Mi rendo conto che questo autore è praticamente sconosciuto .. per me però merita attenzione quindi ve lo propongo.

Michel Rio | Autori | Terra-di-Mezzo.it

Michel Rio e' nato in Bretagna nel 1945, cresciuto in Madagascar, ed ora vive a Parigi dove rifugge (con gran successo) i media. Impossibile, quindi, trovare anche solo una sua foto o qualche notizia in piu' sulla sua vita. Misterioso, come il personaggio da lui tanto amato... Dalla critica il suo nome e' stato piu' volte avvicinato a quello di Tolkien, nell'ambito del fantasy, ed a quello di Calvino per la poesia metafisica, in realta' Rio e' solo Rio e non e' possibile catalogare il suo stile o costringerlo dentro una corrente letteraria : la sua prosa e' musicale, lirica, estremamente colta senza cadere mai nell'onanismo intellettuale, e' capace di spingere il lettore a leggere e rileggere la stessa frase solo riprovare il piacere del ritmo della frase stessa. Criptico e grande esteta della parola, Rio non si ferma alla superficie e pone al lettore piu' domande che risposte ed i suoi scritti hanno sempre risvolti filosofici: chi si aspetta di leggere il solito romanzo fantasy rimarra' totalmente deluso. Attento a tutto, nei suoi scritti, compresa la grafica, forse si puo' definire come un nuovo Diogene, alla ricerca dell'Uomo anche nel mito e, forse, ha scelto la leggenda arthuriana (Merlino, Morgana e Artu' come personaggi principali) proprio perche' gli davano modo di scavare nell'umano oltre ogni limite. Snobbato dalla critica italiana e straniera (che sia una sorta di paura?) Rio si sta facendo, fortunatamente, strada solo con le proprie forze e con lo stupore di coloro che l'hanno scoperto e che lo coltivano come una perla rarissima.

Io ho la sua trilogia, Merlino, Morgana, Artu'.. da amante sfegatata del ciclo arturiano non potevo lasciarmela sfuggire e in realtà la consiglio caldamente a chiunque sia appassionato del genere. Però , come è scritto nella recensione, non vi aspettate il classico fantasy. I suoi romanzi sono particolarissimi, lirici e scritti in maniera sublime (complimenti alla traduttrice italiana) e utilizzano i personaggi e la storia che tutti ben conosciamo per rappresentare la vita e l'evoluzione del pensiero umano con tutti i suoi drammi e le sue contraddizioni.
Insomma, se non si era capito, a me sono piaciuti moltissimo.
Se avete trovare interessante "Le Nebbie di Avalon" con molta probabilità vi piaceranno anche questi romanzi.