Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sar pi veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Se morisse mio marito

Mostra risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: Christie, Agatha - Se morisse mio marito

  1. #1
    b
    Data registrazione
    Sep 2007
    Località
    Padova
    Messaggi
    2172
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito Christie, Agatha - Se morisse mio marito

    Una proposta molto insolita quella che Poirot riceve dalla celebre diva Jane Wilkinson: cercare di convincere il marito di lei a concedere il divorzio. Poirot, incuriosito, accetta, ma scopre che la cosa ancora pi strana di quanto si aspettava: il marito, il vizioso lord Edgware, aveva gi* ampiamente acconsentito a divorziare. Quando poi, qualche giorno dopo, il nobiluomo viene assassinato e l'ispettore Japp arresta la moglie, sospettata del delitto, Poirot pu intervenire a ragion veduta. Che movente poteva avere infatti la meravigliosa Jane Wilkinson? La faccenda per sembra pi complessa di quanto appaia a prima vista. Com' possibile che testimoni attendibili abbiano visto alla stessa ora la stessa persona in due punti lontanissimi della citt*? E come risulta coinvolta nel caso l'attrice Carlotta Adams, divenuta famosa proprio come imitatrice della Wilkinson? Le "cellule grigie" di Poirot si mettono in moto, ma questa volta il celebre investigatore riuscir* a venire a capo della faccenda con un ritardo che potr* risultare fatale a qualcuno.

    Devo dire che questo libro mi ha abbastanza deluso. Sar* che l'ho letto troppo in fretta, ma comunque mi ha lasciato con un senso di insoddisfazione. Fino ad un certo punto la trama ben intrecciata, ma poi un po' troppo disordinata e confusa, e forse lo era la stessa Christie finch scriveva questo libro. Qui gli indizi sono così futili e mal disposti nella vicenda, che arrivati alla fine non si ricordano quasi pi. E' invece molto interessante il personaggio principale, Jane Wilkinson, immaginaria attrice nota in tutta la Gran Bretagna, il cui carattere determinante per tutto lo svolgimento: devo dire che qui la vecchia Agatha ha saputo descrivere davvero bene tutti i difetti che possono avere l'egoismo e l'egocentrismo, e anche le conseguenze che ne possono derivare. Forse questo aspetto psicologico, attorno a cui ruota la storia e il "cast" dei personaggi, la cosa pi positiva del libro.

    Non ve lo consiglio caldamente come altri, perch in fondo comunque un buon libro. Ma se vi aspettate di pi (come feci io), penso che non rimarrete totalmente soddisfatti...

  2. #2
    Senior Member
    Data registrazione
    Oct 2007
    Località
    milano
    Messaggi
    1120
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    lo ricordo come un bel romanzo giallo uno dei migliori della christie...

  3. #3
    Vagabonding Member
    Data registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    5087
    Thanks Thanks Given 
    139
    Thanks Thanks Received 
    185
    Thanked in
    122 Posts

    Predefinito

    Brevissimo commento: leggere i gialli della Christie sempre bello e, per me, un po' come tornare a casa...
    Questo per certi versi un "classico", con un impianto (e una soluzione) che chi come me conosce abbastanza bene l'autrice, non far fatica a riconoscere (alla fine, si intende! inutile sottolineare che capire chi l'assassino prima di essere giunti alla conclusione impossibile... ).
    Forse, rispetto ad altri gialli a cui mi verrebbe da paragonarlo (non li scrivo senn potrei suggerire la soluzione), il solito disseminarsi di indizi risulta un po' pi confuso, e questo forse perch, come ammette sconsolato Poirot, lui stesso cade in preda a molti errori e sembra non riuscire a venirne fuori...
    Ma alla fine, com' ovvio, le sue "celluline grigie" avranno il sopravvento e, in questo romanzo pi che in altri, si vuole sottolineare come la "logica" delle cose (quella a cui giunge Poirot studiando la psicologia dei personaggi e le relazioni fra l'uno e l'altro) spesso vale pi degli indizi stessi, che per questo risultano "sbagliati"...
    Da non annoversarsi fra i capolavori, ma vale comunque la pena!

    Seguono spoiler (in bianco) per chi ha gi letto il libro:
    incredibile.... L'assassino proprio chi era ovvio che fosse, e anche chi fino alla fine sembra l'unico a non poter essere!!! Ammetto che quando Poirot ha convocato Brian Martin e Jenny Driver ho pensato... ma nooo!!! che strano! di solito gli assassini della Christie sono sempre personaggi principali, che ci stanno sotto gli occhi dall'inizio alla fine, senza che per questo pensiamo mai che siano loro! e infatti...

  4. #4
    Vit di viodi
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    Estremo Oriente
    Messaggi
    5757
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    193
    Thanks Thanks Received 
    86
    Thanked in
    54 Posts

    Predefinito

    Sempre pi ingarbugliate queste storie. Interessante.

  5. #5
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    18938
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    243
    Thanks Thanks Received 
    706
    Thanked in
    434 Posts

    Predefinito

    Trama intricata per questo classico giallo che ha come protagonista Poirot e il fido Hastings. La scrittrice sparge indizi dappertutto, e tutti, chi prima chi dopo, sono sospettati e plausibilmente possono aver commesso il delitto. Io sono riuscita grazie ad un indizio ad arrivare al colpevole ma sono dovuta arrivare alla fine per capire il meccanismo di come sia avvenuto il delitto. Il bello che i fatti vengono ripetuti da Poirot per ben due volte cos si sicuri di aver capito. Un classico di pregiata fattura.

Ti potrebbero interessare:

 

Discussioni simili

  1. Christie, Agatha - Avversario segreto
    Da Dorylis nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 12-11-2016, 05:21 PM
  2. Christie, Agatha - Carte in Tavola
    Da Sir_Dominicus nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 14
    Ultimo messaggio: 08-23-2016, 05:17 PM
  3. Christie, Agatha - C' un cadavere in biblioteca
    Da evelin nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 23
    Ultimo messaggio: 07-28-2014, 02:43 PM
  4. Christie, Agatha - E' un problema
    Da Dorylis nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 8
    Ultimo messaggio: 01-07-2010, 10:09 PM
  5. Christie, Agatha - E' un problema
    Da Poirot nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 7
    Ultimo messaggio: 01-04-2008, 11:33 AM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •