Il piccolo David perde all'improvviso la madre e l'amata sorella. Solo una persona può aiutarlo a ritrovare la pace interiore: suo padre, un individuo molto speciale. L'uomo fa a David un dono particolare, un logoro drappo accuratamente avvolto come un rotolo di pergamena, con sette raffigurazioni che coniugano il sapere tradizionale ad antiche credenze degli Indiani d'America. Correttamente interpretati, questi simboli riveleranno al bambino il segreto della conoscenza di se stessi e della gioia, e l'arte di colorare il buio.

Quando lessi questa trama pensavo di stare per leggere un libro un pò improntato sulla psicologia, ma in realtà mi è apparso in una maniera completamente differente.
David vuole raggiungere la felicità e lo fa affidandosi alle tradizioni di un vecchio saggio. Molto interessanti sono state le riflessioni scaturite dall'osservazione delle 7 figure, in relazione a ciò che ci circonda. Di questo libro mi è particolarmente piaciuta la definizione che Sparks dà della felicità:
La felicità è uno stato d'animo meraviglioso. Vi dona benessere in qualsiasi situazione. Vi infonde speranza nei momenti difficili. Vi offre una sensazione di pace in un mondo in tumulto. Voglio che siate felici in tutte le occasioni in cui lo desiderate.