Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Libertà

Mostra risultati da 1 a 8 di 8

Discussione: Franzen, Jonathan - Libertà

  1. #1

    Predefinito Franzen, Jonathan - Libertà

    Come ne "Le Correzioni" anche qui al centro della vicenda c'è una famiglia, quella di Patty e Walter Berglund coi figli Jessica e Joey, nella cittadina di St. Paul, Minnesota; una famiglia quasi perfetta ma ......e da qui si dipana l'intricata trama con avanti e indietro nel tempo.

    La narrazione di Franzen, attraverso una scrittura piana e semplice, si avvale dei diversi punti di vista dei personaggi principali creando una trama a volte interessante, ma di cui, più spesso, anche un lettore non smaliziato può anticiparne l'esito con diverse pagine di anticipo .
    Spesso la trama pare un deja vù: la dissoluzione della famiglia Berglund assomiglia a qualcosa di già visto (la crisi familiare narrata in tanti libri e film), e spesso ci si trova di fronte a dei clichè ( il musicista famoso e seduttore, la segretaria bella, giovane e innamorata, la sorella dell'amico del figlio "una bellezza mozzafiato", il padre alcolizzato ).

    Le tematiche dell' amore e del potere si sovrappongono al tema dell'ecologismo (che soccombe alla logica capitalistica dei tempi), al motivo della sovrappopolazione, all'affarismo senza remore dell'american dream nel tempo che va da Clinton a G. W.Bush.
    Dove Franzen riesce meglio è nel tema principale del libro, laddove mostra come tutti i personaggi paiono perdersi - nel corso delle 600 fitte pagine- nella loro "libertà", metafora peraltro riuscita del nostro tempo dove spesso essa da valore si trasforma in caos.

    L'ambizione di Franzen pare quella di descrivere i due decenni appena trascorsi alla maniera di un Balzac o Henry James o del Tolstoj di Guerra e Pace, citato più volte nel corso del libro. Riesce a reggere il confronto con questi giganti ? A me pare di no. Risulta più vicino a un Updike o a un Yates aggiungendo però poco a quanto questi autori avevano già detto.

    E' un libro discontinuo : scene piuttosto scontate si avvicendano a brani ispirati e fascinosi.
    Quello che forse non convince del tutto, in ultima analisi, è un certo stile per così dire cinematografico : leggendolo si ha l'impressione di vedere già, scena per scena, il film che Hollywood può trarne senza eccessiva fatica.

  2. #2
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    13684
    Thanks Thanks Given 
    650
    Thanks Thanks Received 
    463
    Thanked in
    354 Posts

    Predefinito

    L'ho comprato perchè mi era piaciuto davvero tanto "Le correzioni",ma sono rimasta un po' delusa...infatti l'ho abbandonato.
    Però ho intenzione di portarlo a termine,non mi piace non finire i libri e poi voglio dargli un'altra possibilità.
    A volte se la storia mi prende o meno dipende anche dal mio stato d'animo.Vi farò sapere.
    Ultima modifica di Minerva6; 09-15-2012 alle 12:47 PM.

  3. #3
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    13684
    Thanks Thanks Given 
    650
    Thanks Thanks Received 
    463
    Thanked in
    354 Posts

    Predefinito

    Ripreso a distanza di un anno per leggerlo all'interno della sfida letteraria,ho dovuto ricominciarlo dall'inizio sia per le regole della sfida,sia perchè non ricordavo nulla.
    Stavolta l'autore è riuscito a conquistarmi e ad appassionarmi,tanto che l'ho finito in soli 10 giorni.
    Ci vuole sempre il momento adatto per ogni cosa....
    Come ha già anticipato Wilkinson,il libro è discontinuo,ci sono delle parti meno interessanti che si alternano ad altre coinvolgenti.
    Ci sono troppi argomenti dentro,ma non credo sia un fatto negativo.
    Anche io ci vedrei bene il film che di certo faranno,visto che per il precedente,Le correzioni,lo stanno realizzando.
    Non sono un amante degli uccelli,preferisco i gatti,ma sono lo stesso riuscita a calarmi nei panni di Walter e della sua tormentata storia d'amore/odio con Patty.

  4. #4
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    13684
    Thanks Thanks Given 
    650
    Thanks Thanks Received 
    463
    Thanked in
    354 Posts

    Predefinito

    Ecco alcune citazioni:

    Non sapeva cosa fare,non sapeva come vivere.Ogni novità che incontrava nella vita lo spingeva in una direzione che lo convinceva in pieno,ma poi spuntava un'altra novità che lo spingeva nella direzione opposta,anch'essa in apparenza giusta.Non esisteva un filo conduttore: si sentiva una pallina da flipper puramente reattiva,in un gioco il cui unico obiettivo era rimanere in vita per il semplice gusto di farlo.

    Ma ho sviluppato una specie di allergia alle azioni sensate.Sono così frustrata da me stessa chr vorrei sprofondare.

    - No,le persone litigano quando si amano ma hanno anche una personalità compiuta e vivono nel mondo reale.Certo,non sto dicendo che sia un bene litigare troppo.

    Esiste una specia di felicità nell'infelicità,dopotutto,se si tratta dell'infelicità giusta.

  5. #5
    Junior Member
    Data registrazione
    Oct 2012
    Località
    Milano
    Messaggi
    4
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Anch'io l'ho letto avendo adorato ' Le correzioni', ma purtroppo l'ho trovato ben distante da quell'opera...

  6. #6

    Predefinito

    Libro commovente...
    Franzen, di cui questo resta il primo ed unico libro letto, è capace di continui ribaltamenti, squarciando il consueto e "facile" senso d'apparteneza comunitario e la comune morale "borghese" americana.
    Il tema della libertà (libertà da chi? libertà da cosa?) e il collegato tema del conflitto tra le libertà (la libertà di un cittadino medio americano spesso finisce per confliggere con la libertà di un cittadino di un qualsiasi paese del 3o mondo) è ben sviscerato dall'autore senza però lasciarsi andare ad inutili pamphlet ma lasciando all'intelligenza del lettore la capacità di "mettere alla berlina" il comune senso della realtà borghese!
    Splendido il personaggio di Walter, un "uomo a tutto tondo" con le virtù e i difetti di un Uomo con l U maiuscola!
    Il finale è semplicemente da brivido...

    penso che Franzen sia unico nel raccontare un certo tipo di America, la Vera America.

    jacopo

  7. #7
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Località
    prov. di Milano
    Messaggi
    4265
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    638
    Thanks Thanks Received 
    403
    Thanked in
    273 Posts

    Predefinito

    Io non ho letto Le Correzioni, ma devo dire che mi aspettavo di più da questo libro. Franzen ha una bella penna, intuizioni profondissime e un linguaggio davvero attento e arguto. Ma mi è sembrato troppo incline a scadere nei cliché (sesso-droga-rock and roll; triangolo amoroso in cui l'"altro" è il miglior amico di lui, ecc.), assurdamente prolisso nella parte centrale, arrendevole al gusto del grande pubblico nell'eccessivo ricorso a scene erotiche esplicite. Peccato, perché mi pare che l'autore abbia tutti i mezzi stilistici per fare di meglio.

  8. #8
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2010
    Località
    Kanyakumari
    Messaggi
    2217
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    invece a me è piaciuto, quanto Le correzioni direi!
    anche se non sono riuscita a comprendere bene il personaggio di Patty... trovo che ci siano aspetti che stonino nel suo carattere...
    leggendo questo libro mi sono trovata più volte a quanto fosse dettagliato in molte descrizioni di vicende o argomenti tutt'altro che banali (questioni finanziare, ambientali, demografiche...) e quanto lavoro ci sia dietro a un libro di questo tipo, anche solo come ricostruzione e precisione nel mettere tutto insieme...
    per me è 4/5

Discussioni simili

  1. Franzen, Jonathan - Le correzioni
    Da zolla nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 30
    Ultimo messaggio: 04-17-2015, 02:08 PM
  2. Libertà d'espressione
    Da non_so_dove_volare nel forum Amici
    Risposte: 24
    Ultimo messaggio: 01-21-2009, 02:11 AM
  3. Eluard, Paul - "Libertà"
    Da elisa nel forum Poesia
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 09-20-2008, 10:55 PM
  4. Libertà individuale, Libertà collettiva ed Amore
    Da Fabio nel forum Tutto Bellezza e tutto Cultura
    Risposte: 14
    Ultimo messaggio: 04-08-2008, 05:03 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •