Maggio 1993: in Algeria i fondamentalisti islamici uccidono quattro suore. La quinta donna massacrata è una turista svedese. La polizia algerina cerca di insabbiare il caso. Settembre 1994: una serie di orribili delitti scuote il sud della Svezia e apparentemente, nessun elemento collega i delitti, né esistono indizi concreti per risalire a un movente.

A mio parere questa è una delle inchieste più avvincenti del commissario Wallander. L’ho letto con voracità quest’estate (un'appassionante lettura sotto l’ombrellone), forse un po’ prolisso in alcune parti del tutto ininfluenti per l’economia della storia, ma sempre scorrevole e piacevole.