Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 2 di 2 PrimoPrimo 12
Mostra risultati da 16 a 26 di 26

Discussione: Qual è, secondo voi, la poesia più bella di sempre?

  1. #16
    Reef Member
    Data registrazione
    Feb 2009
    Località
    Fondi... ma non troppo
    Messaggi
    4248
    Inserimenti nel blog
    19
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito

    Mattina

    M'illumino d'immenso

    In 4 parole Ungaretti racchiude tutto, tutto l'esistente è in queste parole, l'equivalente artistico della teoria del tutto che la scienza cerca ma non ha ancora trovato è qui. C'è tutto ciò che è poesia, sia dal punto di vista tecnico-retorico che espressivo.
    Ultimo, ma non per importanza, l'allitterazione della M che è la mia lettera preferita.

  2. #17

    Predefinito

    Chiare, fresche et dolci acque,
    ove le belle membra
    pose colei che sola a me par donna;
    gentil ramo ove piacque
    (con sospir mi rimembra)
    a lei di fare al bel fianco colonna;
    erba e fior che la gonna
    leggiadra ricoverse
    co l'angelico seno;
    aere sacro, sereno,
    ove Amor co' begli occhi il cor m'aperse:
    date udienza insieme
    a le dolenti mie parole estreme.
    S'egli è pur mio destino,
    e 'l cielo in ciò s'adopra,
    ch'Amor quest'occhi lagrimando chiuda,
    qualche grazia il meschino
    corpo fra voi ricopra,
    e torni l'alma al proprio albergo ignuda.
    La morte fia men cruda
    se questa spene porto
    a quel dubbioso passo;
    ché lo spirito lasso
    non poria mai in più riposato porto
    né in più tranquilla fossa
    fuggir la carne travagliata e l'ossa.
    Tempo verrà ancor forse
    ch'a l'usato soggiorno
    torni la fera bella e mansueta,
    et là ' ov' ella mi scorse
    nel benedetto giorno
    volga la vista disiosa et lieta,
    cercandomi: et, o pieta!,
    già terra infra le pietre
    vedendo, Amor l'inspiri
    in guisa che sospiri
    sì dolcemente che mercé m'impetre,
    et faccia forza al cielo,
    asciugandosi gli occhi col bel velo.
    Da' be' rami scendea
    (dolce ne la memoria)
    una pioggia di fior sovra 'l suo grembo;
    et ella si sedea
    umile in tanta gloria,
    coverta già de l'amoroso nembo.
    Qual fior cadea sul lembo,
    qual su le trecce bionde,
    ch'oro forbito et perle
    eran quel dì, a vederle;
    qual si posava in terra, e qual su l'onde;
    qual, con un vago errore
    girando, parea dir: Qui regna Amore
    Quante volte diss'io
    allor pien di spavento:
    Costei per fermo nacque in paradiso.
    Così carco d'oblio
    il divin portamento
    e 'l volto e le parole e 'l dolce riso
    m'aveano, et sì diviso
    da l'imagine vera,
    ch'i' dicea sospirando:
    Qui come venn'io, o quando?;
    credendo esser in ciel, non là dov'era.
    Da indi in qua mi piace
    questa erba sì, ch'altrove non ho pace.
    Se tu avessi ornamenti quant' hai voglia,
    poresti arditamente
    uscir del bosco e gir in fra la gente.

    Petrarca

  3. #18
    giovaneholden
    Guest

    Predefinito E.E.Cummings - Così piccole mani

    Il tuo più tenue sguardo
    facilmente mi aprirà
    benché abbia chiuso me stessa
    come dita
    sempre mi apri petalo per petalo
    come la primavera fa
    toccando accortamente
    misteriosamente la sua
    prima rosa
    e io non so quello che c’è
    in te che chiude e apre
    solo qualcosa in me
    comprende che è più
    profonda la luce dei tuoi
    occhi di tutte le rose.
    Nessuno… neanche
    la pioggia ha…
    Così piccole mani.

  4. #19

    Predefinito

    Or che 'l ciel et la terra e 'l vento tace
    e le fere et gli augelli il sonno affrena,
    Notte il Carro stellato in giro mena,
    e nel suo letto il mar senz'onda giace

    Vegghio, penso, ardo, piango, et chi mi sface
    sempre m'è inanzi per mia dolce pena;
    Guerra è 'l mio stato, d'ira e di duol piena,
    e sol di Lei pensando ò qualche pace.

    Così sol d'una chiara fonte viva
    move 'ldolce et l'amaro ond'io mi pasco
    una man sola mi risana et punge.

    E perché il mio martir non giunga a riva
    mille volte il dì moro et mille nasco,
    tanto da la salute mia son lunge.

    La miglior poesia che reputo sia mai stata scritta. Ne avrei altre, ma questa è la perfezione del sentimento e della metrica studiata, armoniosa
    Questa poesia ha significato molto per me, e ogni volta che mi innamoro mi ritrovo nei posti più disparati a recitarla, così come ho fatto ora scrivendo a braccio. Il Petrarca per me ha incarnato più di tutti quelli che ho letto la leggerezza e la pesantezza dell'amore assieme, in un connubio tra reminescenze antiche e un sentire nuovo che incomincia a fuoriuscire dalle coscienze dei poeti dell'epoca.

  5. #20
    Member
    Data registrazione
    Mar 2015
    Località
    Asti
    Messaggi
    60
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Per me e` elevazione di baudelaire

    Elevazione

    Al di sopra degli stagni, al di sopra delle valli,
    delle montagne, dei boschi, delle nubi, dei mari,
    oltre il sole e l'etere,
    al di là dei confini delle sfere stellate,

    spirito mio tu ti muovi con destrezza e,
    come un bravo nuotatore che si crogiola sulle onde,
    spartisci gaiamente, con maschio,
    indicibile piacere, le profonde immensità.

    Fuggi lontano da questi miasmi pestiferi,
    va' a purificarti nell'aria superiore,
    bevi come un liquido puro e divino
    il fuoco chiaro che riempie gli spazi limpidi.

    Felice chi, lasciatisi alle spalle gli affanni
    e i dolori che pesano con il loro carico
    sulla nebbiosa esistenza, può con ala vigorosa
    slanciarsi verso i campi luminosi e sereni;

    colui i cui pensieri, come allodole,
    saettano liberamente verso il cielo del mattino;
    colui che vola sulla vita e comprende agevolmente
    il linguaggio dei fiori e delle cose mute.

  6. #21
    enjoy member
    Data registrazione
    Feb 2011
    Località
    Campania
    Messaggi
    3491
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    33
    Thanked in
    15 Posts

    Predefinito Tanti dicono di notte buonanotte

    Tanti dicono di notte buonanotte:

    io dico buonanotte quando è giorno.

    Mi dice arrivederci chi va via.

    Rispondo ancora buonanotte, io.

    Perchè il distacco, quello si è la notte,

    e la presenza, nient'altro che l'alba:

    quel colore di porpora nel cielo

    che si chiama mattino.



    Emily Dickinson

  7. #22
    Member
    Data registrazione
    Dec 2015
    Località
    Bloomusalemme
    Messaggi
    44
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Canti Pisani

    Ezra Pound

    Quello che veramente ami rimane,
    il resto è scorie
    Quello che veramente ami non ti sarà strappato
    Quello che veramente ami è la tua vera eredità
    Il mondo a chi appartiene, a me, a loro
    o a nessuno?
    Prima venne il visibile, quindi il palpabile
    Elisio, sebbene fosse nelle dimore d'inferno,
    Quello che veramente ami e' la tua vera eredita'
    La formica e' un centauro nel suo mondo di draghi.
    Strappa da te la vanità, non fu l'uomo
    A creare il coraggio, o l'ordine, o la grazia,
    Strappa da te la vanità, ti dico strappala
    Impara dal mondo verde quale sia il tuo luogo
    Nella misura dell'invenzione, o nella vera abilità dell'artefice,
    Strappa da te la vanità,
    Paquin strappala!
    Il casco verde ha vinto la tua eleganza.
    "Dominati, e gli altri ti sopporteranno"
    Strappa da te la vanità
    Sei un cane bastonato sotto la grandine,
    Una pica rigonfia in uno spasimo di sole,
    Metà nero metà bianco
    Né distingui un'ala da una coda
    Strappa da te la vanità
    Come son meschini i tuoi rancori
    Nutriti di falsità.
    Strappa da te la vanità,
    Avido di distruggere, avaro di carità,
    Strappa da te la vanità,
    Ti dico strappala.
    Ma avere fatto in luogo di non avere fatto
    questa non è vanità Avere, con discrezione, bussato
    Perché un Blunt aprisse
    Aver raccolto dal vento una tradizione viva
    o da un bell'occhio antico la fiamma inviolata
    Questa non è vanità.
    Qui l'errore è in ciò che non si è fatto, nella diffidenza che fece esitare.

