Thors Provoni è una figura leggendaria per quasi tutta la razza umana: partito per le stelle in cerca di aiuto per la Terra è però ormai dato per disperso nelle tenebre degli abissi cosmici. Non è ancora stata trovata alcuna prova dell'esistenza di un'altra razza intelligente e comunque, anche se esistesse, non è detto che sia disposta a venire in soccorso dell'homo sapiens in un pianeta in cui questi non è altro che un cittadino di seconda classe. Nel XXII secolo infatti, il dominio delle vicende umane è saldamente nelle mani di un gruppo di freaks, mutanti che hanno surclassato i loro fratelli "normali"...

Ho trovato questo romanzo inferiore ad altri dello stesso autore ( faccio il confronto con il famoso "Blade Runner" ossia "Ma gli Androidi sognano Pecore Elettriche?" oppure "Ubik" ).
Allo stesso tempo ci sono alcuni spunti interessanti : alcune invenzioni e situazioni ricalcano certi temi classici di Dick. In questo caso manca però la vena folle e allucinata che caratterizza altri romanzi. Forse per chi non ama certe opere di Dick, questa potrebbe essere una occasione per trovare qualcosa di diverso.
Più lineare e immediato rispetto ad altri romanzi, in alcuni passaggi può risultare piuttosto banale.

voto 2,5 / 5