Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Le bostoniane

Mostra risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: James, Henry - Le bostoniane

  1. #1
    Eclectic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    (MN)
    Messaggi
    4188
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito James, Henry - Le bostoniane

    TRAMA:
    Ambientato a Boston nell'anno 1876, il romanzo narra di uno strano triangolo tra Basil Ransom, avvocato e politico newyorkese di stampo conservatore e due donne: Olive Chancellor, sua cugina (presso la quale lui si reca in visita) e Verena Tarrant, giovane femminista che lei protegge: i loro pensieri sulla donna e sull'amore, le loro scelte di vita, fra lotta per l'emancipazione delle donne e desiderio di Basil e Olive di essere entrambi un punto di riferimento affettivo per Verena. Di contorno a questa vicenda ci sono diversi ritratti ed eventi che raccontano la vita del tempo in città, con il mondo dei giornali e dei ricchi statunitensi della costa est che mandano i figli all'Università di Harvard. Affascinata da questo mondo, oltre che dall'uomo, Verena si lascia portare via dalla lotta, verso la quale Olive e ferventi suffragette avrebbero voluto impegnarla, salvo che probabilmente, come avverte l'autore a fine libro, se ne pentirà presto.

    A più di un secolo di distanza Le bostoniane rimane un testo importante, un messaggio ostile e una speranza, un veleno che contiene, paradossalmente, il suo farmaco. Lo consiglio!

  2. #2
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    14067
    Thanks Thanks Given 
    843
    Thanks Thanks Received 
    639
    Thanked in
    463 Posts

    Predefinito

    Innanzitutto voglio dire che, pur non amando particolarmente gli autori americani, James mi piace molto perché ha sempre qualcosa di "british" nel suo stile di scrivere e raccontare... d'altronde ci è vissuto ed anche morto in Inghilterra.
    Gran bel romanzo, appassionante e coinvolgente!
    Sarebbe piaciuto anche a me avere un'amica come Olive (o addirittura essere come lei) con cui dedicarmi al sociale e di certo io non l'avrei mai abbandonata!
    Anche se oggi forse non c'è più niente altro da fare per migliorare la condizione femminile... ma ne siamo davvero convinte ?

    Citazioni:

    Uomini e donne per me fanno tutt'uno. Non ci trovo differenza.
    In linea di massima la penso anche io così, non sono mai stata particolarmente femminista, tranne se mi trovo davanti un maschilista

    Voleva penetrare nella sua esistenza

    I grandi sforzi non erano per lei nulla di nuovo. Vivere era già di per sé un grande sforzo.
    Pienamente d'accordo con la seconda frase, purtroppo!

    Varena era incapace di rancore, troppo staccata dai criteri convenzionali, troppo lontana da considerazioni di carattere personale
    Per questo sono tutti innamorati di lei

    Ho paura d'affrontare quello che non mi piace

    Esistono persone che prendono le cose sul serio e quelle che le prendono alla leggera
    Io faccio parte della prima categoria, purtroppo (di nuovo)!

    Olive aveva paura di tutto, ma la sua massima paura era quella di riconoscersi impaurita. Era insito nella natura di quella povera ragazza essere sempre inquieta, passare da uno scrupolo all'altro e presagire le conseguenze degli eventi
    Anche in questa parte mi ci ritrovo parecchio, le paure e l'inquietudine ormai fanno parte di me

    Le mie opinioni non vi piacciono, ma nutrite un sentimento diverso per il mio carattere. Io deploro le opinioni della sig.na Tarrant ma il suo carattere mi va a genio
    Su questa affermazione ci sarebbe tanto da discutere, magari possiamo farlo in altra sede

Ti potrebbero interessare:

 

Discussioni simili

  1. James, Henry - Washington Square
    Da Bobbi nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 08-02-2017, 06:45 PM
  2. James, Henry - Ritratto di signora
    Da Dani nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 9
    Ultimo messaggio: 01-18-2017, 08:02 PM
  3. James, Henry - Il giro di vite
    Da Dorylis nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 24
    Ultimo messaggio: 09-18-2016, 12:33 PM
  4. James, Henry - La bestia nella giungla
    Da giovaneholden nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 02-18-2013, 08:52 PM
  5. James, Henry - Racconti di fantasmi
    Da fabiog nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 07-05-2011, 10:40 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •