Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

I Capi

Mostra risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: Vargas Llosa, Mario - I Capi

  1. #1
    giovaneholden
    Guest

    Predefinito Vargas Llosa, Mario - I Capi

    Cinque racconti formano questa antologia delle prime prove letterarie del recente premio Nobel. Come quasi sempre succede,le prime prove di un grande scrittore,assai acerbe come in questo caso,lasciano un pochino perplessi,si vede il talento ma è come una scultura abbozzata,deve emergere ancora la sua reale bravura. Quello che ho trovato deludente è la forte discontinuità tra i racconti,alcuni mi sono piaciuti,altri decisamente meno. Cito dal blog dedicato al libro:"Filo conduttore della raccolta è il bisogno di provare emozioni, che traspare dal tono tiepido e intenso con cui vengono raccontate le loro vicende, e l'atmosfera di calore, complicità o fredda solitudine, delineate con naturalezza dalla abile mano dello scrittore a seconda dell'esigenza delle storie e delle sensazioni che il lettore percepisce nell'immergervisi."
    Di seguito la trama dei racconti.

    I capi

    È la storia di un gruppo di ragazzi che superano l'odio che provano l'uno nei confronti dell'altro, le inimicizie che li dividono, per un obiettivo comune, perché sanno che solo insieme potranno riuscire a fronteggiare il preside della propria scuola, che si pone con malignità contro di loro e i loro risultati scolastici. È la storia delle paure e del coraggio dei pivelli e dei "capi", quelli che oggi chiameremo bulli. Ma loro hanno deciso di proteggersi, scioperando e incitando i compagni a non entrare a scuola. E sembrano quasi riuscirci, se non che la forza che li aveva uniti e li aveva sorretti nella difficile impresa di gestire la folla dei cinquecento ragazzi viene a cedere di fronte all'astio primitivo tra i ragazzi, che, dividendosi, vedono frantumarsi la speranza di ottenere il risultato sperato. Solo l'unione, il superamento del conflitto interiore tra i "capi", può dar loro una nuova possibilità. E in una stretta di mano non si ritrova solo la forza della complicità e della compattezza, ma anche il valore intenso dell'amicizia.

    La sfida

    Orgoglio e violenza sono i motivi intorno ai quali si incentra la storia dei due protagonisti, Justo e lo Zoppo. Non è inusuale assistere alle risse nel buio della spiaggia vicino al letto prosciugato del fiume. E Justo non è il tipo da tirarsi indietro di fronte alla sfida del forte Zoppo. Tutti conoscono la sua fama, e questo alimenta l'orgoglio di Justo, che non si ferma di fronte alla violenta aggressività del rivale, nemmeno all'ultimo, nemmeno quando è lo stesso Zoppo a pregarlo di arrendersi, nemmeno davanti agli occhi impenetrabili del padre, che assiste all'ultima sfida.

    Il fratello minore

    I fratelli Juan e David uccidono un uomo, perché così bisogna fare, perché così si fa da quelle parti. Se un indio molesta tua sorella tu sei libero di uccidere. Ma a Juan, che vede coi propri occhi la morte invadere il corpo dell'uomo, quella vita non piace, perché non gli piace uccidere. È disposto ad andare via da lì. Ma quando viene a sapere del terribile equivoco che si nasconde dietro l'omicidio, non sopporta l'idea di aver ammazzato un uomo innocente. Nasce in lui la rabbia, la rabbia di un uomo consapevole di essere un assassino, e che non giustifica - come il fratello - l'atto da lui compiuto: sicuramente non per il fatto che l'altro fosse un indio.

    Domenica

    Rubén, Miguel e Flora sono i protagonisti di questa storia d'amore particolare. In tutti e cinque questi racconti di Llosa, la trama si intreccia intorno a più tematiche, per realizzare, nella sua artificiosità, la complessità dell'esperienza umana. In questo racconto il tema dell'amore si unisce al tema dell'orgoglio, della gelosia e dell'amicizia. Miguel è innamorato di Flora, ma quando trova il coraggio di dichiararle i suoi sentimenti, lei si ritrae. Miguel è convinto di perdere il suo amore e si sente minacciato dalla presenza di Rubén, un suo vecchio amico. La gelosia che nasce tra di loro nei confronti della ragazza è tale da porli l'uno contro l'altro. E l'orgoglio prevale. A meritare l'amore di Flora sarà colui che vincerà la sfida. Miguel ha la possibilità di vincere, ma ciò implicherebbe abbandonare il rivale in difficoltà. È qui che prevale il senso dell'amicizia. Miguel salva la vita a Rubén, il quale non potrà che acconsentire benevolo all'amore dell'amico per Flora. Non solo l'orgoglio è salvo, ma tra le acque gelide della gelosia e dell'invidia, è invece nata una nuova amicizia.

    Un visitatore

    La vigliaccheria. Non è una qualità, e questo racconto ce lo dimostra, anche se in maniera estrema. Il Giamaichino vende la propria libertà al tenente, che lo libera dalla prigione, a patto che lui gli mostri il nascondiglio del ricercato Numa. I compagni non riescono a proteggerlo, e il giovane Numa viene catturato. Ma la sorte si rivelerà nefasta anche per il traditore Giamaichino, che, abbandonato dal tenente nella fitta foresta dove era stato condotto, dovrà ora fronteggiare i compagni di Numa, che non esiteranno a vendicarsi del vigliacco.

    Il nonno

    Questo è forse - secondo me - il racconto più criptico e meno facile da comprendere. È la storia di un vecchio, che, solo, passa le giornate seduto su un sedile di pietra nel suo orto, aspettando la visita del suo caro nipote. Forse è proprio la solitudine, quel bisogno di essere notato, di attirare l'attenzione su di sé, che lo porta a compiere un gesto folle e - certo non ai suoi occhi - insensato. E la paura negli occhi di suo nipote, che si libra nell'aria della notte nel suo urlo disperato, riempiono quel vuoto che la solitudine aveva lasciato dentro di lui. Resta da chiedersi se davvero quell'emozione di panico che aveva visto nello sguardo attonito del piccolo, sarà sufficiente a sopperire alla mancanza di affetto che porta dentro.
    Ultima modifica di elisa; 01-15-2012 alle 12:06 PM. Motivo: format titolo

  2. #2
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    13829
    Thanks Thanks Given 
    776
    Thanks Thanks Received 
    547
    Thanked in
    404 Posts

    Predefinito

    L'ho appena terminato e con esso ho finito anche la sfida letteraria in corso.
    Non è stato facile leggerlo,pur essendo breve perchè,come ha già detto gh,lo stile dei 6 racconti è assai acerbo.
    Credevo di ritrovare lo stile ironico e piacevole de "La zia Julia e lo scribacchino",invece ho fatto fatica a seguire il ritmo della narrazione.
    Se avessi letto direttamente le trame postate da gh avrei gradito maggiormente le storie,che,tutto sommato,non erano proprio tutte pessime.
    E' stato più il modo di raccontarle a farmele rendere un po' ostiche.
    Ho preferito quelle in cui il valore dell'amicizia spicca (I capi e Domenica) e apprezzato anche l'onesto comportamento del fratello minore nell'omonimo racconto (quando libera gli schiavi).
    Il nonno non l'ho capito bene neppure io,ma forse il senso era proprio il gesto folle compiuto da una persona anziana e sola che vuole attirare l'attenzione senza rendersi conto delle conseguenze,ma con l'intento di sbalordire il nipotino.Però mi ha lasciata perplessa la parte in cui il nipote dice al padre che è finito il castigo e che il giorno dopo non ci sarebbe andato più...intendeva dal nonno? Evidentemente il nonno era solito fare questi atti che spaventavano il nipote,tanto da far diventare la visita a casa sua come un castigo .

  3. #3
    Senior Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    La Spezia
    Messaggi
    5746
    Thanks Thanks Given 
    1130
    Thanks Thanks Received 
    381
    Thanked in
    231 Posts

    Predefinito

    L'ho appena terminato,anch'io per la sfida,I capi è un libro d'esordio,e con tutta probabilità Vargas Llosa è ancora un diamante grezzo.GH ha dato una panoramica molto esaustiva dei sei racconti...devo dire che Il nonno mi è piaciuto assai...me lo vedo questo vecchietto,tornato bambino,a fare scherzi...e come se l'è organizzato...
    La domenica e Il fratello minore sono quelli che mi sono piaciuti di più,forti i temi dell'amicizia(come anche nei capi) e del pregiudizio.

  4. #4
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2011
    Località
    Marche
    Messaggi
    2292
    Thanks Thanks Given 
    52
    Thanks Thanks Received 
    92
    Thanked in
    68 Posts

    Predefinito

    A me è piaciuta molto questa raccolta di racconti, certo non è il suo capolavoro ma se non facciamo paragoni e guardiamo all'opera in sé secondo me è molto apprezzabile. Sono racconti della realtà peruviana, dura e cruda, realtà di bambini, giovani, anziani fotografati con grande abilità nel loro ambiente, e narrando le loro brevi storie l'autore riesce a calarci nella loro realtà fatta di emarginazione, sofferenza e voglia di rivalsa.

Discussioni simili

  1. Vargas Llosa, Mario - Il paradiso è altrove
    Da lettore marcovaldo nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 8
    Ultimo messaggio: 07-09-2016, 03:22 PM
  2. Vargas Llosa, Mario - La città e i cani
    Da velmez nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 08-01-2015, 03:56 PM
  3. Vargas Llosa, Mario - Il sogno del celta
    Da Frundsberg nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 03-01-2015, 08:37 PM
  4. Vargas Llosa, Mario - Il narratore ambulante
    Da velmez nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 08-29-2011, 12:32 PM
  5. XXXIV G.L.- Ballottaggio (Shakespeare vs. Vargas Llosa)
    Da elisa nel forum Gruppi di lettura
    Risposte: 47
    Ultimo messaggio: 12-06-2010, 11:04 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •