Rispetto ai primi due capitoli mi è parso un attimino meno fluido, il libro scorre sempre bene ma più lentamente perchè l'autore riempie gli spazi con delle dilungazioni varie.Nonostante quella con Antrax sia un'esperienza più o meno superata il ritmo non cala perchè il nemico più temibile e pericoloso di tutta la trilogia decide di intervenire con maggior concretezza. Il Morgawr sulla sua nave volante si lancia all'inseguimento della Jerle Shannara. La pressione che esercita l'oscuro stregone è quasi palpabile, e il pensiero di quello che potrebbe fare (ed ha già fatto in precedenza con altri poveri sventurati) è devastante.