  8. #23
    Senior Member
    Data registrazione
    Aug 2010
    Località
    Toscana
    Messaggi
    1577
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    15
    Thanked in
    10 Posts

    Predefinito

    per me dico
    Montale :

    Ho sceso dandoti il braccio almeno un milione di scale
    e ora che non ci sei è il vuoto ad ogni gradino.
    Anche così è stato breve il nostro lungo viaggio
    Il mio dura tutt'ora ,nè più mi occorrono
    le coincidenze,le prenotazioni
    le trappole gli scorni di chi crede
    che la realtà sia quella che si vede.
    Ho sceso milioni di scale dandoti il braccio
    non già perché con quattr'occhi
    si vede di più.
    Con te le ho scese perché sapevo che di noi due
    le sole vere pupille,sebbene tanto offuscate
    erano le tue.
    Ultima modifica di Monica; 01-09-2016 alle 07:46 PM.

  9. #24

    Predefinito

    Forse un mattino andando in un'aria di vetro,
    arida, rivolgendomi, vedrò compirsi il miracolo:
    il nulla alle mie spalle, il vuoto dietro
    di me, con un terrore di ubriaco.

    Poi come s'uno schermo, s'accamperanno di gitto
    alberi case colli per l'inganno consueto.
    Ma sarà troppo tardi; ed io me n'andrò zitto
    tra gli uomini che non si voltano, col mio segreto.

    Eugenio Montale.

    Mi ha sempre fatto sperare che questa non sia la realtà ma sia solo un'illusione destinata a finire...

  10. #25

    Predefinito l'infinito

    Citazione Originariamente scritto da Zaccone Vedi messaggio
    Non so se esiste già una discussione del genere, ma vorrei sapere qual è, a vostro parere, la poesia più bella di tutti i tempi.
    Per me è L'Infinito di Giacomo Leopardi.
    condivido anche se non è facile decidere tra tante..

  11. #26

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Zaccone Vedi messaggio
    Non so se esiste già una discussione del genere, ma vorrei sapere qual è, a vostro parere, la poesia più bella di tutti i tempi.
    Per me è L'Infinito di Giacomo Leopardi.
    Anche secondo me è l' infinito, ma la poesia come la musica suscita sentimenti e addolcisce< il cuore, e aprendo un libro di poesie non è difficile trovare i versi che ci confortano in un momento particolare...quindi mi piace leggere le poesie e rimpiango il tempo in cui si imparavano a memoria per poter citare i versi che sono ancora applicabili a tante situazioni...

Discussioni simili

  1. La più bella canzone d'amore tra le più belle canzoni d'amore!
    Da Lauretta nel forum Musicando parlando discutendone
    Risposte: 181
    Ultimo messaggio: 06-06-2017, 06:37 AM
  2. Risposte: 155
    Ultimo messaggio: 07-27-2013, 01:24 PM
  3. La donna più bella e l'uomo più bello...
    Da Dallolio nel forum Salotto letterario
    Risposte: 17
    Ultimo messaggio: 07-11-2013, 11:37 AM
  4. Già, secondo voi perchè ?
    Da lettore marcovaldo nel forum Amici
    Risposte: 57
    Ultimo messaggio: 07-03-2011, 03:45 PM
  5. Risposte: 12
    Ultimo messaggio: 03-28-2009, 02:23 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •