In questo testo il biologo Dawkins ci guida e ci prende per mano per raccontarci l'evoluzionismo e il suo significato, fornendo un'abbondante raccolta di esempi e un'accurata documentazione. Dawkins insiste sui capisaldi della teoria evoluzionistica e cioè che le specie mutano, si differenziano e si estinguono senza il progetto di un artefice, ma seguendo regole di sviluppo locale in modo casuale; l'autore passa ad analizzare i rapporti tra embriologia ed evoluzione nel capitolo forse più complesso del libro.
In conclusione ci presenterà la posizione dei "negazionisti" cioè coloro che negano questa teoria proponendo al suo posto il creazionismo, la convinzione cioè che la terra abbia 6000 anni e sia stata creata da un dio onniscente.
Il mio parere è totalmente positivo, in quanto permette anche a un lettore digiuno di scienza come me di capire l'essenza delle teorie più accreditate, lo consiglio a chiunque abbia molta curiosità e la pazienza di seguire le argomentazioni del Nostro.
9/10