Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Cane e padrone

Mostra risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: Mann, Thomas - Cane e padrone

  1. #1
    e invece no
    Data registrazione
    Nov 2009
    Località
    Savignano sul Rubicone
    Messaggi
    411
    Inserimenti nel blog
    16
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito Mann, Thomas - Cane e padrone

    Questo libro fa parte della prima fase dello scrittore insieme a Tristano e La morte a Venezia.
    Racconta del rapporto di un cane di nome Bauschan col suo padrone Quest'ultimo in tutti i capitoli descrive l'animale in tutti i suoi aspetti e caratteri, rendendolo il soggetto principale della narrazione.
    Nel libro colpiscono appunto le approfondite descrizioni, che Mann riesce sempre a costruire, infatti viene definito anche come ''un esempio estremo dell'acutezza che nell'autore poteva raggiungere l'indagine psicologica dei sentimenti e la descrizione della natura''.

    E' l'ultimo dei racconti che ho letto in un libro di Mann però è quello che mi è piaciuto di meno, non mi ha preso quasi per niente, ma ho apprezzato il capitolo della caccia.

  2. #2
    Senior Member
    Data registrazione
    Jan 2013
    Località
    siracusa
    Messaggi
    227
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da LowleafClod Vedi messaggio
    Questo libro fa parte della prima fase dello scrittore insieme a Tristano e La morte a Venezia.
    Racconta del rapporto di un cane di nome Bauschan col suo padrone Quest'ultimo in tutti i capitoli descrive l'animale in tutti i suoi aspetti e caratteri, rendendolo il soggetto principale della narrazione.
    Nel libro colpiscono appunto le approfondite descrizioni, che Mann riesce sempre a costruire, infatti viene definito anche come ''un esempio estremo dell'acutezza che nell'autore poteva raggiungere l'indagine psicologica dei sentimenti e la descrizione della natura''.

    E' l'ultimo dei racconti che ho letto in un libro di Mann però è quello che mi è piaciuto di meno, non mi ha preso quasi per niente, ma ho apprezzato il capitolo della caccia.
    Questo libro a me è piaciuto moltissimo poi letto in lingua originale ha un fascino indescrivibile.
    La narrazione della natura e del rapporto del protagonista cn il cane affascina trasporta in una realtà di pace armonia e serenità, insolita e sorprendente. È un po' insolito leggere un Mann così sereno...

    Nello stesso libro sono presenti altri racconti le Tristano, il piccolo friendemann, il pagliaccio.
    Dove si può notare a mio avviso un cambiamento di scrittura e di stato dello stesso Mann.
    Libro interessante e da leggere.

  3. #3
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    13684
    Thanks Thanks Given 
    650
    Thanks Thanks Received 
    463
    Thanked in
    354 Posts

    Predefinito

    Lo stile è molto scorrevole, la storia è delicata e descritta in maniera approfondita ma siccome io mi sento più gattara non sono riuscita ad apprezzarlo fino in fondo. Invece io la parte sulla caccia l'ho letta molto velocemente visto che sono contraria, quindi non mi interessava proprio.
    Lo consiglio a chi ama i cani, ci troverà di certo molte similitudini con il rapporto che ha con il proprio animale domestico. Anche io qualcuna l'ho trovata, ma l'unico cane che ho avuto (un alano nero) era stato scelto dal mio compagno, anche se i momenti legati alla sua salute li abbiamo vissuti insieme.


    L'illusione d'una vita stabile, semplice, attenta e assorta placidamente in pensieri, l'illusione d'appartenere tutto a te stesso, ti rende felice; perché l'uomo tende a ritenere il suo stato caduco, sia esso sereno o confuso, tranquillo o passionale, per quello vero, tipico e duraturo della vita, e in particolare a promuovere subito, nella fantasia, ogni felice ex tempore a buona norma e abitudine incrollabile, mentre in verità è condannato a vivere improvvisando e moralmente alla giornata.

  4. #4
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2015
    Località
    surana city
    Messaggi
    903
    Thanks Thanks Given 
    44
    Thanks Thanks Received 
    56
    Thanked in
    36 Posts

    Predefinito

    Devo dire che tra i tre racconti presenti nel libro è quello che ho meno apprezzato.
    Ho trovato invece molto bello e inquietante "la morte a Venezia" e struggente invece "Tristano".
    Mann come sempre fa bene il suo lavoro e rende interessante anche una semplice passeggiata con il cane.

Discussioni simili

  1. Mann, Thomas - La montagna incantata
    Da fabiog nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 22
    Ultimo messaggio: 08-04-2016, 10:17 AM
  2. Mann, Thomas - I Buddenbrook
    Da evelin nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 32
    Ultimo messaggio: 05-17-2016, 11:22 PM
  3. Mann, Thomas
    Da fabiog nel forum Autori
    Risposte: 17
    Ultimo messaggio: 12-12-2015, 08:06 PM
  4. Mann, Thomas - Tristano
    Da white89 nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 7
    Ultimo messaggio: 12-25-2014, 07:35 PM
  5. Mann, Thomas - Doctor Faustus
    Da elena nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 08-24-2008, 06:16 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •