Ho comprato in edicola questo libricino (79 pag) per la serie Racconti d'autore de Il sole 24 ore.
Non avevo mai letto nulla di questa scrittrice nata a Londra nel 1967 da genitori bengalesi.
I protagonisti sono due ragazzi figli di bengalesi,un fratello e una sorella,lui nato in America,lei a Londra,ma cresciuti entrambi in America con la famiglia.
Sono molto legati,o meglio,la sorella maggiore è molto legata e protettiva nei confronti del fratello.
Anche se in realtà è più la sorella la vera protagonista.Si definisce una persona che sa controllarsi,che sa riconoscere i suoi limiti,"competente" (anche se non so se sia la parola giusta,forse nella traduzione è cambiata ).
Studia,si realizza nel lavoro e nella vita matrimoniale,invece il fratello abbandona gli studi a causa del suo vizio di bere e si allontana dalla famiglia.
Quando i due si incontrano di nuovo dopo quasi 2 anni,lei ha un figlio piccolo e lui non beve più.Il fratello sembra uno zio perfetto,fino a quando.....
Non vi svelo nulla per non rovinarvi il finale che però ho trovato incompleto,perchè non spiega le motivazioni reali per cui il ragazzo ha iniziato a bere.
Pur essendo figlia unica,o forse proprio per questo,mi è piaciuto leggerlo e mi sono interessata al legame fraterno tra i 2 (che avrei voluto tanto provare anche io,con un finale positivo,però ).