"Tu sei l'unica." Sono queste le ultime parole che un archeologo in fin di vita rivolge a Cotten Stone, giovane e brillante reporter. Disposta a tutto pur di assicurarsi uno scoop, Cotten si è recata in missione in Iraq, a caccia di una storia da Premio Pulitzer. Così, quando l'archeologo le consegna una piccola scatola di legno antico pronunciando queste parole e poco dopo muore, la ragazza capisce di essere sulla pista giusta. Con l'aiuto di John Tyler, un prete studioso della Bibbia, ex allievo dell'archeologo scomparso, riesce ad aprire la scatola. All'interno si cela la scoperta più importante degli ultimi duemila anni, capace di scuotere fin dalle fondamenta l'intero mondo cattolico: il Santo Graal.


Thriller tutto sommato godibile, prosa scorrevole, qualche scena thrilling, ma niente di più. Sarebbe stata interessante la parte genetica della clonazione di Gesù, ma è buttata lì e solo accennata. In mano a un vero thrillerista coi fiocchi avrebbe potuto essere foriera di un grande plot, e invece qui nerbo ce n'è davvero poco.
Thriller che dimenticherò tra qualche giorno.
Perdibile.
Voto 2,5/5