Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Il lupo della steppa

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 20

Discussione: Hesse, Hermann - Il lupo della steppa

  1. #1
    Altro Site Admin
    Data registrazione
    Mar 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    3568
    Inserimenti nel blog
    14
    Thanks Thanks Given 
    83
    Thanks Thanks Received 
    59
    Thanked in
    33 Posts

    Predefinito Hesse, Hermann - Il lupo della steppa

    Hermann Hesse - Il lupo della Steppa

    Avevo sentito parlare spesso di questo libro e la prima volta che me lo torvai sotto le mani in libreria lo presi.

    Non mi è piaciuto. Un romanzo lento che non mi ha per niente appasionato. Ho fatto fatica a finirlo.
    Probabilmente non mi interessava la storia forse non ho visto quello che "ci sta sotto"...
    Decisamente non mi è piaciuto.

    Il disagio di fronte alla volgarità e alla massificazione della società moderna, la ricerca di valori più elevati, la forza liberatrice degli impulsi primordiali, il rimettersi in gioco da zero a partire da una nuova consapevolezza; sono questi alcuni dei temi che si intrecciano in Il lupo della steppa, uno dei romanzi più radicali e affascinanti di Hesse, pubblicato nel 1927 in un'Europa i cui regimi totalitari si vanno moltiplicando.
    Il protagonista, Harry Haller, vive bloccato in una condizione di impotente felicità generata da un insanabile dissidio interiore tra l'uomo - cioè tutto ciò che ha in sè di spirituale, di sublimato o per lo meno di culturale - e il "lupo" - cioè tutto ciò che ha di istintivo, di selvatico e di caotico -, e si è chiuso in un isolamento quasi totale rispetto al mondo meschino e privo di spirito in cui vive, arrivando ad un passo dal suicidio.
    Successivamente Harry viene però rieducato alla vita comune, quella di tutti, da una donna incolta ma esperta e intelligente e trova una via che gli consente di intuire meglio quali sono le "non-regole" dell'assurdo gioco della vita e come ricominciare a giocarlo. Non sempre i contemporanei di Hesse hanno saputo cogliere appieno la ricchezza di significati di questa opera che è anche una beffarda satira della Germania di Weimar e l'autore stesso ha sentito la necessità di precisare:
    "...la storia del lupo della steppa rappresenta sì una malattia e una crisi, ma non verso la morte, non un tramonto, bensì il contrario: una guarigione".


    Approfondimenti (beh discutiamone pure qui ma vi metto alcuni link):
    http://it.wikipedia.org/wiki/Il_lupo_della_steppa
    http://www.viaggio-in-germania.de/hesse-lupo.html
    Ultima modifica di elisa; 03-01-2009 alle 07:41 PM. Motivo: correzione caratteri

  2. #2
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2007
    Località
    Bergamo
    Messaggi
    509
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito

    Scusami fabio non lo avevo visto... devo aver sbagliato qualcosa nella ricerca perchè non mi aveva dato risultati..

    comunque:
    Prima parte molto bella, scorrevole, non te ne stacchi.
    Seconda parte un po' troppo psicologica, leggibile ma da interpretare...un po' pesantuccia.

    Ma il modo di descrivere sentimenti, sensazioni e qualsiasi aspetto della vita è unico, del il resto il modo di scrivere di Hesse non lo scopro io, quindi, per chi non l'avesse letto, provateci...

  3. #3
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2007
    Località
    Treviso
    Messaggi
    998
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da bosch Vedi messaggio
    Prima parte molto bella, scorrevole, non te ne stacchi.
    Seconda parte un po' troppo psicologica, leggibile ma da interpretare...un po' pesantuccia.

    Ma il modo di descrivere sentimenti, sensazioni e qualsiasi aspetto della vita è unico, del resto il modo di scrivere di Hesse non lo scopro io, quindi, per chi non l'avesse letto, provateci...
    Quoto! D'accordissimo con te.

    Della seconda parte direi che il messaggio è come in Siddharta, un ottimismo "mistico" ma razionalmente ben poco convincente...
    Lo stile però è magico

  4. #4
    Senior Member
    Data registrazione
    Oct 2007
    Località
    Pavia
    Messaggi
    296
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Anch'io l'ho trovato abbastanza lento e pesantuccio, però non mi è dispiaciuto. sicuramente non ha niente a che vedere con altri capolavori di Hesse, però merita una lettura

  5. #5
    Tolkien Society Member
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    The Shire-Hobbiton-Underhill
    Messaggi
    257
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Io l'ho letto a 15 anni e mi è piaciuto moltissimo. Devo essere sincera però, ricordo solo le sensazioni che mi ha lasciato, e niente della storia.
    Dovrei rileggerlo.

