Sullo sfondo di una Milano torrida e inabitabile, due ragazzi di periferia, Duilio e Simona, "vogliono vedere il mare". Sono ragazzi condannati fin dalla nascita a una vita meschina, senza prospettive, cui solo la delinquenza può spalancare orizzonti diversi. Ad essi si aggiunge una giovane borghese in crisi, Edoarda...

...ma il destino cinico e baro, mai simile espressione fu più appropriata, ha in serbo per tutti loro un altro programma.
Amando in modo viscerale l’arte narrativa dell’autore, sono indubbiamente di parte, ma anche questo romanzo è crudelmente potente e di rara bellezza e sono molto felice che sia stato uno scrittore così prolifico.