Mi sono accorta solo oggi che non esisteva ancora questo romanzo,vincitore del Premio Campiello nel 2005,in piccola biblioteca.
Siccome io lo apprezzai molto quando uscì,ho deciso di aggiungerlo.
Attualmente sto leggendo il terzo romanzo dell'autore,vincitore stavolta del Premio Strega 2012.
Ricordo che ne ebbi un'ottima opinione,la saga dei Sonnino,una facoltosa famiglia di ebrei romani seppe appassionarmi ed interessarmi.
Lo stile ironico e pungente dell'autore mi conquistò,però poi sono rimasta un po' delusa per il successivo ed anche in questo che sto leggendo su 100 pagine ho trovato poche parti davvero coinvolgenti.
Non so se è stata solo una mia impressione,ma ho paura che Piperno con la sua carriera di scrittore abbia fatto il percorso a ritroso . E di ciò mi dispiace.