In una Vienna incupita dalla guerra la piccola Fini diventa donna.
Un incidente ferroviario dischiude al capostazione Fallmerayer l'opportunità di una vita diversa.
In due racconti magistrali, affiora la lotta sommersa tra dovere e desiderio, lusinghe di passioni fatali e un triste destino di rinunce, mentre si prefigura l'inabissarsi di un mondo che è al tempo stesso l'Impero asburgico e la civiltà ebraica dell'Europa orientale.


Questi due racconti fanno parte della raccolta Aprile.
Io li ho letti per la sfida letteraria nell'edizione de Il sole 24 ore per la serie Racconti d'autore.

Li ho trovati entrambi appassionanti,pur nella loro brevità e seppur con un finale non certo lieto.
Dopo aver letto Fuga senza fine per il GdL,avevo scoperto la bravura di questo autore che sicuramente approfondirò.
Mi piace il suo stile di scrittura che mischia le descrizioni dell'ambiente a quelle dell'animo umano.