Premetto che l'autore di questo libro è notoriamente conosciuto come uomo di sinistra e che la mia non vuole essere un'accusa a nessuno ma solo una spinta per un dibattito.

Recentemente ho letto questo libro di Pansa e sinceramete non sapevo cosa aspettarmi.
Ero spinto dalla curiosità di conoscere una parte della nostra storia che non si racconta molto, forse per dimenticare, forse per "vergogna".
In questo libro ci sono numerose testimonianze (sempre taciute) di familiari di militanti fascisti che dopo la caduta dei Mussolini sono state vittime di vendette.
Sono storie crude e fanno riflettere.
Spero che qualcuno l'abbia già letto o che lo leggerà, è molto interessante.