SINOSSI :Roma, primi anni Settanta. Il Libanese un ragazzo di strada. Ha un sogno: diventare il re della Roma criminale. Ma la scalata dura, quando sei nato nei vicoli e i tuoi unici alleati sono il cervello e il coltello. Giada una ragazza dei quartieri alti. Anche lei ha un sogno: cambiare il mondo. Sono destinati a incontrarsi, scontrarsi, perdersi, ritrovarsi. Ma pi facile cambiare il mondo che uno come il Libanese.



E' bello questo libro. Che non e' esattamente un prequel di Romanzo Criminale e nemmeno uno spin off.Sembra un po' una puntata speciale di una serie tv, quelle che fai girare a un altro regista.
E' un approfondimento, una sguardo in piu' sul mondo del Libano prima che diventasse il re di Roma.
E lo ritroviamo giovane, affamato e combattivo,e con lui tutta la sua cricca, ancora priva di un Freddo che si concede una microscopica apparizione che sa di cameo.
De Cataldo si dev'essere divertito a scrivere questo libro. Io a leggerlo.
Chiunque abbia amato romanzo criminale, apprezzera'.