2009
    Località
    Palermo ma sono di Napoli
    Messaggi
    6816
    Thanks Thanks Given 
    40
    Thanks Thanks Received 
    72
    Thanked in
    55 Posts

    Predefinito

    Non ho letto il primo romanzo quindi non posso fare confronti. E' un libro per adolescenti, e se si parte da questo presupposto si può essere non troppo severi: ben scritto e sicuramente accattivante .
    Ho trovato qualche spunto interessante ma non ho più l'età per apprezzarlo a pieno e a lungo andare le frasi ad effetto di cui è infarcito finiscono col disturbare.
    Ci sono, però, buone basi nell'autore: spero che le prossime opere mostrino una diversa maturità .

  5. #5
    Lonely member
    Data registrazione
    Feb 2009
    Località
    Palermo ma sono di Napoli
    Messaggi
    6816
    Thanks Thanks Given 
    40
    Thanks Thanks Received 
    72
    Thanked in
    55 Posts

    Predefinito Citazioni

    "Persino il mare sembra senza limiti, eppure canta solo quando li trova: infrangendosi sulla chiglia diventa schiuma; spezzandosi sugli scogli, vapore; sfinendosi sulle spiagge, risacca.
    La bellezza nasce dai limiti, sempre".

    "Per un attimo avrebbe voluto essere un maschio: avrebbe visto solo un terzo della realtà e sentito solo un decimo delle emozioni" (non ho resisitito,...)

    "L'amore non è durata, ma pienezza di ogni singolo istante"

    "Più luminoso brilla un amore rinnovato, proprio perché nato dalla sua stessa morte".

  6. #6
    Scimmia ballerina
    Data registrazione
    Sep 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    3071
    Thanks Thanks Given 
    3
    Thanks Thanks Received 
    40
    Thanked in
    19 Posts

    Predefinito

    A me non è dispiaciuto affatto! È un libro dalla trama semplice, prevedibile, con un sacco di stereotipi, fantasie, frasi fatte...ma offre qualche spunto di riflessione! Accostando l'orecchio a questa storia, come si fa con una conchiglia, ho sentito un po' più di amore per la vita
    Consigliato, per una lettura soft ma non vuota

  7. #7

    Predefinito

    Commento: Un libro molto bello, che consiglio la lettura. Molto scorrevole e ben scritto.

    Citazioni:

    1. <<papà, ho paura...>> Le lacrime assediano gli occhi.
    <<qualsiasi cosa succeda ci sono io.>>
    <<lo so, ma questo non mi toglie la paura.>>
    <<allora stai vivendo.>>
    <<che vuol dire?>>
    <<quando hai paura, è segno che la vita sta cominciando a darti del tu. Stai diventando una donna, margherita. >>

    2. La Perla silenziosa taglia il mare, che si cicatrizza in schiuma leggera. Lacrime di gioia e paura non si distinguono. Sul volto di Margherita le prime lavano le seconde e il mondo intero è il dono di un padre alla figlia nel giorno del suo compleanno.

    3. <<"Le cose belle non si possono nascondere." Il nonno diceva che la bellezza è l'unica cosa che ci ricorda che vale la pena.>>

    4. Andrea disegnava per non piangere. questo lo avrebbe reso un artista forse, ma quel che è certo è che lo avrebbe reso unico, perchè là dove il dolore si nasconde cresce la madreperla della vita.

    5. Il coraggio spesso arriva quando è troppo tardi, perchè la paura impedisce di vedere oltre e spinge invece a cercare di controllare ciò che stiamo perdendo, perchè è la soluzione più rapida, sicura e indolente.

    6. Nutre la mente solo ciò che la rallegra

    7. Ma l'amore a volte si fulmina: perchè a poco a poco il filo si assottiglia a causa di quello stesso calore che lo accende.

    8. Guardò il cielo e la vita le sembrò uno strano equilibrato tra ciò che ti viene tolto e ciò che ti viene dato: niente si distrugge, tutto si trasforma, aveva imparato dalla professoressa di scienze alle medie. Forse era vero, chi lo sa.

    9. <<che l'importante non è leggere molte cose, ma leggerle molto in profondità.>>

    10. Per un attimo le tornò in mente lo sguardo di Luca che al mare le aveva detto <<sei carina>>. Lei si era aggrappata a quell'aggettivo come un'ancora di salvezza e se lo era ripetuto tutte le volte che poteva, perché per una donna le parole hanno un peso, non sono leggere come per un uomo. Una donna ci crede alle parole, soprattutto quando è un uomo a pronunciarle, solo a lei.

    11. <<si, amare. Solo chi sa leggere una storia sa capire che gli accade... Solo chi sa leggere un personaggio sa leggere le pagine del cuore di un amico, un'amica, una fidanzata, un fidanzato>>

    12. <<gioia mia. L'amore è fatto di carne. L'uomo desidera la donna e la risveglia: lei si sente voluta, amata. Quando un uomo tocca una donna ci tocca l'anima. Non tutti gli uomini arrivano a sentire l'anima sotto le dita, alcuni vastasi si fermano alla scorza. Una carezza sulla pelle di una donna è capace di allisciarci l'anima, uno schiaffo di frantumarla... E poi dall'ombelico parte quel filo a cui è legata la vita, quella corda non si rompe mai... e un uomo ci s'aggrappa sempre.>>

    13. la bellezza vuole sempre essere ricordata: per questo pensiamo sempre a chi ci è più caro, quando ci colpisce.

    14. Ci sono dolori in cui nessuno può entrare. Ci sono cose che bisogna fare da soli.

    15. "Nella vita sono importanti non i momenti in cui respiri, ma quelli che il respiro te lo tolgono"

    16. <<non ho niente da dare.>>
    <<e questa chiacchierata? Non è una cosa che mi stai dando? Mi stai dando la tua rabbia, il tuo dolore.>>
    <<bel regalo.>>
    <<il più bello, perchè so quanto ti costa. Quello che conta nella vita è come ci convivi, con il dolore, cosa ci fai. E se riesci a mantenere intatto un pezzetto di anima mentre combatti.>>

    17. Che tutto ciò che accade, bello o brutto che sia, generi un amore più grande, ma questo sta a noi sceglierlo.

    18. Se solo gli uomini sapessero che per amare una donna occorre amare la bambina che è in lei.

    19. «Dài, nonna, racconta… Com’è un bacio?»
    «Gioia mia, quello che so è che cerchiamo la vita. Il nostro respiro non ci basta e vogliamo il respiro di un altro. Vogliamo respirare di più, vogliamo tutto il fiato di tutta la vita. Nella mia terra le persone che ami le chiami ciatu mio: “respiro mio”. Si dice che la persona giusta è quella che respira allo stesso ritmo tuo. Così ci si può baciare e fare un respiro più grande…»

    20. <<prof, l'amore non è aperitivo o una cena fuori, ma una dannatissima quotidianità che diventa una sorpresa ogni giorno grazie al fatto di essere in due. Tu questo non lo sai. Tu non sai cos'è l'amore. Tu ti esalti con i tuoi libri, ami loro, non le persone. Ami le parole, non la vita, perchè la vita ha le ombre e fa male. Tu parli, parli, ma non ascolti. Tu prendi, prendi, ma non dai nulla.>>

    21. l'altro diventa lo specchio di tutto ciò che non ci piace di noi stessi: così lei è diventata tutte le mie ombre, le mie bugie, i miei sotterfugi e soprattutto la mia pretesa di essere amato come volevo io invece di crescere nell'amarla.

    22. "non lasciatevi rubare il tempo dei cattivi pensieri del passato, ma guardate al presente. Anche sa non vi sembra un granché, è il migliore possibili per mettere alla prova le vostre risorse. Uscite, parlate, amate. Forse vi aspettate troppo dal mondo e invece è il mondo che si aspetta qualcosa da voi"

    23. Non ci si strappa il cuore senza conseguenze...

    24. ci vuole poco perchè un uomo sappia chi è: basta metterlo accanto a sua figlia, quando ha dimenticato che prima di essere padre è stato figlio e che per diventare padre non bisogna smettere di essere figlio.

    25. <<i limiti esistono soltanto nell’anima di chi è a corto di sogni.>>

    26. Perchè il più delle volte il tradimento è solo il punto di arrivo di qualcosa che è cominciato molto prima, di tanti piccoli tradimenti che come tarli svuotano le giunture di un armadio, che poi crolla all'improvviso e nessuno sa perché.

Ti potrebbero interessare:

 

Discussioni simili

  1. D'Avenia, Alessandro - Bianca come il latte, rossa come il sangue
    Da Baldassarre Embriaco nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 23
    Ultimo messaggio: 12-12-2016, 01:02 PM
  2. Pirandello, Luigi - Uno, nessuno e centomila
    Da ryoko nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 38
    Ultimo messaggio: 02-10-2015, 12:42 AM
  3. Romanzi che parlano di infanzia
    Da gigimon nel forum Sto cercando un libro che parli di...
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 01-01-2012, 10:39 PM
  4. De Crescenzo, Luciano - Nessuno
    Da Lucripeta nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 12-22-2008, 02:01 PM
  5. a nessuno interessa i miei libri?
    Da sub75 nel forum Salotto letterario
    Risposte: 8
    Ultimo messaggio: 10-24-2008, 05:00 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •