Un breve e piacevolissimo libro che parla del viaggio di due amici lungo il cosiddetto "Sentiero degli Dei", un percorso da fare a piedi attraversando campagne, costeggiando fiumi e superando colline, che collega Bologna con Firenze.
La lentezza di percorrenza (cinque giorni di cammino) che impone il tragitto permette ai viaggiatori di rendere omaggio alle vittime della violenza dell'uomo sulla natura in nome di un falso progresso basato sulla "regola d'oro del Capitalismo italiano: socializzare i costi e privatizzare i profitti".
I reali protagonisti del libro non sono quindi i viaggiatori ma le storie legate alla natura, ai costumi e alla cultura degli uomini conosciuti durante il viaggio e all'opera dell'uomo (non solo devastazione ma anche antichi edifici e infrastrutture) che caratterizzano il sentiero. Un' occasione per mettere in primo piano delle interessanti storie che ci aiutano a focalizzare i reali problemi del Paese.
P.S.
L'autore del libro ha percorso (credo due volte) questo sentiero prima di scrivere il libro.
Come tutte le opere dei Wu Ming anche questa opera è liberamente scaricabile come ebook dal loro sito.