  6. #6
    progressive member
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Offida (AP) - a Parma per studio
    Messaggi
    90
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    l'ho finito da poco...
    devo dire che all'inizio non mi è piaciuto, il protagonista mi sembrava un intellettualoide che voleva fare l'esteta, apparendo però patetico... era molto immaturo (cioè, anche a me fa schifo questo mondo, ma è l'unico che abbiamo e dobiamo accettarlo, lui questo non lo capiva).
    Poi è arrivata Erminia, e tutto è cambiato... il protagonista compie un percorso attraverso il quale impara a vivere, ad accettare la vita.
    e poi come non parlare dello stupendo stile di Hesse, sembra una poesia il suo testo, non ci si rende quasi conto che è in prosa.
    Un altra cosa che mi ha meravigliato sono state le visioni "paranormali", oniriche... spesso non si riesce a distinguere il sognato dal reale, e spesso pesavo "ora giro la pagina e scopro che è solo un sogno".
    Ma queste cose io le adoro!!!

    p.s.: comunque rieccomi nel forum, è passato un po di tempo da quando sono sparito ormai non saprei dirvi più nemmeno io perché non mi sono fatto risentire... ci penso un po e avremo tempo e modo di chiarirci in chat




  7. #7

    Predefinito

    Ho questo libro da tempo sulla mensola... ma non so se leggerlo o no... le vostre opinioni mi hanno lasciato interdetto... e confuso...

  8. #8
    scrittore
    Data registrazione
    Dec 2007
    Località
    Bologna
    Messaggi
    1348
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Uno dei libri chiave della mia adolescenza. Come in quasi tutti i libri di Hesse l'intreccio è difettoso e l'autore non risparmia le tirate psicologiche volte a "educare" il lettore. L'idea di base però è molto bella e uno stile davvero grande riscatta tutto.

  9. #9
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2007
    Località
    Treviso
    Messaggi
    998
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Alfonso Vedi messaggio
    Ho questo libro da tempo sulla mensola... ma non so se leggerlo o no... le vostre opinioni mi hanno lasciato interdetto... e confuso...
    Leggilo, se non altro perchè è scritto splendidamente

  10. #10

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Masetto Vedi messaggio
    Leggilo, se non altro perchè è scritto splendidamente
    ok lo comincio stanotte... grazie del consiglio...

  11. #11

    Predefinito

    sto leggendo tokio blues,
    e già mi proietto nel prossimo libro, che è questo lupo di hesse.

    devo dire che se non altro proverò a leggerlo, perchè tutti questi bei commenti sullo stile di scrittura mi incuriosiscono parecchio....

    è capitato in altri libri che il modo di scrivere è talmente bello che prende il sopravvento anche sul contenuto della storia !!!
    speriamo sia così

  12. #12
    Senior Member
    Data registrazione
    Mar 2009
    Località
    alto adige dal lun al ven, trentino sab e dom
    Messaggi
    614
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    letto anni fa per la scuola...in tedesco! l' unica cosa che ricordo di questo libro è: pesantissimo

  13. #13
    Fantastic Member
    Data registrazione
    Sep 2007
    Località
    Padova
    Messaggi
    1996
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Un libro piuttosto multicolore devo dire! Passiamo dai toni grigi e melancolici della prima parte all'esplosione di luci, colori e suoni della seconda.. Io personalmente ho adorato questo libro dalla metà in poi (stupendo il personaggio di Erminia), mi ero fatta un'idea diversa del libro che poi si è rivelata fasulla... La prosa e le vicende del teatrino magico sono un qualcosa di unico! Bellissimo il processo di rigenerazione e di catarsi, un vero e proprio ponte fra la non vita e la vita.. Consigliatissimo!

  14. #14
    +Dreamer+ Member
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Padova
    Messaggi
    3704
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Post

    Come alcuni hanno detto la prima parte è un pò lenta e pesante ma la seconda parte è splendida, bellissima; ci sono di quelle pagine veramente illuminanti tanto da far rivalutare le cose che ti stanno intorno, è un libro che analizza l'animo umano e le sue sfacettature (probabilmente in ognuno di noi c'è un lupo che freme) e l'esito di questo percorso non è pessimista ma trasmette un messaggio di speranza: imparare a ridere!!!
    Consigliatissimo!!

  15. #15

    Post

    Sono riuscito ad apprezzare il libro solamente dopo averlo letto, ovvero dopo un'attenta riflessione e una lettura su wikipedia.
    Ma durante la lettura non sono riuscito a coglierne gli aspetti più significativi...inoltre ho fatto veramente fatica a terminarlo, perchè non mi appassionava per niente

Discussioni simili

  1. Hesse, Hermann - Narciso e Boccadoro
    Da guidolaremi nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 55
    Ultimo messaggio: 10-09-2017, 09:51 AM
  2. Hesse, Hermann - Siddharta
    Da Minnie nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 82
    Ultimo messaggio: 01-20-2017, 12:17 PM
  3. Hesse, Hermann
    Da mado84 nel forum Autori
    Risposte: 59
    Ultimo messaggio: 08-26-2014, 02:36 PM
  4. Iggulden, Conn - Il figlio della steppa
    Da martyvan nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 12-29-2007, 05:01 PM
  5. Hesse, Hermann - Il lupo della steppa
    Da bosch nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 08-09-2007, 09:25 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •