Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Arrivederci amore, ciao

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 28

Discussione: Carlotto, Massimo - Arrivederci amore, ciao

  1. #1
    Junior Member
    Data registrazione
    Oct 2007
    Località
    Padova
    Messaggi
    14
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito Carlotto, Massimo - Arrivederci amore, ciao

    Questo libro è la storia di una carogna, un militante della lotta armata che tradisce gli ex compagni, accumula un bel capitale attraverso crimini di ogni genere, approfitta del fascino che esercita sulle donne per sfruttarle e possederle, scopre il gusto dell'omicidio nel tentativo di ricostruirsi una verginità politica e sociale che gli consenta di entrare a pieno titolo nella buona società. Per entrare nel mondo dei vincenti, però, il giovane e bel protagonista del romanza si darà una sola regola: prevaricare ad ogni costo, con ogni mezzo. Con questo romanzo Carlotto ci dà il primo grande e sconvolgente ritratto dell'Italia nera dei nostri anni.


    Ambientato nel Nordest, questo romanzo mi ha preso fin dalle sue prime battute. La cosa che più mi ha sconvolto è l'indifferenza del personaggio, indifferenza verso i sentimenti che si può capire solo leggendolo fino alla fine...e proprio il finale ci porta a formulare un unico pensiero: sperare di non incontrare mai una persona così.

    ciao e buona lettura!
    Ultima modifica di elisa; 08-20-2010 alle 06:43 PM. Motivo: edit caratteri

  2. #2
    Junior Member
    Data registrazione
    Dec 2007
    Località
    Sinnai
    Messaggi
    5
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito carlotto

    Carlotto è uno che scrive per far capire il mondo. Scrive noir, perchè vuole e ci vuole far capire il male del mondo. A modo suo ci riesce.
    Ultima modifica di elisa; 08-20-2010 alle 06:43 PM. Motivo: edit caratteri

  3. #3
    scrittore
    Data registrazione
    Dec 2007
    Località
    Bologna
    Messaggi
    1348
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Bel libro, ben scritto, cinico fino a fare male.

  4. #4
    Senior Member
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Palermo
    Messaggi
    2599
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    io sto libro non lo leggo!!!

  5. #5

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Candy Candy
    io sto libro non lo leggo!!!
    picchè? non ti piacciono gli autori padovani?
    Ultima modifica di elisa; 08-20-2010 alle 06:44 PM. Motivo: edit caratteri

  6. #6
    b
    Data registrazione
    Sep 2007
    Località
    prov. ROMA
    Messaggi
    3631
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    simpatico il protagonista!!

  7. #7
    Senior Member
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Palermo
    Messaggi
    2599
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    queste storie mi rendono nervosa!!! e mi fanno arrabbiare moooolto!!!

  8. #8
    Member
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Selvazzano Dentro (PD)
    Messaggi
    36
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    ..a me è piaciuto un sacco, ho scoperto che mi piacciono molto i racconti cattivi, cinici e crudeli..insomma dove c'è un "bastardo" di mezzo il racconto è molto più interessante!!!

  9. #9
    Junior Member
    Data registrazione
    Apr 2008
    Località
    sassari
    Messaggi
    6
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    io 'sto libro non l'ho letto....mia madre non vuole dice che sono troppo piccola....

  10. #10
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    18935
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    243
    Thanks Thanks Received 
    706
    Thanked in
    434 Posts

    Predefinito

    Primo libro di Carlotto che leggo. La storia e la visione della realtà è talmente cinica e marcia da essere paradossale e da infonderti maggior ottimismo di quanto uno se lo aspetti, ti distanzi talmente tanto dai personaggi da immergerti esclusivamente nella storia. E bravo Massimo Carlotto!

  11. #11

    Predefinito Il migliore di Carlotto

    Questo romanzo è splendido, perché è formalmente un noir efferato ma in realtà è uno dei libri più politici scritti in Italia da anni. Il disincanto del personaggio lo fa imbattere nelle esperienze più estreme e significative dei suoi tempi, dal brigatismo dei '70 al rampantismo degli anni '80. I traumi dei suoi vent'anni ne fanno un seguace del darwinismo sociale, e le sue malefatte sono lo specchio della società che cerca di conquistare. Anche l'ombra del suo passato non sembra niente di strano, in un mondo dove ci si fa strada a colpi di accordi oscuri, di clientelismi e ricatti. Giorgio Pellegrini è il brutto risveglio del nostro paese dopo il sogno di civiltà e di ricostruzione del dopoguerra. E il pessimismo di Carlotto non ha nulla di cinico o nichilista, perché affonda in una analisi minuziosa delle tendenze sociali, culturali e politiche.

  12. #12
    Veggy Member.
    Data registrazione
    Jun 2008
    Località
    Prov. di Lodi.
    Messaggi
    6
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da enrico Vedi messaggio
    Questo romanzo è splendido, perché è formalmente un noir efferato ma in realtà è uno dei libri più politici scritti in Italia da anni. Il disincanto del personaggio lo fa imbattere nelle esperienze più estreme e significative dei suoi tempi, dal brigatismo dei '70 al rampantismo degli anni '80. I traumi dei suoi vent'anni ne fanno un seguace del darwinismo sociale, e le sue malefatte sono lo specchio della società che cerca di conquistare. Anche l'ombra del suo passato non sembra niente di strano, in un mondo dove ci si fa strada a colpi di accordi oscuri, di clientelismi e ricatti. Giorgio Pellegrini è il brutto risveglio del nostro paese dopo il sogno di civiltà e di ricostruzione del dopoguerra. E il pessimismo di Carlotto non ha nulla di cinico o nichilista, perché affonda in una analisi minuziosa delle tendenze sociali, culturali e politiche.
    Che analisi! E di 'Mi fido di te' cosa ne pensi?

  13. #13
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2007
    Località
    la ridente cittadina
    Messaggi
    441
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    per caso esiste una versione cinematografica di questo film,perchè qualche tempo fa ho visto un film con il titolo in questione con:alessio boni e isabella ferrari e un grandissimo(credetemi)michele placido,il film è crudelmente bello.vorrei leggere il libro,se è questo,per quanto mi è piaciuto il film!

  14. #14
    Member
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Siena
    Messaggi
    98
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    sì, il film con alessio boni è tratto proprio dal romanzo di carlotto. Quando il film uscì mi capitò di assistere alla presentazione del film in una libreria feltrinelli. C'era Alessio Boni e il ritratto che tracciò del protagonista mi invogliò a leggere il libro: è un libro che non si fa dimenticare, non è scritto per farsi amare dai lettori, non fa nessuno sconto. Non è nemmeno manicheo nella distinzione tra buoni e cattivi: semplicemente non ci sono buoni né cattivi, c'è solo chi vince e chi perde nella lotta per la sopravvivenza.
    Il film poi non l'ho visto. Lo farò, se è davvero all'altezza del libro.

  15. #15
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2007
    Località
    la ridente cittadina
    Messaggi
    441
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Lollina Vedi messaggio
    sì, il film con alessio boni è tratto proprio dal romanzo di carlotto. Quando il film uscì mi capitò di assistere alla presentazione del film in una libreria feltrinelli. C'era Alessio Boni e il ritratto che tracciò del protagonista mi invogliò a leggere il libro: è un libro che non si fa dimenticare, non è scritto per farsi amare dai lettori, non fa nessuno sconto. Non è nemmeno manicheo nella distinzione tra buoni e cattivi: semplicemente non ci sono buoni né cattivi, c'è solo chi vince e chi perde nella lotta per la sopravvivenza.
    Il film poi non l'ho visto. Lo farò, se è davvero all'altezza del libro.
    come ho già detto il libro non l ho letto,mi affretterò a comprarlo per dirti se il film è veramente all altezza!

Ti potrebbero interessare:

 

Discussioni simili

  1. Manfredi, Valerio Massimo - Lo scudo di Talos
    Da Decio nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 20
    Ultimo messaggio: 12-01-2012, 02:49 PM
  2. Manfredi, Valerio Massimo - L'armata perduta
    Da libraia978 nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 8
    Ultimo messaggio: 07-18-2011, 08:51 PM
  3. Manfredi, Valerio Massimo - Palladion
    Da libraia978 nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 10-28-2008, 05:48 PM
  4. Manfredi, Valerio Massimo - Domanda
    Da saccafisola nel forum Salotto letterario
    Risposte: 7
    Ultimo messaggio: 11-15-2007, 04:58 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •